Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1136

Risultati da 641 a 650 DI 1136

30/05/2011 Canakinumab allevia il dolore e riduce il rischio di nuovi attacchi
Artrite gottosa, buoni risultati da una sperimentazione
Arrivano risultati promettenti da due studi pilota di Fase III su una molecola contro l'artrite gottosa severa. Lo annuncia la casa farmaceutica Novartis, che ricorda come l'ACZ885 (canakinumab) svolga un’azione benefica per il sollievo del dolore e riduca il rischio di nuovi attacchi fino al 68% rispetto a uno steroide iniettabile (il triamcinolone acetonide, TA) utilizzato nel trattamento degli attacchi di artrite gottosa.
L’ACZ885 è un anticorpo monoclonale sperimentale totalmente ... (Continua)
27/05/2011 Ciechi fin dall'infanzia si muovono grazie a un localizzatore biologico

Non vedenti dotati di un sonar
È idea ormai diffusa che chi non vede sviluppi capacità diverse e affini gli altri sensi. Una ricerca della University of Western Ontario, in Canada, va oltre e dimostra come i non vedenti abbiano la possibilità di utilizzare una sorta di sonar biologico, simile a quello dei pipistrelli.
Secondo lo studio, infatti, i ciechi riescono ad utilizzare a questo scopo una regione del cervello generalmente coinvolta nell'elaborazione delle immagini. I ricercatori hanno sottoposto ad analisi due ... (Continua)

26/05/2011 Più di 120 molecole studiate per essere utilizzate come farmaci anti-obesità

Le strategie farmacologiche per aggredire l’obesità
“La possibilità di perdere peso con un intervento farmacologico rappresenta una strategia allettante se si considera che negli ultimi 25 anni, più di 120 molecole farmacologiche sono state studiate per la possibilità di essere utilizzate come farmaci anti-obesità”. È quanto racconta l’endocrinologo Luigi Laviola nel corso del Congresso Nazionale.
L’esperto specifica tuttavia che “soltanto la molecola orlistat è al momento disponibile sul mercato e approvata dalle agenzie internazionali ... (Continua)

25/05/2011 Innovazione tecnologica per velocizzare la diagnosi

Un nuovo microscopio per scovare il melanoma
Messo a punto da un team di ricercatori tedeschi un nuovo tipo di microscopio che facilita la diagnosi in caso di tumori della pelle e in particolare di melanoma. Il risultato, frutto del lavoro dell'Istituto Fraunhofer di Jena, è uno strumento di ultima generazione in grado di offrire immagini ad alta risoluzione della pelle su qualsiasi dimensione, mentre al momento i microscopi utilizzati possono analizzare solo piccole aree.
L'altra caratteristica fondamentale del nuovo strumento è la ... (Continua)

24/05/2011 Studio mostra il legame tra dieta e flora intestinale

I cibi che mangiamo influenzano la salute
Esiste una relazione dinamica tra dieta ed ecosistemi intestinali, sia dell’uomo che di altri mammiferi. I cibi che mangiamo, infatti, influenzano pesantemente le funzioni metaboliche dei diversi tipi di microorganismi che vivono nel nostro intestino, e ciò si verifica anche in animali come giraffe, leoni, orsi polari e scimpanzé.
È quanto evidenzia uno studio condotto da scienziati della Washington University School of Medicine a St. Louis e dell’Istituto Superiore di Sanità, pubblicato ... (Continua)

20/05/2011 Ricercatori scovano un legame fra l'espressione di alcuni geni e la depressione

Un nesso fra Dna e depressione
Si riaffaccia l'ipotesi che la depressione sia generata da alterazioni nell'espressione di alcuni geni. Un team di ricerca del King's College di Londra nel Regno Unito ha trovato un "difetto" nell'acido deossiribonucleico che può far aumentare le probabilità di soffrire di depressione.
Si tratta di uno di due studi indipendenti che si sono occupati del legame tra geni e depressione. I risultati, pubblicati sull'American Journal of Psychiatry, potrebbero aiutare i ricercatori a sviluppare ... (Continua)

11/05/2011 Trattamento enzimatico sostitutivo per assicurare una vita normale
Nuova terapia per la Malattia di Gaucher
Un’ottima notizia per tutti coloro che sono costretti a convivere con una malattia genetica rara quanto invalidante, la Malattia di Gaucher. È ora disponibile anche in Italia un nuovo farmaco, velaglucerasi alfa, per il trattamento di questa patologia, che amplia finalmente il range delle opzioni terapeutiche disponibili per i pazienti.
Nel 2009, in seguito a una contaminazione virale nello stabilimento di produzione di un’azienda concorrente, si sono verificate gravi difficoltà di ... (Continua)
09/05/2011 Apre al San Raffale un ambulatorio per l'onco-fertilità

Tumori e infertilità, le tecniche per combattere il nesso
Numerose patologie neoplastiche si caratterizzano per una significativa incidenza in età relativamente giovanile. I dati riportati dall’ISTAT e dall’Istituto Superiore di Sanità in Italia mostrano più di 9000 nuovi casi all’anno di tumori diagnosticati nella popolazione femminile fra i 15 e i 39 anni.
Negli anni si sono riusciti a ottenere sempre maggiori percentuali di guarigione, grazie all’impiego di presidi terapeutici di carattere chirurgico, farmacologico e radioterapico. In ... (Continua)

03/05/2011 09:39:36 Le prime impressioni determinano un atteggiamento più o meno aperto

L'altruismo dipende dagli altri
Se siamo altruisti dobbiamo ringraziare gli altri. Ciò che sembra un paradosso è la conclusione di una ricerca effettuata da un team di scienziati tedeschi dell'Istituto Max Planck, secondo i quali a determinare il nostro atteggiamento nei confronti degli altri sarebbero le prime impressioni, che hanno un ruolo fondamentale nelle nostre aspettative e sono difficili da cambiare.
Il dott. Kurschilgen, insieme ai colleghi Christoph Engel e Sebastian Kube, ha valutato i risultati dei cosiddetti ... (Continua)

02/05/2011 Studio rivela gli effetti dei campi magnetici sul cervello

I cellulari alterano l'attività cerebrale
L'attività cerebrale viene modificata dall'utilizzo dei cellulari. È quanto sostengono alcune ricerche, l'ultima delle quali dei National Institutes of Health pubblicata su JAMA. Secondo i ricercatori, le onde elettromagnetiche prodotte dall'uso del telefonino inciderebbero sul metabolismo del glucosio in quelle aree del cervello vicine all'apparecchio.
La sperimentazione ha riguardato 47 volontari ai quali è stato misurato il livello di glucosio metabolizzato grazie alla PET, ovvero la ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale