Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 574

Risultati da 301 a 310 DI 574

28/07/2011 Novità tecnologiche per l'analisi delle malattie cardiovascolari
L'arteriosclerosi studiata in 3D
A partire da immagini acquisite con la Tac (Tomografia assiale computerizzata), è possibile realizzare al computer una mappatura del flusso emodinamico su grande scala per comprendere i meccanismi alla base delle malattie cardiovascolari, come l’arteriosclerosi.
Si è giunti a questo risultato grazie a un gruppo di ricerca in collaborazione tra l’Istituto dei processi chimico fisici (Ipcf) e l’Istituto per le applicazioni del calcolo (Iac) del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr) e ... (Continua)
13/07/2011 Studio rivela l'esistenza di geni che predispongono agli attacchi cardiaci

La firma genetica della morte cardiaca improvvisa
I geni hanno un ruolo nella predisposizione alla morte cardiaca? Sì, secondo un team internazionale di ricercatori che ha scoperto una variazione genetica che potrebbe mettere le persone maggiormente a rischio di morte cardiaca improvvisa (MCI).
Lo studio è in parte finanziato da un contributo del Settimo programma quadro (7° PQ) dell'UE. Pubblicati sulla rivista PLoS Genetics, i risultati potrebbero aiutare a far luce sul contributo genetico della predisposizione alla MCI e forniscono ... (Continua)

23/06/2011 La patologia genetica al centro di un'ipotesi di lavoro italiana
Nuova terapia per la malattia di Fabry
Può manifestarsi in forme molto diverse sia per la gravità sia per gli organi che colpisce, provocando tra gli altri danni renali e cardiaci con possibili rischi di ictus o di infarto. Insorge durante l’infanzia, ma anche in età adulta quando, a causa della sovrapposizione dei sintomi con quelli più comuni, può essere sotto-diagnosticata. È la malattia di Fabry, una rara patologia genetica.
Alcuni ricercatori italiani propongono una nuova terapia che può essere assunta per via orale e ... (Continua)
15/06/2011 Ricerca valuta la possibilità di interventi anche in età avanzata

Interventi al cuore, va stabilito un limite di età?
C'è un limite anagrafico oltre il quale intervenire chirurgicamente al cuore non è più conveniente? Se lo chiede uno studio effettuato dall'ospedale Careggi di Firenze in collaborazione con il Civico di Brescia, il Santa Maria della Misericordia di Udine e l'Università di Maastricht.
I ricercatori hanno analizzato i dati di 1640 pazienti oltre gli 80 anni sottoposti a intervento di chirurgia cardiovascolare fra il 1998 e il 2009. I dati sono stati confrontati con quelli di soggetti con ... (Continua)

09/06/2011 Allo studio un farmaco per il recupero dopo un attacco cardiaco

Una pillola che ripara il cuore
Un team di ricerca inglese è al lavoro su un nuovo farmaco per il cuore. La pillola, nelle intenzioni dei ricercatori britannici, servirebbe a riportare alla condizione precedente l'attacco un cuore che ha subito un infarto.
Gli scienziati dello University College di Londra hanno pubblicato un articolo sulla rivista Nature in cui descrivono le caratteristiche del nuovo farmaco, che punta a ricostruire i tessuti e i vasi sanguigni che circondano il cuore e limitare, se non eliminare, i ... (Continua)

07/06/2011 5 regole da seguire per intervenire al meglio sul paziente

Il pronto soccorso ottimale
Anche in caso di emergenza è auspicabile mantenere il controllo e adottare comportamenti precisi e professionali. È quanto suggerisce un gruppo di 255 esperti di medicina interna che, sotto la guida di Jeffrey Jaeger dell'Università della Pennsylvania, hanno stilato un breve elenco di procedure per il pronto soccorso e le terapie da privilegiare in seguito al ricovero.
Le cinque regole messe a punto dai medici americani e pubblicate su Archives of Internal Medicine puntano a ottimizzare il ... (Continua)

07/06/2011 I chili di troppo interferiscono anche con i geni che regolano il cuore

L'obesità manda fuori sincrono il cuore
Una ricerca aggiunge un nuovo aspetto negativo a quelli connessi ad una condizione di obesità o di sovrappeso. Secondo uno studio svolto da David Stepp della Georgia Health Sciences University, il grasso svolgerebbe un'azione di disturbo sul sistema cardiovascolare nel momento in cui è più necessario un suo perfetto funzionamento, ovvero quando ci si sveglia al mattino.
Le statistiche dicono infatti che la maggior parte degli infarti, e in particolare quelli gravi, si verifica di mattina, ... (Continua)

03/06/2011 L'operazione aumenterebbe il rischio di problemi cardiovascolari

Rimozione delle tonsille e infarto, un nesso
C'è stato un periodo in cui chi non si sottoponeva a un intervento per la rimozione delle tonsille era considerato quasi alla stregua di una mosca bianca. Ora una ricerca pubblicata sullo European Heart Journal ci spiega che forse era la scelta giusta.
Secondo lo studio, che ha scartabellato i registri medici svedesi di migliaia di persone ricoverate fra il 1955 e il 1970, ha vagliato un totale di 54 mila tonsillectomie. I pazienti che avevano subito un intervento sono stati seguiti nel ... (Continua)

25/05/2011 Scoperta da ricercatori americani una proteina prodotta in caso di pericolo

La proteina della sopravvivenza
Un team di ricerca americano della Johns Hopkins University School of Medicine di Baltimora ha individuato una proteina che protegge il cervello dagli effetti nocivi prodotti da una serie di patologie quali ictus, infarto e diabete.
La scoperta è stata pubblicata su Nature Medicine, sulle cui pagine i ricercatori spiegano il funzionamento di questa proteina, denominata Iduna. L'organismo comincia a produrla quando vengono messi in moto alcuni meccanismi volti alla riduzione del danno in ... (Continua)

16/05/2011 09:52:34 La salute del cuore passa attraverso un'attività fisica adeguata

Camminare in fretta per proteggere il cuore
Il consiglio è di indossare un paio di scarpe comode e di mettersi a camminare a buon ritmo. Lo dicono i risultati di uno studio condotto su quasi 1500 persone colpite da infarto, che ha dimostrato alla fine l'utilità dell'attività fisica nella riduzione delle probabilità di un secondo attacco.
La ricerca è stata presentata nel corso del congresso dell'ANMCO (Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri), il cui presidente, Marino Scherillo, commenta: “per attività fisica in fase di ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale