Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 574

Risultati da 161 a 170 DI 574

17/03/2014 Meno diffusa al meridione grazie alla dieta mediterranea
Aterosclerosi, fattori di rischio e come prevenirla
L'aterosclerosi è un processo patologico che produce la formazione di una placca ('ateroma') all'interno della parete arteriosa. Tale placca, crescendo nel tempo, tende a provocare ostruzione rendendo difficoltoso il passaggio del sangue attraverso le arterie. Di conseguenza, una sofferenza acuta nei tessuti e negli organi, causata dall'arrivo di scarso ossigeno, può portare alla formazione di un trombo sulla placca.
Tra le manifestazioni cliniche ci sono l'infarto del miocardio, l'ictus ... (Continua)
13/03/2014 11:16:57 L'associazione produce un effetto migliore nei pazienti a rischio
Per il colesterolo statine e altri farmaci ipolipemizzanti
Per tutti quei pazienti a rischio che mostrano una scarsa risposta alle statine in termini di riduzione del colesterolo, è preferibile la prescrizione di statine a bassa potenza in associazione ad altri farmaci ipolipemizzanti.
Lo dice una revisione della Johns Hopkins University pubblicata su Annals of Internal Medicine. Karen Robinson, coautrice dell'articolo, commenta: “la malattia cardiovascolare aterosclerotica colpisce oltre 15 milioni di persone solo negli Stati Uniti ed è la ... (Continua)
06/03/2014 14:57:00 Gravidanza, pillola e menopausa tra i fattori di rischio

Ictus, i rischi maggiori per le donne
A mettere a rischio di ictus le donne sono in particolare la gravidanza, la pillola anticoncezionale e la menopausa. Lo dicono le nuove linee guida emanate dall'American Heart Association e dall'American Stroke Association e pubblicate sulla rivista di settore Stroke.
Ai fattori di rischio in comune con gli uomini, quindi, le donne aggiungono anche altri elementi tipici del loro sesso, ricorda Cheryl Bushnell, direttrice del Wake Forest Baptist Stroke Center Education: “l'ictus è la quinta ... (Continua)

06/03/2014 Uno studio conferma la validità dello strumento di diagnosi
Il test Nephrocheck per il rischio di danno renale acuto
Uno studio multicentrico pubblicato online sull'American Journal of Respiratory and Critical Care Medicine (AJRCCM) convalida le prestazioni del test NephroCheck con marchio CE, che valuta il rischio di insorgenza di insufficienza renale acuta (AKI) in pazienti affetti da malattia critica.
Il test NephroCheck, sviluppato da Astute Medical, Inc., utilizza una tecnologia di immunodosaggio a fluorescenza per rilevare e misurare due biomarcatori dell'AKI, l'inibitore tissutale della ... (Continua)
03/03/2014 16:53:08 Associazione positiva fra l'allergia e il rischio cardiovascolare

Le riniti allergiche proteggono dall'infarto
Non tutte le riniti vengono per nuocere. Pare infatti che chi soffre di rinite allergica corra un rischio inferiore alla media di subire un infarto e di sviluppare una patologia cerebrovascolare, oltre a mostrare una mortalità generale inferiore.
Gli studiosi del Kaiser Permanente Los Angeles Medical Center hanno analizzato un archivio di pazienti della California meridionale composto da quasi 110mila soggetti affetti da rinite allergica e più di 92mila colpiti invece da asma. Ogni paziente ... (Continua)

27/02/2014 Una differente misurazione salverebbe da ipertensione ed eventi cardiovascolari

La pressione arteriosa si misura su entrambe le braccia
Misurare la pressione arteriosa su entrambe le braccia può fare la differenza e prevenire ipertensione ed eventi cardiovascolari. È quanto emerge da uno studio condotto dai ricercatori dell’Institute for Heart Vascular and Stroke Care del Massachusetts General Hospital di Boston e pubblicato sulla rivista The American Journal of Medicine.
La ricerca ha evidenziato come vi sia un collegamento tra la disuguaglianza della pressione sistolica delle due braccia e un significativo aumento del ... (Continua)

17/02/2014 12:26:00 Nei tre mesi successivi il rischio è maggiore

Trombosi e gravidanza, nesso pericoloso
Il rischio di trombosi nelle donne che hanno partorito è molto alto nelle 12 settimane che seguono il parto. Lo studio è stato presentato nel corso dell'International Stroke Conference che si è tenuta di recente a San Diego.
La ricerca, condotta dagli scienziati del Weill Cornell Medical College di New York, ha analizzato i dati riguardanti quasi 1 milione e 700mila donne ricoverate in travaglio a termine in un ospedale della California fra il 2005 e il 2010.
Del campione, 1015 donne ... (Continua)

12/02/2014 14:15:27 L’uso prolungato di ormoni accelera l’invecchiamento del cervello

Menopausa, ormoni e cervello
Le terapie ormonali che vengono molto spesso prescritte per alleviare i sintomi da menopausa (vampate di calore, irritabilità, insonnia, sudorazioni profuse, peggioramento dell’osteoporosi, secchezza vaginale) sono molto amate dalle donne.
È convinzione comune che gli ormoni rallentino l’invecchiamento delle arterie, della pelle, delle ossa, oltre ad alleviare i sintomi da menopausa, molto fastidiosi, che spesso sono talmente fastidiosi da rovinare la qualità della vita.
Nessuna di queste ... (Continua)

12/02/2014 12:21:01 Evitare un uso indiscriminato di Viagra & co.

Pillole dell'amore sì, ma solo quando servono
La loro scoperta è stata rivoluzionaria per la qualità della vita sessuale maschile.
Una classe di farmaci che hanno consentito a molti uomini affetti da patologie organiche di riavere una vita sessuale attiva.
Viagra e similari sono farmaci, che migliorando la perfusione in termine di flusso e di pressione sanguigna del pene, consentono di avere e mantenere l’erezione più a lungo.
Ma attenzione, pillola dell’amore sì, ma non per tutti.
No se non hai una patologia organica, ... (Continua)

11/02/2014 11:07:19 Riduce di un terzo i danni prodotti dalla crisi cardiaca

Un bracciale contro l'infarto
Ogni anno 120mila persone in Italia vengono colpite da infarto e più di un terzo muore a seguito della crisi. Per questo motivo, l'invenzione del ricercatore italiano Alberto Ranieri De Caterina promette di essere davvero importante per la gestione di questo fenomeno.
Il giovane scienziato ha messo a punto un braccialetto che esercita un effetto protettivo grazie all'induzione di un condizionamento ischemico remoto. Il bracciale si gonfia e si sgonfia in maniera ritmica prima e dopo la ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale