Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 574

Risultati da 231 a 240 DI 574

15/01/2013 14:15:37 Non tutti i mali vengono per nuocere

Apnee notturne ed infarto
Le apnee notturne sono caratterizzate da pause respiratorie durante il sonno, che determinano intermittenti riduzioni dell'ossigenazione del sangue. Numerose ricerche hanno evidenziato che potrebbero determinare un maggior rischio di ipertensione arteriosa, infarto ed ictus cerebrale.
Un recente studio, condotto da Lena Lavie dell’Unità di anatomia e biologia cellulare dell’Istituto Technion di Haifa e pubblicato sul numero di gennaio dell’American journal of respiratory and critical care ... (Continua)

14/12/2012 I vantaggi del sesso mattutino

Sesso, a qualcuno piace presto
Fare l'amore appena svegli migliora l'umore e ci rende più forti, aiutando il nostro sistema immunitario. Lo dice una ricercatrice del Kinsey Institute, Debby Herbenick, che ha operato una revisione di diversi studi sull'argomento pubblicando un libro dal titolo “Perché ci si sente bene”.
I rapporti sessuali al mattino aumentano l'ottimismo e riducono le possibilità di ammalarsi di influenza. Alcuni studi sottolineano addirittura un beneficio potenziale per la salute della pelle, dei capelli ... (Continua)

06/12/2012 Processo di riparazione innescato da molecole di Rna

Un nuovo modo per riparare il cuore
Anche un cuore malato può ricominciare a battere normalmente. Stavolta le protagoniste non sono le staminali, ma alcune molecole di Rna che avrebbero la capacità di rimettere in funzione le cellule cardiache messe in crisi da un infarto.
Un gruppo di ricercatori italiani del Centro internazionale per l'ingegneria genetica e le biotecnologie (Icgeb) di Trieste, guidato dal direttore Mauro Giacca, ha studiato e riprodotto la tecnica utilizzata da alcuni animali come la salamandra o i pesci, ... (Continua)

03/12/2012 
I defibrillatori più utili a sei mesi dall'infarto

Impiantare un defibrillatore cardiaco nelle settimane che seguono un infarto sarebbe meno efficace rispetto all'impianto effettuato sei mesi dopo. Lo ha stabilito uno studio internazionale pubblicato sul New England Journal of Medicine.


Il defibrillatore impiantabile permette ad un cuore in aritmia di ripartire ad un ritmo normale. Degli studi avevano mostrato che questi apparecchi salvano la vita anche quando erano impiantati da sei mesi a molti anni dopo l'evento ... (Continua)
30/11/2012 Un componente aumenta il rischio di eventi cardiovascolari

Attenzione ai rimedi contro il raffreddore
Tentare di curare ad ogni costo il raffreddore potrebbe avere effetti davvero deleteri. Molti farmaci, spacciati per miracolosi, contengono dei vasocostrittori potenzialmente pericolosi per la salute del cuore.
In particolare, alcuni farmaci utilizzati per via orale e venduti senza prescrizione contengono pseudoefedrina, una molecola dall'effetto vasocostrittore che aumenterebbe il rischio di infarto del miocardio e di accidente vascolare cerebrale. “Oltretutto, questi prodotti vengono ... (Continua)

28/11/2012 Farmaco indicato per i pazienti con trombosi venosa profonda o embolia polmonare
Embolia polmonare, autorizzato Rivaroxaban
L’anticoagulante orale Xarelto (rivaroxaban) di Bayer HealthCare è stato approvato dalla Commissione Europea (CE) per il trattamento dell’embolia polmonare (EP) e la prevenzione delle recidive di trombosi venosa profonda (TVP) e dell’EP negli adulti.
Tale approvazione fa di rivaroxaban l'unico nuovo anticoagulante orale approvato per questa indicazione nell’UE. "Circa un paziente su 10 affetto da embolia polmonare muore a causa della malattia, e a questo riguardo, l’EP rimane una delle ... (Continua)
27/11/2012 Danni non solo a cuore e polmoni
Anche il cervello soffre il fumo
Fumare non mette a rischio solo polmoni e cuore, ma anche il cervello. Una ricerca del King's College di Londra rivela che l'abitudine di aspirare tabacco porta a un aumento delle probabilità di sviluppare demenza senile e Alzheimer.
I ricercatori sono partiti dal desiderio di comprendere quale tipo di legame vi fosse fra un evento cardiovascolare come un ictus o un infarto e la salute del cervello. L'analisi si è servita di un campione di 8800 soggetti seguiti per un periodo di otto anni. ... (Continua)
22/11/2012 12:02:14 Rischio di un infarto miocardico acuto per le tensioni da perdita del lavoro

Attenti al primo anno di disoccupazione
Rimanere senza lavoro è già di per sé un’esperienza che segna, ma è difficilmente immaginabile la sensazione di non riuscirne a trovarne un altro o di subire continui licenziamenti. Le tensioni indotte dalla perdita del posto di lavoro e dallo stato di disoccupazione, dall'alternanza di periodi senza lavoro e soprattutto da licenziamenti multipli e continui costituiscono dei fattori di rischio per eventi cardiovascolari acuti.
Uno studio statunitense su oltre 13000 adulti con età compresa ... (Continua)

19/10/2012 09:51:00 Dati contrastanti dal Programma nazionale esiti
Il rapporto Agenas sulla salute degli ospedali
Sono dati molto variegati quelli provenienti dal rapporto fornito al Ministero della Salute dall'Agenas, l'Agenzia per i servizi sanitari regionali, sull'efficienza delle strutture ospedaliere italiane.
Il Programma nazionale esiti si è basato sui dati relativi a prestazioni e ricoveri ospedalieri effettuati nel 2010. La premessa dell'agenzia è che i dati possono essere in alcuni casi influenzati negativamente dai comportamenti scorretti degli amministratori, che li alterano per ottenere ... (Continua)
18/10/2012 Si alza anche la probabilità di malattie cardiovascolari
La psoriasi aumenta il rischio di diabete
Chi soffre di psoriasi vede innalzarsi del doppio il rischio di sviluppare anche il diabete. A dirlo è una ricerca effettuata dalla University of California di Davis pubblicata su Archives of Dermatology. I ricercatori americani hanno analizzato i dati di oltre 314 mila pazienti trovando una connessione fra la patologia della pelle e un malfunzionamento nella gestione degli zuccheri nel sangue, fattore di rischio tipico per chi ha problemi di cuore e di diabete.
I risultati della metanalisi ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale