Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 574

Risultati da 201 a 210 DI 574

18/07/2013 L’assunzione regolare di yogurt aiuta a proteggersi da numerose patologie

Lo yogurt è un alleato del nostro benessere
Consumare regolarmente yogurt aiuta a controllare il peso corporeo e a prevenire le malattie croniche dei nostri tempi, dall’osteoporosi al diabete, dai tumori fino alle patologie cardiovascolari. I motivi? Lo yogurt è un'eccellente fonte di proteine e oligoelementi essenziali come calcio, potassio e magnesio, oltre a rappresentare una sorgente naturale di probiotici per favorire il benessere del microbiota, la flora intestinale, e ad avere un profilo unico in campo nutrizionale. Queste le ... (Continua)

18/07/2013 Ricerca dalle implicazioni potenzialmente determinanti
Scoperto un gene che determina l’ipoplasia renale
Nuova luce sulle basi genetiche delle anomalie congenite del rene e delle vie urinarie. Lo annunciano ricercatori dell’Istituto Giannina Gaslini di Genova e della Columbia University di New York in uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine. Lo ricerca è stata coordinata da Gian Marco Ghiggeri, responsabile dell’U.O. di Nefrologia, Dialisi e Trapianto dell’Istituto Giannina Gaslini con contributi dalle Istituzioni sede dello studio (Istituto Gaslini, Columbia University) nonché ... (Continua)
16/07/2013 La firma di risposta all'aspirina individua i candidati alla terapia

Un'aspirina per il cuore, ma non per tutti
Il trattamento a base di aspirina per i cardiopatici non è estendibile a tutti i pazienti. Ve ne sono molti, infatti, che non rispondono alla terapia. Per capire in maniera preventiva chi lo farà, può essere messa in campo l'Ars, ovvero la firma di risposta all'aspirina.
Si tratta di un gruppo di geni piastrino-specifici in grado di scoprire quei cardiopatici per i quali il farmaco non avrà effetto, esponendoli quindi al rischio di infarto e di morte. A interessarsi all'argomento è un team ... (Continua)

10/07/2013 Ragazzo in arresto cardiaco si salva dopo il congelamento

L'ipotermia salva dall'infarto
Un ragazzo di 27 anni colpito da una crisi cardiaca è stato salvato grazie all'ipotermia. È successo all'Ospedale Maggiore di Bologna, dove i cardiologi hanno optato per un kit di raffreddamento “a placche” che consente un raffreddamento corporeo 15 volte più veloce delle tecniche tradizionali.
Grazie all'ipotermia, il cervello del paziente riceve meno sangue e tutto l'organismo richiede un dispendio energetico inferiore, riducendo così i possibili danni cerebrali provocati dall'arresto ... (Continua)

20/06/2013 Per ridurre il rischio di infarti e ictus bisogna staccare la spina

Anche il cuore va in vacanza
Se andate in vacanza non ci guadagnerà solo il vostro spirito, ma anche il cuore. Per dare un po' di ossigeno al nostro apparato cardiovascolare è infatti necessaria una vacanza, anche breve, ogni tanto. Una settimana di ferie riesce ad abbattere il rischio di infarto o di ictus del 20 per cento.
A sottolinearlo sono gli esperti dell'Associazione nazionale medici cardiologi ospedalieri (Anmco), che evidenziano il pericoloso legame fra lo stress che siamo costretti a subire durante l'inverno ... (Continua)

16/06/2013 Nuovo trattamento per la dispareunia

Una pillola per ritrovare il piacere del sesso
Dispaurenia, termine oscuro, ma che per molte donne significa dolore e una vita sessuale insoddisfacente. Ora una nuova pillola promette di porre rimedio ai rilevanti problemi indotti da questa condizione.
Il nuovo trattamento si chiama Osphena, la prima vera terapia per le donne in menopausa che provano dolore durante i rapporti sessuali. Una sperimentazione clinica su circa 1000 pazienti ha dimostrato la possibilità di avere rapporti sessuali meno dolorosi.
Tra gli effetti collaterali ... (Continua)

05/06/2013 16:49:38 Un regime ipocalorico migliora i sintomi della malattia

Una dieta per la psoriasi
Mangiare meno aiuta a ridurre i sintomi della psoriasi. Lo dice uno studio pubblicato su Jama Dermatology da un gruppo di ricerca del Copenhagen University Hospital Gentofte di Hellerup, in Danimarca.
Sulla base di precedenti ricerche, erano state trovate delle associazioni con i fattori di rischio cardiovascolari quali diabete, ipertensione e iperlipidemia, oltre a un aumento del rischio di infarto. Tuttavia, la psoriasi si associa anche all'obesità e l'aumento di peso aumenta il rischio di ... (Continua)

28/05/2013 Meno carne rossa, integratori e bevande zuccherine per la salute delle arterie

La ricetta per non far arrabbiare il cuore
Livelli elevati di carnitina nel sangue aumentano il rischio di andare incontro a una malattia cardiovascolare, come infarto, ictus, embolia, trombosi venosa e arteriosa. A sostenerlo è ALT, Associazione per la Lotta alla Trombosi e alle malattie cardiovascolari, che sottolinea: “Chi consuma carne rossa e assume integratori a base di carnitina può essere più soggetto alla formazione placche aterosclerotiche nelle arterie”.
La carnitina è uno degli aminoacidi contenuti nei cibi di origine ... (Continua)

10/05/2013 Studio boccia l'uso degli integratori in caso di alto rischio cardiovascolare

Infarto, quando gli omega 3 sono inutili
Assumere un'integrazione a base di omega 3 non ha effetti nel caso in cui il rischio cardiovascolare è alto. A dirlo è una ricerca italiana pubblicata sul New England Journal of Medicine da studiosi dell'Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri, con la collaborazione di oltre 800 medici di famiglia.
L'analisi ha infatti coinvolto oltre 12 mila pazienti con età media di 64 anni, di cui il 39 per cento donne, seguiti per un periodo di 5 anni. Lo scopo dello studio era verificare ... (Continua)

09/05/2013 Il batterio responsabile utilizza la proteina Ef-Tu per aggredire l'organismo

Il ruolo di una proteina in caso di polmonite
Uno dei batteri responsabili dell'insorgenza di polmonite sfrutta una proteina per accedere alle cellule dell'organismo umano, procedendo a una sua modificazione. A scoprirlo è uno studio della Emory University pubblicato sulla rivista mBio.
I ricercatori hanno analizzato lo Pseudomonas Aeruginosa, un batterio che spesso causa la polmonite in fase di degenza ospedaliera, grazie alla spettrometria di massa e all'utilizzo di proteine modificate geneticamente. Hanno scoperto che il batterio ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale