Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 574

Risultati da 311 a 320 DI 574

16/05/2011 Banane e legumi fra gli alimenti più indicati per abbassare la pressione

4 grammi di potassio per tenere a bada l'ipertensione
Un consumo adeguato di potassio nel corso della giornata aiuta a tenere sotto controllo l'ipertensione. È quanto sostengono i dati della Società Italiana per l'Ipertensione Arteriosa, i cui ricercatori hanno riesaminato tutti gli studi disponibili degli ultimi 50 anni sull'argomento.
Ne è emerso che aggiungere anche solo un grammo e mezzo di potassio rispetto al consumo medio si traduce in una diminuzione delle probabilità di ictus del 22 per cento e del rischio di eventi cardiovascolari ... (Continua)

10/05/2011 Un cerotto biologico consente la crescita di nuovi vasi sanguigni

Nuova tecnica per riparare il cuore colpito da infarto
Una nuova opzione terapeutica per porre rimedio ai danni provocati dall'infarto del miocardio. L'hanno messa a punto alcuni ricercatori della Columbia University's Fu Foundation School of Engineering and Applied Science guidati da Gordana Vunjak-Novakovic.
La ricerca, pubblicata su Proceedings of the National Academy of Sciences, parte dalla pulizia di un frammento di tessuto cardiaco, depurato da ogni cellula precedente e arricchito con cellule staminali umane. L'impalcatura creata dai ... (Continua)

21/04/2011 Nuove prospettive di cura dalla ricerca biomolecolare
Scoperti i meccanismi che causano lo scompenso cardiaco
Sono stati scoperti i meccanismi che causano lo scompenso cardiaco. Gli studi condotti nel Centro di Biotecnologie Molecolari dell’Università di Torino dal gruppo di ricerca guidato dal Prof. Hirsch svelano nuovi elementi chiave coinvolti nello sviluppo dello scompenso cardiaco.
I risultati di una ricerca partita quattro anni fa sono stati pubblicati nei giorni scorsi su Circulation e Molecular Cell, due prestigiose riviste internazionali di massimo riferimento nei campi della Cardiologia ... (Continua)
20/04/2011 La circonferenza del polso nei bimbi obesi determina il possibile rischio

Polso come fattore predittivo di infarto e ictus
Misurare il polso dei bambini con problemi di peso può predire il rischio di infarto e di ictus in età adulta. L'efficacia sarebbe maggiore del calcolo del Bmi, l'indice di massa corporea comunemente utilizzato. Lo ha scoperto uno studio di ricercatori della Sapienza di Roma e del Polo Pontino pubblicato su Circulation: Journal of the American Heart Association.
La sperimentazione ha riguardato un totale di 477 bambini fra i 10 e i 12 anni dei quali sono stati analizzati inoltre i livelli ... (Continua)

19/04/2011 Ricercatori sperimentano nuova molecola per ridurre i danni ai tessuti cardiaci

Un'iniezione aiuta il cuore dopo un infarto
Una semplice iniezione potrebbe aiutare i pazienti colpiti da infarto o da ictus a recuperare meglio. Lo sostengono alcuni ricercatori dell'Università di Leicester che hanno individuato una molecola in grado di agire nelle prime ore successive alla crisi, quando i coaguli provocano nei tessuti cardiaci una mancanza di ossigeno che può rivelarsi molto dannosa.
L'iniezione, da eseguire entro 12 ore dall’attacco, si basa sulla proteina OMS646, che si mostra in grado di bloccare il meccanismo ... (Continua)

08/04/2011 Nel frutto il ruolo assicurato dalla nobitelina

Mandarino, antinfiammatorio naturale
Per contrastare i problemi di diabete e di cuore potrebbe essere utile consumare mandarini. Lo rivela una ricerca canadese dell'Università del Western Ontario, secondo cui nella buccia del tangerino, una varietà di mandarini, vi sarebbe una sostanza naturale in grado di agire contro il diabete e di scongiurare obesità, infarto e ictus.
La sostanza in questione, la nobitelina, è un flavonoide che dà ai mandarini il colore arancio, ed è presente in una concentrazione 10 volte più potente ... (Continua)

21/03/2011 Due ricerche mostrano i benefici per il cuore con l'impiego di cellule staminali

Le staminali riducono la mortalità in caso di infarto
Un recente trial sull'innesto di cellule staminali in caso di infarto mette in luce la possibile riduzione del danno a carico del tessuto cardiaco. La sperimentazione, ad opera dell'Interdisciplinary Stem Cell Institute dell'Università di Miami diretta da Joshua M. Hare, che è anche autore dello studio, ha evidenziato anche la capacità delle staminali di ridurre le dimensioni del cuore stesso, contrastando in tal modo l'ipertrofia cardiaca e delle pareti dentricolari.
La ricerca, che ha ... (Continua)

07/03/2011 Il più grande studio sulla patologia scopre nuovi geni correlati al rischio
Individuate 13 nuove mutazioni che predispongono all'infarto
Sono state individuate tredici nuove mutazioni genetiche che predispongono all'infarto.
La scoperta è stata resa possibile grazie al più grande studio mai effettuato su questa patologia, che potrebbe portare risposte significative al verificarsi dell'alto numero di casi anche in soggetti che non hanno i noti comportamenti a rischio per la malattia, come fumo o obesità.
Il risultato della ricerca è stato pubblicato dalla rivista Nature Genetics, e apre la strada a nuovi studi sui ... (Continua)
28/02/2011 Studio dimostra correlazione malattie cardiovascolari e sintomi della menopausa

Le vampate della menopausa proteggono dall'infarto
Da una recente ricerca americana arriva un buon motivo per soffrire per le donne in età da menopausa. Secondo i ricercatori del Northwestern Memorial Hospital di Chicago, i sintomi della menopausa, in particolare le vampate di caldo che affliggono molte donne, sono associabili a un minor rischio di infarto, soprattutto se compaiono nella fase iniziale.
Lo studio, pubblicato su Menopause e al quale hanno collaborato esperti dell'Harvard Medical School, mostra chiaramente che le vampate di ... (Continua)

24/02/2011 Nella funzionalità delle pareti sanguigne l'indizio di problemi al cuore

Un biomarcatore annuncia l'infarto
Oltre al controllo dei tradizionali fattori di rischio – colesterolo, obesità, fumo ecc. – un nuovo studio proveniente dal Canada suggerisce la verifica periodica della corretta funzionalità delle pareti sanguigne, della loro elasticità e resistenza, segno inequivocabile, stando ai ricercatori dell'Università di Calgary, dello stato del nostro apparato cardiovascolare. La valutazione di questo biomarcatore predice la consistenza o meno del rischio di infarto e di altre patologie di carattere ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale