Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 574

Risultati da 271 a 280 DI 574

31/01/2012 11:31:53 
Shock
Shock

Lo shock è causato da un’insufficiente irrorazione dei tessuti e degli organi vitali con sangue ossigenato. Rappresenta un’emergenza grave e richiede l’intervento medico urgente poiché, se non curato, può causare la morte.
Alla base di uno shock possono esserci varie situazioni scatenanti:

- insufficienza respiratoria;

- arresto cardiaco o alterazioni gravi della funzionalità del cuore (infarto, aritmie);

- gravi ferite o perdite di sangue;

- ... (Continua)
31/01/2012 Studio sulla risposta ipossica dell'organismo

Tumori, scoperte nuove proteine responsabili
Una ricerca inglese ha scovato una nuova famiglia di proteine coinvolte nella regolazione della risposta dell'organismo a condizioni di scarsa ossigenazione. La scoperta, pubblicata su Nature Cell Biology, potrebbe rivelarsi importante ai fini della ricerca in ambito oncologico.
I ricercatori del Barts Cancer Institute dell'Università Queen Mary di Londra e dell'Università di Nottingham hanno indagato infatti i complessi meccanismi che si mettono in moto in caso di risposta ipossica, che ... (Continua)

24/01/2012 Eccezionale intervento su un uomo colpito da grave aritmia

Trapianto doppio, doppio infarto
È stato salvato da un'équipe dell'ospedale di Verona un uomo di 71 anni colpito da doppio infarto. Si tratta di duplice crisi cardiaca perché il paziente in questione ha due cuori, frutto di una tecnica di trapianto ormai abbandonata per i rischi connessi.
(Continua)

19/01/2012 Attesa per i risultati della sperimentazione di un vecchio farmaco

La disfunzione erettile curata con un antibiotico
Entro la fine dell’anno sono attesi i risultati dello studio clinico di Fase IIb sull’acido clavulanico (inibitore enzimatico delle beta lactamasi, noto antibiotico) a conferma (o smentita) del suo possibile utilizzo quale terapia in grado di aumentare la performance sessuale nel maschio.
I risultati positivi emersi dal precedente studio clinico di Fase IIa hanno infatti aperto ad una possibilità di trattamento per tutti quegli uomini con Disfunzione Erettile (circa il 30%) che, per ... (Continua)

11/01/2012 Un uso moderato non pregiudica la funzionalità polmonare

La marijuana non compromette i polmoni
I polmoni non vengono messi a rischio da un uso moderato di marijuana. È quanto emerge da uno studio effettuato dall'Università dell'Alabama che ne ha pubblicato i dettagli sulla rivista Journal of American Medical Association (JAMA). Questa ricerca comunque non assolve la marijuana dai gravi danni che provoca alla salute, come rischio infarto e cancro.
Si è partiti dal presupposto che l'uso della marijuana registra un costante aumento, anche considerando il recente processo di ... (Continua)

11/01/2012 Pradaxa aumenta le possibilità di infarto

Un anticoagulante mette a rischio il cuore
Il farmaco anticoagulante Pradaxa è associato a un rischio più elevato di infarto. Lo affermano i ricercatori della Cleveland Clinic, in Ohio, che hanno analizzato sette studi sull'utilizzo del farmaco che coprono un campione complessivo di 30 mila pazienti.
La ricerca, pubblicata su Archives of Internal Medicine, evidenzia la possibilità che il farmaco sia legato a un rischio maggiore di infarto o di sindrome coronarica acuta rispetto ad altri medicinali della stessa categoria come il ... (Continua)

10/01/2012 14:04:01 La reazione emotiva alla perdita di una persona cara può essere drammatica

Si può reagire al lutto anche con un infarto

Quando muore una persona cara, la reazione di chi resta può raggiungere picchi di grande gravità. La disperazione e le emozioni legate alla perdita possono attivare meccanismi psicofisiologici tali da compromettere alcune funzionalità vitali.
La pressione arteriosa, la frequenza cardiaca possono aumentare fino a slatentizzare scompensi a carico di organi essenziali per la vita, come il cuore.
Classicamente una forte emozione scatena questo tipo di reazioni fisiologiche che seppure ... (Continua)

05/01/2012 Le risposte alla cardio-tossicità dei farmaci

Come ridurre gli effetti della chemio
L'evoluzione dei farmaci e delle terapie antitumorali non conosce sosta e i successi testimoniati dall'allungamento complessivo della vita media dei pazienti ne è la riprova. Tuttavia il conto che l'organismo nel suo complesso deve pagare per questi progressi non è irrilevante.
In molti casi, infatti, i pazienti devono addirittura sospendere i trattamenti per problemi cardiaci, ma gli esperti sottolineano l'importanza dell'ecocardiografia per una valutazione anticipata dei possibili ... (Continua)

23/12/2011 Tre composti stimolano la trasformazione delle staminali

Scoperte nuove molecole per cellule cardiache
Scoperta una nuova famiglia di molecole che favoriscono la modificazione delle cellule staminali in cellule cardiache. Il risultato è frutto del lavoro di un team dell'Università di Shangai coordinato da Tao P. Zhong, che ne ha pubblicato gli esiti sulla rivista Chemistry and Biology.
Si tratta di una ricerca che potrebbe rappresentare l'inizio di un nuovo tipo di approccio terapeutico per la rigenerazione cardiaca: “nonostante i progressi della medicina moderna la gestione dell'infarto ... (Continua)

06/12/2011 10:35:13 Allo studio un esame specifico che indichi una predisposizione genetica
La componente genetica nelle malattie cardiovascolari
L'insorgenza di eventi cardiovascolari avversi è determinata da un complesso di fattori all'interno dei quali è senz'altro di fondamentale importanza lo stile di vita. Tuttavia, vi è anche una componente genetica e nel giro di qualche anno potrebbero essere disponibili dei test che rivelino le maggiori o minori probabilità di incorrere in un ictus o in un infarto.
A preannunciare questa eventualità è uno studio italiano diretto da Andrea Mezzetti dell'Università Gabriele D'Annunzio di ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale