Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 38

Risultati da 1 a 10 DI 38

18/05/2016 15:39:00 Necessaria maggiore attenzione ai bisogni delle donne

Aborto, evitabile uno su quattro
Per la prima volta sono scese sotto soglia 100.000 le interruzioni volontarie di gravidanza nel 2014, assestandosi intorno a quota 97.500. Un traguardo importante, se si pensa che 30 anni fa erano circa 230.000: il fenomeno si è più che dimezzato.
Contrariamente a quanto ci si potrebbe aspettare, i tassi di abortività più elevati si riscontrano fra donne adulte in possesso di licenza media superiore (42,9%), con un posto di lavoro (43,6%) e senza figli (39%). Ma a preoccupare è la ... (Continua)

22/04/2016 12:48:00 Aumentano l'efficacia della Medicina della Riproduzione

Gli esami genetici per la gravidanza
La nuova frontiera della Medicina della Riproduzione è nella genetica. È quanto emerge dal primo convegno internazionale di Medicina della Riproduzione e Ginecologia Endocrinologia organizzato dal centro ProCrea di Lugano.
«I nuovi test aprono a nuovi approcci per arrivare al successo delle terapie, quindi a una gravidanza», premette Michael Jemec, membro del comitato scientifico del convegno e direttore medico del centro ProCrea di Lugano.
«La genetica ha aperto un ampio capitolo di ... (Continua)

04/11/2015 Riduzione progressiva del numero di interventi volontari
Gli aborti sono in calo
In Italia si abortisce sempre meno. Dal 1982, l'anno in cui si registrò il picco di interruzioni volontarie di gravidanze – oltre 230mila – si è arrivati a meno di 100mila nel 2014.
A favorire il calo di aborti volontari sono senz'altro il calo generale della fertilità e il maggiore e più consapevole uso dei contraccettivi orali. La minore richiesta, peraltro, ha l'effetto di rendere meno evidente il problema dei medici obiettori di coscienza. 9 aborti su 10, infatti, vengono effettuati ... (Continua)
03/11/2015 12:35:00 Effetto più negativo del dormire poco

Le interruzioni del sonno ci irritano
Non è tanto la quantità di ore di sonno ad essere importante per il nostro umore, ma le eventuali interruzioni nel riposo. A dirlo è uno studio pubblicato su Sleep da un team della Johns Hopkins University.
Gli scienziati americani hanno esaminato 62 soggetti sani di entrambi i sessi attraverso la polisonnografia, suddividendoli in tre gruppi. Nel primo, i volontari venivano sottoposti a frequenti interruzioni del sonno nel corso della notte. Ai soggetti del secondo gruppo veniva chiesto di ... (Continua)

23/10/2015 11:24:00 Più efficace e meno tossica delle altre soluzioni
Hiv, nuova pillola 4 in 1
Due studi di fase III hanno valutato le potenzialità di una singola compressa per il trattamento dell'Hiv. La formulazione prevede un'associazione fra elvitegravir 150 mg, cobicistat 150 mg, emtricitabina 200 mg e tenofovir alafenamide 10 mg, ed è indicata per il trattamento dell’infezione da HIV-1 nei pazienti adulti naïve al trattamento.
E/C/F/TAF è risultato essere statisticamente non inferiore rispetto a E/C/F/TDF (elvitegravir 150 mg, cobicistat 150 mg, emtricitabina 200 mg e tenofovir ... (Continua)
31/03/2015 14:51:58 Fenomeno più comune di quanto si pensasse

La sindrome della testa che esplode
Uno dei fenomeni più misteriosi del cervello è la sindrome della testa che esplode. A dispetto del nome, non si tratta affatto di emicrania, ma di una sensazione particolarissima che si verifica nella maggior parte dei casi poco prima di addormentarsi, causando così un brusco risveglio.
Le persone colpite dicono di percepire come il suono di un'esplosione, un colpo di pistola, o anche un fortissimo flash. Non a caso una piccola percentuale di soggetti ha dichiarato di aver visto anche ... (Continua)

26/01/2015 12:21:00 Effetto sedativo ma il sonno è disturbato

L'alcol non aiuta il sonno
Avrà pure un effetto sedativo che concilia la fase in cui arriva il sonno, ma poi presenta il conto durante la notte. Parliamo dell'alcol che, secondo una ricerca pubblicata su Alcoholism: Clinical & Experimental Research, causerebbe continue interruzioni del sonno.
Lo studio, firmato da scienziati del National Health & Medical Research Council e dello Sleep Reserach Laboratory dell’Università di Melbourne, ha verificato gli effetti prodotti dall'alcol con un elettroencefalogramma. Dopo aver ... (Continua)

20/11/2014 11:39:11 Studio sulla sua diffusione
La sindrome di Holt-Oram
La sindrome di Holt-Oram è stata oggetto di un grande studio condotto da 25 ricercatori di diverse nazionalità. Si tratta di una patologia autosomica dominante che provoca nel paziente vari difetti strutturali del cuore e anomalie degli arti superiori.
La sua gravità è variabile da soggetto a soggetto. I difetti agli arti superiori possono interessare una o entrambe le braccia e possono coinvolgere le creste embrionali radiali, manifestandosi con ipoplasia, aplasia, sviluppo alterato delle ... (Continua)
17/11/2014 16:57:00 Analisi comparativa con Dacarbazina

L'efficacia di Nivolumab per il melanoma
Sono stati presentati i risultati relativi a Nivolumab per il trattamento del melanoma avanzato senza mutazione di BRAF. Lo studio di fase III denominato CheckMate-066, randomizzato in doppio cieco, ha confrontato nivolumab, inibitore del checkpoint immunitario PD-1, verso dacarbazina.
Lo studio ha raggiunto l'endpoint primario di sopravvivenza globale (OS); la mediana di OS non è stata raggiunta nel braccio nivolumab, cioè la maggior parte dei pazienti era ancora in vita, mentre i pazienti ... (Continua)

16/09/2014 12:34:00 Attenzione ai primi segnali manifestati dai bambini

Quando i problemi di concentrazione dipendono dalla vista
Con il rientro sui banchi di scuola, sarà facile notare che spesso i bambini assumono, a casa o in aula, una postura non del tutto corretta: fate attenzione, perché non sempre è indice di svogliatezza, mancanza di volontà o di concentrazione, ma può nascondere reali problemi di vista. Come riconoscere allora se un bambino è semplicemente svogliato e/o distratto o ha realmente difetti visivi? A spiegarcelo è il dottor Marco Moschi, direttore sanitario di Clinica Baviera Italia.
“La testa ... (Continua)

  1|2|3|4

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale