Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 569

Risultati da 181 a 190 DI 569

14/11/2013 14:20:18 La patologia lascia un segno evidente sulle cellule

La depressione accelera l'invecchiamento
Chi è depresso o lo è stato in passato si riconosce dalle sue cellule, nelle quali la malattia lascerebbe una traccia incancellabile. A dirlo è uno studio pubblicato su Molecular Psychiatry da un team del Vu University Medical Centre di Amsterdam.
I ricercatori olandesi hanno verificato nelle persone depresse l'esistenza di differenze evidenti nella lunghezza dei telomeri, il classico indicatore dell'invecchiamento dell'organismo umano.
La coordinatrice della ricerca Josine Verhoeven e i ... (Continua)

13/11/2013 12:27:11 Alterato l'orologio biologico a livello cellulare
Nuova scoperta sulla sindrome di Hunter
Nei pazienti affetti da sindrome di Hunter, rara malattia metabolica ereditaria, i geni che controllano i ritmi circadiani - le funzioni biologiche ed i cicli comportamentali che variano ritmicamente nell’arco delle 24 ore - sono alterati.
È colpa dei geni denominati “clock”, la cui espressione è deregolata dall’accumulo tossico di sostanze che, a causa della malattia, non possono essere correttamente smaltite. I geni clock sono quindi espressi in maniera anomala e questo porta le cellule a ... (Continua)
06/11/2013 Un decalogo per garantire all'organismo il giusto livello

L'importanza della vitamina C in inverno
Le temperature sono ancora miti, ma l'inverno è ormai alle porte. Per questo è opportuno aumentare l’assunzione di Vitamina C, un micronutriente che stimola il sistema immunitario aiutando l’organismo a combattere i microrganismi che provocano le malattie invernali.
Una ricerca dell’Osservatorio Nutrizionale Grana Padano rileva che, per quanto riguarda il campione analizzato, nel periodo invernale si consumano alimenti che contengono una sufficiente quantità di vitamina C, pur consumando ... (Continua)

04/11/2013 A 20 anni aveva l'aspetto di una bambina di 1 anno

Morta la bimba che non invecchiava
I misteri del Dna sono a volte e per il momento imperscrutabili. Brooke Greenberg, l'adolescente diventata famosa per il fatto di non invecchiare, è morta all'età di 20 anni, conservando tuttavia l'aspetto di una bambina di appena 1 anno.
Brooke ha smesso di crescere a qualche mese dalla nascita ed è entrata in una sorta di ibernazione in cui il tempo si è letteralmente fermato per il suo organismo. La sua altezza era di 77 centimetri e pesava 7 chili, camminava gattonando e non ... (Continua)

24/10/2013 15:34:36 La ricerca farmacologica in ambito neuro-psichiatrico

Potenziare con i farmaci l'autoriparazione del cervello
La relazione tra neurogenesi e malattie neuropsichiatriche costituisce un nuovo ed affascinante campo di indagine neurobiologica, in cui la cellula staminale neurale adulta costituisce un potenziale bersaglio, sia per interventi terapeutici di nuova concezione, sia per l’interpretazione dell’attività di farmaci da tempo utilizzati in ambito clinico.
Nel corso dei lavori della 36° Edizione del Congresso Nazionale della Società Italiana di Farmacologia, in programma a Torino dal 23 al 26 ... (Continua)

08/10/2013 Sentire poco aumenta fino a 5 volte il rischio di demenza

Il misterioso legame fra ipoacusia e demenza
Udito e cervello, sordità e demenza. Il pericolo di decadimento cognitivo è direttamente proporzionale al livello di ipoacusia: può aumentare fino a 5 volte nei casi più gravi di sordità e per ogni peggioramento dell’udito di 10 decibel si registra una crescita del rischio di demenza di circa 3 volte.
Tra ipoacusia e demenza intercorre un legame misterioso e reciproco. Si stima, infatti, che in 1 caso su 3 la demenza - che oggi colpisce 36 milioni di persone nel mondo - possa essere causata ... (Continua)

02/10/2013 11:57:09 Una pillola a base di erbe sembra efficace quanto la tossina

Un integratore contro le rughe al posto del botulino
La tossina botulinica utilizzata come rimedio anti-rughe potrebbe avere i mesi contati. A minacciarne la diffusione è un nuovo integratore a base di erbe, quindi del tutto naturale, che sembra in grado di ridurre le rughe esistenti del 10 per cento.
L'integratore previene inoltre la formazione di nuove rughe e mantiene in genere più giovane e sana la pelle, oltre a stimolare una maggiore produzione di collagene, la proteina del tessuto connettivo che migliora l'aspetto ... (Continua)

02/10/2013 Un'area del Dna rende la pelle molto resistente

3 geni rendono liscia la pelle degli anziani
Vecchietti con la pelle liscia come la porcellana. Può succedere grazie a 3 variazioni genetiche congenite denominate Kcnd2, Diaph1 ed Edem1, individuate per la prima volta grazie a uno studio dei ricercatori del dipartimento di Dermatologia della Stanford University School of Medicine e dell'Albert Einstein College of Medicine di New York.
Lo studio, pubblicato sul Journal of Investigative Dermatology, si è basato su un database di 1000 persone anziane fra cui 100 ultracentenari residenti a ... (Continua)

01/10/2013 10:55:40 Niente cicatrici ed effetto “tirato”

Nuova tecnica per ringiovanire il viso
Cicatrici vicino alle orecchie e pelle tirata in modo innaturale sono sempre stati segni inequivocabili di un lifting. Da oggi non più. È stato infatti pubblicato su Ophthalmic Plastic Reconstructive Surgery, la più autorevole rivista scientifica per i chirurghi plastici oculofacciali, una nuova tecnica di lifting che apre nuove strade per il ringiovanimento del viso centrate sull'area estetica più importante, quella dello sguardo: si chiama Mivel, acronimo di Minimal Incisions Vertical ... (Continua)

01/10/2013 Un mix di dieta, sport e discipline orientali per vivere di più

La via per non invecchiare
Come rallentare il naturale processo di invecchiamento? È la fatidica domanda su cui si arrovellano centinaia di ricercatori in tutto il mondo, alla ricerca della chiave di volta che assicuri all'umanità uno scatto in avanti in termini di tempo vitale a disposizione.
Ora una ricerca dell'Università della California di San Francisco tralascia l'approccio genetico per concentrarsi su un mix di scelte già attuabili dall'individuo ma che possono garantire risultati importanti.
Nello ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale