Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 574

Risultati da 181 a 190 DI 574

03/12/2013 14:16:03 Mancanza di specificità del dolore in molti casi
Il dolore non è fondamentale per la diagnosi di infarto
Per diagnosticare l'infarto spesso non è sufficiente il resoconto fornito dal paziente riguardo il dolore percepito. Lo dice uno studio apparso su JAMA Internal Medicine da un team di ricerca dell'Ospedale Universitario di Basilea coordinato dalla cardiologa Maria Rubini Gimenez.
“Anche se il 90 per cento delle persone con IMA (infarto miocardico acuto) si presentano in pronto soccorso con dolore toracico o fastidio al petto, alcuni non hanno le tipiche toracalgie. E in questi casi è ... (Continua)
23/11/2013 12:15:50 La crisi cardiaca è spesso annunciata settimane prima

I segni premonitori di un infarto
L'infarto è quanto di più improvviso possa capitare, almeno nell'immaginario collettivo. Tuttavia, pare non sia proprio così in un buon numero di casi. Possono infatti manifestarsi alcuni segni premonitori che dovrebbero mettere sull'avviso la futura vittima.
A dirlo è una ricerca condotta da un gruppo di scienziati del Cedars-Sinai Heart Institute di Los Angeles coordinato dal prof. Eloi Marijon. Lo studio, presentato durante un convegno dell'American Heart Association, è stato realizzato ... (Continua)

21/11/2013 12:25:09 La pratica clinica nei pazienti con arresto cardiaco va rivista

Infarto, uno studio mette in discussione le linee guida
I risultati dello studio Target Temperature Management (TTM) mettono in discussione le linee guida e la pratica clinica nei pazienti colpiti da arresto cardiaco. Gli esiti dell'analisi appaiono sulla rivista New England Journal of Medicine.
Lo studio ha incluso 950 pazienti con arresto cardiaco extra-ospedaliero ammessi in 36 terapie intensive dell’Europa e Australia. Per l’Italia hanno partecipato allo studio gli Ospedali di Pordenone, Genova e Trieste. Il Referente Nazionale è stato il ... (Continua)

20/11/2013 12:41:28 Nuovo possibile impiego per diminuire gli eventi cardiovascolari

Un tracciante radioattivo per scovare le placche coronariche
Dal fluoruro di sodio-18F potrebbe arrivare la soluzione al problema dell'individuazione degli indurimenti e dei restringimenti delle coronarie. A dirlo è uno studio pubblicato su The Lancet da un team della British Heart Foundation for Cardiovascular Science di Edimburgo coordinato da Nikhil Joshi.
Il fluoruro di sodio-18F (18F-Naf) viene usato nell'imaging radiologico, ma l'analisi dei ricercatori scozzesi ne ha evidenziato un nuovo possibile impiego, come spiega il dott. Joshi: “le ... (Continua)

13/11/2013 Un livello elevato della sostanza raddoppia il rischio della patologia

Tungsteno associato all'insorgenza dell'ictus
Ad alti livelli di tungsteno nell'organismo corrisponde un rischio più elevato di insorgenza dell'ictus. A rivelare il nesso è un team di ricercatori della University of Exeter, che hanno pubblicato su Plos One i risultati di uno studio sull'argomento.
Secondo i dati ricavati da un ampio studio prospettico americano, un livello alto di tungsteno nell'organismo ha l'effetto di raddoppiare il rischio di ictus. I ricercatori hanno utilizzato le informazioni provenienti dal National Health and ... (Continua)

08/11/2013 La radioterapia sul lato sinistro può pregiudicare la salute del cuore

Rischio Rx associato a trattamento del cancro al seno
Fra le donne sottoposte a radioterapia sul lato sinistro del torace il tasso di malattie cardiache risulta più alto della media. A dirlo è una ricerca pubblicata su Jama Internal Medicine da un gruppo di scienziati del Columbia University Medical Center di New York.
Uno degli autori, David Brenner, spiega: “dato il miglioramento della sopravvivenza a lungo termine raggiunto negli ultimi decenni per il cancro al seno, minimizzare le complicazioni legate al trattamento assume sempre maggiore ... (Continua)

24/10/2013 11:23:40 Effetto collaterale positivo dalla profilassi contro l'influenza

Cuore più sano grazie al vaccino antinfluenzale
Vaccinarsi fa bene anche al cuore. A dirlo è una meta-analisi pubblicata su Jama da un gruppo di ricercatori dell'Università di Toronto diretti dal prof. Jacob A. Udell. La vaccinazione stagionale utilizzata per tenere a bada la diffusione dei virus influenzali avrebbe infatti come “effetto collaterale” la messa in moto di alcuni meccanismi benefici per la salute del nostro cuore.
In particolare, chi si vaccina ha meno possibilità di essere ricoverato per scompensi cardiaci o infarti, e i ... (Continua)

23/10/2013 11:14:03 Incertezza su benefici o rischi da una sua assunzione programmata

I supplementi di calcio sono necessari?
Un team dell'Università della California guidato da Douglas C. Bauer ha pubblicato sul New England Journal of Medicine una meta-analisi sull'uso del calcio per la prevenzione delle fratture.
Fra medici e pazienti non vi è unanimità nel considerare il calcio come elemento necessario per la riduzione del rischio di fratture.
Quel che è certo è che una carenza prolungata della sostanza può predisporre il soggetto all'osteoporosi, ma è convinzione comune che il minerale possa proteggere anche ... (Continua)

18/10/2013 10:28:44 La Galectina 3 indica i livelli di fibrosi nel cuore
Insufficienza cardiaca, scoperto nuovo marcatore
Nelle patologie cardiache quali l’infarto, per esempio, è ormai noto che il tempo è fondamentale. Negli ultimi anni, dunque, sono stati realizzati una serie di interventi organizzativi, tecnologici e farmacologici per fare in modo che, dalla comparsa del dolore toracico, tipico di questa malattia, fino all’esecuzione di una terapia mirata alla ricanalizzazione del vaso coronarico occluso, i tempi d’intervento (compreso il trasporto in ambulanza) avvengano nel minore tempo possibile.
Ciò ha ... (Continua)
04/10/2013 Scoperta la causa alla base del nesso fra igiene orale e malattie cardiache

Cuore e denti, le statine fanno bene a entrambi
I pazienti affetti da patologie cardiache e con infiammazioni alle gengive beneficiano di alte dosi di statine. A dirlo è una ricerca pubblicata sul Journal of the American College of Cardiology che riafferma il nesso esistente fra salute dentale e cardiaca.
Lo studio - condotto da Ahmed Tawkol e dal suo team della Cardiac Imaging Trials Program at Massachusetts General Hospital e dell'Harvard Medical School – ha coinvolto 59 pazienti affetti da malattie cardiache o a rischio sottoponendoli ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale