Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 457

Risultati da 281 a 290 DI 457

08/07/2011 Impiantati due polmoni rigenerati con la tecnica EVLP
Nuova tecnica per il trapianto di polmoni
Per la prima volta in Italia sono stati trapiantati due polmoni non utilizzabili guariti e rigenerati con una nuova e rivoluzionaria tecnica denominata EVLP (Ex Vivo Lung Perfusion System), presso l'ospedale Molinette di Torino. La tecnica era stata utilizzata soltanto una volta al mondo a Toronto, in Canada.
Nella notte tra giovedì e venerdì scorso un'équipe di cardiochirurghi dell'ospedale Molinette ha prelevato i polmoni di un uomo di 51 anni di Biella, deceduto per asfissia da corpo ... (Continua)
25/05/2011 Ridurre il rischio grazie a un Ace-inibitore
Insufficienza renale da obesità
Per limitare il rischio di insufficienza renale allo stadio terminale nei pazienti obesi è possibile ricorrere alla somministrazione di un Ace-inibitore. A dirlo è uno studio dell’Ibim-Cnr di Reggio Calabria e dell’Istituto Mario Negri di Bergamo, che hanno effettuato una nuova analisi dello studio Ramipril Efficacy in Nephrology (Rein) appena pubblicata sul Journal of American Society of Nephrology (JASN).
Lo studio riguarda il ruolo del Ramipril, un inibitore dell’enzima che regola la ... (Continua)
27/04/2011 La capacità di filtraggio del rene messa a rischio dal gene PVT1
Un gene mette a rischio i reni
Scoperto un nuovo gene coinvolto nell'insorgenza dell'insufficienza renale grave. Si tratta di PVT1, la cui espressione riduce le capacità di filtraggio dei reni. La scoperta è ad opera di ricercatori del Translational Genomics Research Institute (Tgen) che hanno pubblicato uno studio su PloS ONE.
Da quanto si legge sull'articolo che accompagna la pubblicazione, PVT1 aumenta cinque volte in risposta all'iperglicemia. Disattivando l'espressione del gene diminuiscono le proteine legate ... (Continua)
21/04/2011 Accorgimenti per il trattamento di un disturbo dalle complicanze insidiose

La cura delle vene varicose
Sono dolorose, fastidiose e certamente antiestetiche. Le vene varicose tuttavia nascondono rischi ancora più seri, come possibili flebiti o la trombosi venosa profonda, l'ostruzione parziale o completa di una vena della circolazione venosa profonda di un arto da parte di un coagulo di sangue o trombo, che potrebbe provocare anche un'embolia polmonare.
Nelle vene varicose il sangue non riesce a scorrere in maniera regolare a causa dell'insufficienza venosa, una condizione che si viene a ... (Continua)

15/04/2011 Messa a punto nuova tecnica diagnostica per i bambini nati prima del tempo

Sistema di prelievo mininvasivo per neonati pretermine
Un nuovo strumento nelle mani dei sanitari che curano i neonati pretermine. Un gruppo di ricercatori britannici ha pubblicato sulla rivista Pediatrics i dettagli di una tecnica che consentirà il prelievo del sangue senza l'utilizzo di aghi e la formulazione della quantità dei farmaci da somministrare al neonato con maggior precisione e un minor grado di invasività.
In effetti, secondo le statistiche l'80 per cento dei prematuri non riceve cure adeguate al peso e alla loro condizione ... (Continua)

06/04/2011 Una possibilità in più per l'assistenza extraospedaliera

I vantaggi della telecardiologia
La telecardiologia è l’area di maggiore applicazione clinica della telemedicina, tanto che in varie regioni italiana sono stati realizzati importanti progetti. A mezzo di appositi strumenti, applicati ed usati dal paziente stesso, si può procedere alla trasmissione telematica, anche da grandi distanze, di dati bioclinici importanti, quali quelli relativi alla pressione arteriosa, alla frequenza cardiaca, al controllo di pacemakers, alla saturimetria.
La telecardiologia è una realtà ... (Continua)

30/03/2011 L'intervento su un paziente con cuore artificiale
Trapianti, un cuore vero dopo 3 anni
Per la prima volta in Italia un trapianto di cuore ha riguardato un paziente che ha vissuto per 3 anni con un cuore artificiale. È successo all'ospedale San Camillo di Roma, dove il paziente, un uomo di 41 anni, era stato operato tre anni prima per il trattamento di uno scompenso cardiaco biventricolare refrattario alle terapie standard. Il quadro clinico era grave, segnato da una cardiomiopatia dilatativa idiopatica.
Alla comparsa di altre complicazioni, quali insufficienza renale ed ... (Continua)
23/03/2011 Il punto sull'Emoglobinuria Parossistica Notturna

EPN, una malattia rara e complessa, oggi si può curare
L’insidia di una malattia rara non sta nel numero di malati che annovera, quanto piuttosto nella difficoltà ad essere anche solo diagnosticata. Servono infatti medici e centri specializzati in possesso di un’elevata conoscenza in materia e l’Emilia-Romagna è un luminoso esempio a livello nazionale.
L’Ematologia bolognese (Istituto L. e A. Seràgnoli) e tutte le altre ematologie regionali, Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Ferrara, Ravenna e Rimini hanno fatto fronte comune e si sono ... (Continua)

21/03/2011 Tesi proposta da alcune ricerche sembra smentire i risultati di Zamboni
Sclerosi multipla e CCSVI, no alla correlazione
Sono passati appena pochi giorni dai risultati di uno studio dell'Università di Buffalo, negli Stati Uniti, che pareva confermare un nesso evidente fra sclerosi multipla e CCSVI, la patologia venosa scoperta dal prof. Zamboni. Dalla Società Italiana di Neurologia (SIN) arriva però una doccia fredda per i sostenitori di tale tesi.
Secondo alcune ricerche presentate nel corso di una tavola rotonda della SIN, infatti, non vi sarebbero evidenze di una ... (Continua)
21/03/2011 Due ricerche mostrano i benefici per il cuore con l'impiego di cellule staminali

Le staminali riducono la mortalità in caso di infarto
Un recente trial sull'innesto di cellule staminali in caso di infarto mette in luce la possibile riduzione del danno a carico del tessuto cardiaco. La sperimentazione, ad opera dell'Interdisciplinary Stem Cell Institute dell'Università di Miami diretta da Joshua M. Hare, che è anche autore dello studio, ha evidenziato anche la capacità delle staminali di ridurre le dimensioni del cuore stesso, contrastando in tal modo l'ipertrofia cardiaca e delle pareti dentricolari.
La ricerca, che ha ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale