Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 278

Risultati da 191 a 200 DI 278

16/06/2010 10:03:56 Studio della Cattolica premiato dalla Società Italiana di Neonatologia

Varespladib contro i problemi respiratori dei neonati
Varespladib si è rivelato efficace come agente inibitore di un enzima coinvolto nelle patologie critiche polmonari di neonati e bambini.
Le proprietà del farmaco identificate in un modello sperimentale potrebbero in futuro aprire la strada a nuove terapie antiinfiammatorie nelle patologie respiratorie critiche in età pediatrica, come la malattia delle membrane ialine, la sindrome da aspirazione di meconio e l’Ards pediatrico, noto anche come distress respiratorio.
Il distress neonatale è ... (Continua)

10/06/2010 10:56:33 Scoperta molecola che evita le ricadute in caso di tossicodipendenza

Droga, addio alle crisi di astinenza
Un gruppo di ricercatori inglesi ha scoperto un meccanismo che aiuta i tossicodipendenti a superare le crisi di astinenza. Lo studio condotto dall'Università di Cambridge ha infatti dimostrato che l'atomexina riesce ad attenuare in maniera significativa il desiderio di droga nei momenti più difficili.
La fase successiva alla decisione di smettere è quella più delicata da un punto di vista clinico e rappresenta una vera e propria sfida per la riuscita o meno del trattamento. I ricercatori ... (Continua)

10/03/2010 Studio Avoren dimostra l'efficacia del farmaco sul cancro al rene

Bevacizumab approvato anche per il tumore del rene
La Commissione Europea per i Farmaci per Uso Umano (CHMP) ha espresso parere positivo per l’utilizzo in prima linea di bevacizumab nel trattamento della forma più diffusa di tumore del rene avanzato, quella a cellule renali (RCC). La decisione è basata sui dati dello studio di fase III AVOREN, che ha dimostrato che l’aggiunta di bevacizumab all’interferone offre ai pazienti con tumore RCC avanzato la possibilità di vivere significativamente più a lungo senza progressione della malattia rispetto ... (Continua)

01/02/2010 Lo studio Noah ribadisce la validità della terapia contro il cancro al seno
Trastuzumab e chemio, binomio efficace
È giunto a conclusione lo studio Noah sugli effetti dell'anticorpo trastuzumab associato alla chemioterapia nei casi di tumore mammario. L'aumento delle probabilità di sopravvivenza appare incontestabile. Il 71 per cento delle donne colpite da tumore al seno Her2 positivo sopravvive senza recidive se curate con trastuzumab e chemioterapia, contro il 56 per cento delle donne curate soltanto con chemioterapia.
"I risultati di questo studio - spiega Luca Gianni, dell’Istituto Nazionale Tumori ... (Continua)
24/12/2009 11:45:24 Un ormone potrebbe costituire la base per nuove tecniche di contraccezione

Anno nuovo, contraccettivo nuovo
Un ormone già identificato anni fa negli uccelli e nelle zebre è presente anche negli esseri umani. Il suo nome è GnIH e nel nostro organismo svolgerebbe la stessa funzione studiata qualche anno fa sugli animali, ovvero quella di inibitore di un altro ormone coinvolto nella riproduzione.
Il GnIH sarebbe in grado di bloccare l'azione della gonadotropina, la quale è preposta al rilascio di GnRH, l'ormone che regola appunto i meccanismi di riproduzione biologica.
Utilizzando il gene appena ... (Continua)

11/12/2009 I dati del primo studio clinico sull'antitumorale
Primi risultati dal farmaco anticancro Danusertib
Presentato uno studio positivo sull’efficacia di Danusertib – farmaco scoperto da Nerviano Medical Sciences – nella cura di leucemie in fase avanzata.
Gli esiti della sperimentazione sono stati illustrati in occasione di uno dei più importanti appuntamenti al mondo dedicati alla medicina, il 51° Congresso della Società di Ematologia (ASH) di New Orleans.
“Danusertib è un composto che inibisce tutte e tre le varianti della chinasi Aurora – afferma il dott. Francesco Colotta, Direttore ... (Continua)
30/10/2009 11:19:30 Le proprietà terapeutiche di pesce e verdura

Da fibre e omega 3 un aiuto contro le infiammazioni
È risaputo ormai che l'alimentazione può influenzare in maniera positiva il nostro rapporto con la salute. Ad ulteriore conferma arrivano due diversi studi che si concentrano sugli effetti benefici di fibre e omega 3, i grassi buoni contenuti nel pesce.
Sulla rivista Nature, una ricerca riafferma la capacità che le fibre hanno di rafforzare il sistema immunitario. La novità, in questo caso, è che un'alimentazione attenta all'assunzione di una buona quantità di fibre ha un effetto anche su ... (Continua)

23/10/2009 11:45:17 Esomeprazolo contro la malattia da reflusso gastroesofageo
Nuovo farmaco per il reflusso nei bambini
Nei bambini sani il reflusso gastroesofageo è un normale processo fisiologico che si verifica diverse volte al giorno, per brevi intervalli di tempo, senza far insorgere una sintomatologia particolare. Al contrario, si parla di Malattia da Reflusso Gastroesofageo - MRGE - quando il reflusso del contenuto gastrico causa sintomi fastidiosi e/o complicanze come vomito, tosse, perdita di peso, esofagite erosiva ed erosioni dentali.
Questo è quanto emerge dal congresso SIGENP (Società Italiana ... (Continua)
21/07/2009 Nuovo metodo di drug discovery

Come scoprire farmaci efficaci per il Parkinson
Riuscire a sapere nel giro di due settimane quali farmaci anti-Parkinson possono essere più efficaci. I ricercatori del Whitehead Institute for Biomedical Research di Cambridge hanno sviluppato un metodo di drug-screening rapido e poco costoso che potrebbe essere utilmente impiegato per l’individuazione di terapie per alcune patologie complesse come il Parkinson. La tecnica individuata impiega il comune lievito di birra per analizzare la presunta attività farmacologica di molecole in studio ... (Continua)

16/07/2009 Meno danni dalle ischemie cerebrali
L'inibitore che limita i danni dell'ictus
C'è una speranza in più per quanti sono stati colpiti dall'ictus. Si chiama inibitore C1 ricombinante e anche se somministrato diverse ore dopo il brutto evento, limita i danni cerebrali che si possono scatenare nell'organismo colpito. È una lotta dura da combattere quella per reagire e superare i segni più o meno gravi lasciati dall'ischemia cerebrale, ma gli studi e le ricerche vanno avanti e hanno sempre nuovi rimedi e nuove terapie da offrirci.
L' inibitore C1 ricombinante, copia di ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale