Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 574

Risultati da 411 a 420 DI 574

28/04/2008 
NAFLD e NASH associate a patologia cardiovascolare
La steatosi epatica non alcolica (NAFLD) e la sua forma più grave, la steatoepatite non alcolica (NASH), costituiscono un problema sanitario significativo che colpisce milioni di persone in tutto il mondo ed in particolar modo nei paesi occidentali. La NAFLD è un accumulo lipidico nel fegato la cui causa non è legata all’abuso di alcool. Quando tale condizione progredisce ed è associata ad infiammazione e danno epatico viene definita NASH, e si ritiene che possa insorgere nel 15 - 25% dei casi ... (Continua)
14/04/2008 
Prevenzione dell’infarto in una proteina
Technogenetics, azienda del gruppo farmaceutico Bouty, ha messo in commercio un nuovo test genetico (Loxin–Test) per l’individuazione di soggetti a rischio di malattie cardiovascolari, frutto di un’innovativa ricerca genetica sviluppata presso l’Università Tor Vergata di Roma. Il Loxin-test è il risultato di una stretta collaborazione tra la Technogenetics, azienda del gruppo Bouty Healthcare S.p.A. (BTY.MI), storico marchio farmaceutico italiano e la Società R.E.D.D., spin-off dell’Università ... (Continua)
04/04/2008 
Stent a rilascio di farmaco dimezzano morti e recidive
Dall’American College of Cardiology, massimo appuntamento mondiale di cardiologia tenutosi a Chicago, arriva una riabilitazione tutta italiana degli stent a rilascio di farmaco (dispositivi inseriti nelle coronarie infartuate e capaci di evitare la ri-occlusione), la cui efficacia e sicurezza erano state messe in dubbio dalla comunità scientifica internazionale.
La ricerca della cattedra di cardiologia dell’Università di Ferrara diretta dal prof. Roberto Ferrari, presidente eletto della ... (Continua)
14/03/2008 
Meno infarti e ictus con un gatto in casa
Sembra che tenere un gatto in casa possa ridurre di almeno un terzo il rischio di avere un infarto, un ictus o altre malattie cardiovascolari. Dei ricercatori dell'Università del Minnesota hanno presentato uno studio in occasione del congresso dell'American Stroke association a New Orleans in cui sostenevano questa tesi.
Lo studio è stato eseguito analizzando i dati di 4235 americani tra i 30 e i 75 anni, di cui 2235 avevano un gatto in casa, mentre i restanti non possedevano alcun animale. ... (Continua)
12/03/2008 
Nuove frontiere nell’Alzheimer
Osservando elevati valori di glutammato cerebrale nei pazienti Alzheimer, considerando la possibile neurotossicità dell’eccesso di glutammato, si sono cercati farmaci in grado di ridurre tale eccesso:
Acetilcisteina
Il livello elevato di glutammato cerebrale nell’Alzheimer è stato dimostrato essere dovuto ad uno stress ossidativo, che modifica il trasporto del glutammato, portando ad una morte neuronale eccitotossica (cioè neuroni esposti ad elevate concentrazioni di ... (Continua)
07/03/2008 

L'alcol interferisce con le difese dall'infarto
L’assunzione eccessiva di alcol (l’equivalente di mezza bottiglia di vino) peggiora il danno cardiaco causato da un infarto, in quanto blocca le difese naturali che il nostro cuore utilizza nel tentativo di ridurre tale danno.
Questo risultato è stato dimostrato da uno studio pubblicato di recente sul Journal of the American College of Cardiology da un gruppo di ricercatori coordinato da Filippo Crea, direttore dell’Istituto di Cardiologia dell’Università Cattolica di Roma. ... (Continua)

05/03/2008 
Infarto, più ricadute per chi fuma
"Anche solo 2 o 3 sigarette al giorno raddoppiano il rischio di subire un secondo infarto. Fumare 40 sigarette vuole aumentare quel rischio di 40 volte". Lo ricorda Filippo Crea, cardiologo della Cattolica di Roma, durante la presentazione del XXV Congresso di Cardiologia 'Conoscere e curare il cuore'. Ma questo non basta a dissuadere gli amanti delle bionde, nemmeno dopo essere stati colpiti da infarto. Difatti, continua Crea, "dopo il primo infarto l'80% dei fumatori non dice addio ... (Continua)
25/02/2008 
Controllo non farmacologico del colesterolo
Riequilibrare l’apporto dei diversi acidi grassi alimentari, integrare la dieta giornaliera con fibre, carboidrati complessi a basso indice glicemico, impiegando quando opportuno alimenti arricchiti in fitosteroli o proteine di soia, praticare una regolare attività fisica: sono questi gli elementi che possono contribuire ad un efficace controllo non farmacologico dei livelli di colesterolo nel sangue, aiutando così a prevenire gravi patologie, in particolare cardiovascolari.
Sono queste ... (Continua)
22/02/2008 

Cardiologia e ortopedia, interventi innovativi
L’azienda ospedaliera “Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo” di Alessandria può vantare un doppio risultato per la chirurgia d’eccellenza: un paziente di Cardiochirurgia è stato trattato con cellule staminali autologhe (prelevate dallo stesso paziente) per migliorare la funzione cardiaca compromessa dalla malattia delle arterie coronarie. E’ stato un intervento innovativo, il primo in Italia realizzato utilizzando un avanzato sistema medicale.
Il secondo intervento, in Ortopedia, ha ... (Continua)

14/02/2008 Le patologie urogenitali causate dall'attività sportiva

Lo sport può anche fare male
In alcuni casi la pratica sportiva, senza dubbio da raccomandare per una vita in salute, può essere un fattore di peggioramento o di insorgenza di patologie urogenitali più o meno gravi.
Alcune patologie urogenitali, come il varicocele, l’orchialgia cronica, le sindromi prostatiche, il dolore pelvico cronico, l’ipertrofia prostatica, la sindrome del canale di Alcock, possono essere causate o accentuate in particolare dai traumi conseguenti l’attività sportiva. Un capitolo a parte meritano ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale