Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1136

Risultati da 381 a 390 DI 1136

28/10/2013 Ma gli steroli vegetali possono prevenire la malattia

L'indurimento delle arterie predice l'Alzheimer
Le arterie indurite potrebbero essere il campanello d'allarme per l'insorgenza della malattia di Alzheimer negli anziani senza sintomi di demenza. Ad affermarlo è una ricerca dell'Università di Pittsburgh pubblicata su Neurology.
Secondo gli esiti dello studio, l'indurimento delle arterie aumenterebbe le probabilità di avere placche di beta-amiloide nei vasi arteriosi cerebrali, il tipico segno che preannuncia l'arrivo dell'Alzheimer.
Il coordinatore della ricerca Timothy Hughes, che ... (Continua)

24/10/2013 15:34:36 La ricerca farmacologica in ambito neuro-psichiatrico

Potenziare con i farmaci l'autoriparazione del cervello
La relazione tra neurogenesi e malattie neuropsichiatriche costituisce un nuovo ed affascinante campo di indagine neurobiologica, in cui la cellula staminale neurale adulta costituisce un potenziale bersaglio, sia per interventi terapeutici di nuova concezione, sia per l’interpretazione dell’attività di farmaci da tempo utilizzati in ambito clinico.
Nel corso dei lavori della 36° Edizione del Congresso Nazionale della Società Italiana di Farmacologia, in programma a Torino dal 23 al 26 ... (Continua)

24/10/2013 12:36:36 Nuovo tassello nella comprensione di questa malattia genetica
Alla base del rene policistico un problema di tubi espansi
Nuova luce sui meccanismi molecolari alla base di una delle malattie genetiche più diffuse, il rene policistico autosomico dominante, che solo in Italia colpisce ben 60mila persone.
Lo annuncia uno studio pubblicato su Nature Communications dal gruppo di ricerca dell’Istituto Telethon Dulbecco guidato da Alessandra Boletta presso la divisione di Genetica e biologia cellulare dell’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano.
Il lavoro fornisce un contribuito importante alla comprensione del ... (Continua)
24/10/2013 I bambini nati grazie alla fecondazione assistita rischiano di più

I rischi della fecondazione assistita
La fecondazione assistita è associata a un rischio maggiore di cancro nei bambini nati grazie alle varie tecniche utilizzate per stimolare le gravidanze. A dirlo è una vasta revisione sistematica prodotta dai ricercatori del Danish Cancer Society Research Center di Copenaghen guidati dalla dott.ssa Marie Hargreave.
L'analisi ha preso in esame 25 studi pubblicandone il resoconto su Fertility and Sterility. I dati dimostrano che i bambini nati dopo un trattamento di fecondazione assistita ... (Continua)

23/10/2013 Dormire poco può avere effetti molto negativi

I disturbi del sonno associati all'Alzheimer
In genere, dormire poco non è affatto una buona idea. Nello specifico, lo è ancora meno se si paventa l'insorgenza del morbo di Alzheimer. Uno studio condotto dai ricercatori della Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health ha infatti associato la presenza di disturbi del sonno all'aumento delle probabilità di Alzheimer.
L'analisi, pubblicata su Jama Neurology, dimostra che sia il sonno di breve durata sia una scarsa qualità complessiva del riposo notturno sono tratti associabili a una ... (Continua)

22/10/2013 12:08:59 Nuova teoria sul funzionamento dell'organo principe

Come pensiamo, cervello alto o basso?
Sarà che si tratta di un organo estremamente complicato da analizzare, ma riserva sempre molte sorprese. È il cervello, protagonista di un libro in uscita che promette di mettere in discussione i fondamenti su cui si sono basate finora le teorie sul funzionamento cerebrale.
L'autore è un neuroscienziato americano, Stephen M. Kosslyn dell'Università di Harvard, affiancato nella parte redazionale dallo scrittore G. Wayne Miller. I due utilizzano termini inediti per parlare di cervello, “alto” ... (Continua)

22/10/2013 L'insorgenza precoce del tipo 2 associata a maggiori rischi

Nei giovani il diabete di tipo 2 è più pericoloso del tipo 1
Quando insorge in età giovanile, il diabete di tipo 2 è più rischioso del tipo 1, associandosi a un maggior tasso di mortalità e complicanze. A dirlo è uno studio condotto da Stephen Twigg del Diabetes Centre, Royal Prince Alfred Hospital di Sidney.
La ricerca, pubblicata su Diabetes Care, ha preso in esame il nuovo fenomeno della crescita di questo tipo di diabete nella popolazione giovanile. La maggior pericolosità sembra essere legata soprattutto a una più alta esposizione nel corso della ... (Continua)

21/10/2013 15:52:51 Bambini e adolescenti non necessitano di esami costosi

Un algoritmo valuta il dolore al petto
Un semplice algoritmo potrebbe semplificare la vita di tanti medici e pazienti. Il suo nome è Scamps, acronimo di Standardized clinical assessment and management plan (Piano per l’accertamento e la gestione clinica standardizzata), e serve per valutare al meglio il dolore al petto di bambini e adolescenti, allo scopo di escludere la comparsa di pericolose malattie cardiache.
Sulla rivista Pediatrics, Gerald H. Angoff del dipartimento di pediatria del Dartmouth-Hitchcock medical center di ... (Continua)

21/10/2013 14:20:37 Comportamento influenzato dal ritmo sonno-veglia

Il sonno dei bambini
Il modo in cui si comportano i bambini durante i primi mesi di vita è associato al ritmo sonno-veglia che il bimbo adotta. Lo dice uno studio pubblicato sulla rivista specializzata Pediatrics dalla dott.ssa Yvonne Kelly dello University College di Londra: “lo stato di salute nelle fasi iniziali della vita ha una profonda influenza sul benessere a breve e a lungo termine, e identificare i fattori di rischio capaci di interferire con un armonico sviluppo pone le basi per migliorare la salute ... (Continua)

18/10/2013 Studi epidemiologici mettono in luce i rischi dello smog

L'inquinamento uccide, lo dice anche l'Oms
Alla fine anche l'Organizzazione mondiale della sanità ha inserito gli agenti inquinanti dell'aria tra i fattori che possono provocare il cancro. La decisione è dell'Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (Iarc), un organismo interno all'Oms che, dopo aver inserito singoli inquinanti come le emissioni dei motori diesel e i solventi, ha ora stabilito che tutti gli agenti inquinanti, anche quelli ritenuti meno pericolosi, entrano a far parte della categoria degli elementi ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale