Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 167

Risultati da 51 a 60 DI 167

09/12/2013 Studi evidenziano il nesso fra inquinamento e basso sviluppo

Lo smog fa nascere bimbi sottopeso
Lo smog che ogni giorno respiriamo nelle nostre città mette a rischio il corretto sviluppo dei neonati. A dirlo ormai sono diversi studi dedicati all'argomento, l'ultimo dei quali è stato pubblicato sull'American Journal of Epidemiology da un team della Brown University che ha analizzato i dati sul peso di oltre 250mila bambini nati a New York fra il 2008 e il 2010.
I ricercatori hanno incrociato i dati con quelli relativi ai tassi di inquinamento dell'aria – soprattutto le pm 2,5 e l'ossido ... (Continua)

05/11/2013 19:27:01 Nuovo test per stabilire il corretto apporto di vitamine ed integratori
Misurare la capacità antiossidante
Diversi processi patologici, quali l'infiammazione, o fattori esterni, quali l’inquinamento, il fumo o le radiazioni, possono aumentare la produzione da parte dell’organismo di sostanze ossidanti
come le Specie Reattive dell’Ossigeno (ROS) e dell’Azoto (RNS).
Molti ROS sono radicali liberi, cioè molecole instabili ed altamente reattivi che, per raggiungere una maggiore stabilità, reagiscono con altre molecole con cui vengono in contatto, sottraendo loro un elettrone. I radicali liberi ... (Continua)
05/11/2013 Studio svela il nesso fra le due condizioni

Pubertà precoce associata a obesità
La pubertà è sempre più precoce e porta con sé rischi per la salute delle ragazze, in particolare una maggiore predisposizione all'obesità. È quanto emerge da uno studio pubblicato su Pediatrics dal Cincinnati Children's Hospital Medical Center.
L'analisi ha coinvolto oltre 1200 bambine fra i 6 e gli 8 anni seguite fra il 2004 e il 2011. Stando ai dati, uno degli indizi dell'arrivo della pubertà, ovvero l'inizio dello sviluppo del seno, è anticipato in media di un anno rispetto a una grande ... (Continua)

28/10/2013 Inquinamento arginato dai cibi sani

La dieta mediterranea riduce i danni da smog
Mangiare sano conviene sempre. L'adozione della dieta mediterranea comporta una riduzione dei danni causati all'organismo dall'inquinamento atmosferico. A dirlo è una ricerca presentata nel corso del Congresso nazionale della Società italiana di medicina interna da un team dell'Università La Sapienza di Roma.
Lo studio è stato realizzato su un gruppo di lavoratori di un'acciaieria di Milano. Dai risultati emerge che le polveri sottili riducono del 50 per cento il livello di vitamina E nel ... (Continua)

18/10/2013 Studi epidemiologici mettono in luce i rischi dello smog

L'inquinamento uccide, lo dice anche l'Oms
Alla fine anche l'Organizzazione mondiale della sanità ha inserito gli agenti inquinanti dell'aria tra i fattori che possono provocare il cancro. La decisione è dell'Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (Iarc), un organismo interno all'Oms che, dopo aver inserito singoli inquinanti come le emissioni dei motori diesel e i solventi, ha ora stabilito che tutti gli agenti inquinanti, anche quelli ritenuti meno pericolosi, entrano a far parte della categoria degli elementi ... (Continua)

11/10/2013 16:14:48 Cocktail micidiale insieme ai pollini autunnali

Rinite allergica, occhio all'inquinamento da interni
Starnuti ricorrenti, occhi che lacrimano e naso congestionato, sono compagni scomodi anche in autunno. Non solo quindi il tepore della primavera, ma anche i primi freddi possono innescare la rinite allergica. Patologia infiammatoria della mucosa, a torto sottovalutata, con un trend di crescita calcolato al 5 per cento negli ultimi 5 anni, che sta diventando un problema sanitario a livello globale a causa del suo impatto diretto sulla qualità della vita dei pazienti, sul loro rendimento ... (Continua)

09/10/2013 11:33:14 Conseguenze sul neonato se la mamma è ansiosa o depressa

Stress gestazionale causa disturbi comportamentali nei bimbi
Condurre una gravidanza piena di stress e ansia non fa per niente bene al futuro bambino. Una ricerca del Columbia Center for Children's Environmental Health pubblicata su Pediatrics rivela come alcuni fattori quali ansia, depressione, ma anche esposizione all'inquinamento atmosferico possano produrre disturbi del comportamento nel bambino.
Stando ai dati, nei primi anni di vita il bambino potrebbe reagire all'esposizione in epoca prenatale a tali fattori di rischio evidenziando a sua volta ... (Continua)

10/07/2013 09:20:24 Studio europeo dimostra la stretta relazione con lo smog

L'inquinamento causa tumori al polmone, ora è certo
È stato pubblicato su Lancet Oncology uno studio europeo svolto su oltre 300.000 persone residenti in 9 paesi europei che ha dimostrato che più alta è la concentrazione di inquinanti nell’aria maggiore è il rischio di sviluppare un tumore al polmone. È inoltre emerso che i centri italiani monitorati hanno la più alta presenza di inquinanti.
Allo studio hanno collaborato 36 centri europei, oltre 50 ricercatori. Ha contribuito un gruppo di ricerca dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, ... (Continua)

11/06/2013 10:26:15 Nuovo studio conferma l'ipotesi di un collegamento

Stress e capelli bianchi, è tutto vero
È proprio vero che lo stress fa venire i capelli bianchi. A ripeterlo è un nuovo studio pubblicato su Nature Medicine da alcuni ricercatori della New York University, che individua nella perdita di cellule staminali del follicolo pilifero causata dallo stress la responsabilità principale della comparsa dei capelli bianchi.
I ricercatori americani hanno scoperto un recettore coinvolto nella migrazione delle staminali del follicolo, chiamato Mc1r, il quale stimola l'allontanamento dei ... (Continua)

27/05/2013 Come prevenirla e curarla, 50% di responsabilità tra i sessi
L’infertilità maschile
Si definisce infertilità la mancanza di concepimento dopo 12 mesi di rapporti liberi non protetti. E’ fondamentale che la frequenza dei rapporti sia adeguata, e cioè di almeno due volte a settimana.

In passato si riteneva che la mancanza di concepimento dipendesse soprattutto dalla donna. Gli studi condotti negli ultimi anni hanno invece dimostrato che almeno nel 50% dei casi è l’uomo ad avere una ridotta capacità riproduttiva. Ne è una testimonianza l’incremento esponenziale ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale