Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 569

Risultati da 191 a 200 DI 569

20/09/2013 Consigli alimentari e farmacologia per ridurre i sintomi
Prevenire la cecità grazie a screening e diagnosi precoce
Il Forum europeo contro la cecità (EFAB) ha reso noti oggi i risultati di uno studio che analizza l'impatto e gli oneri economici sul sistema sanitario e sulla società italiana della cecità e delle quattro principali patologie oculari, ossia cataratta, retinopatia diabetica, glaucoma e maculopatia senile essudativa (AMD umida).
Lo studio afferma che la gestione e il trattamento proattivi di queste patologie possono prevenire la perdita della vista; in Italia, con gli interventi di ... (Continua)
20/09/2013 Tante le iniziative per sensibilizzare
Alzheimer, la Giornata Mondiale
Il morbo di Alzheimer è una patologia dai tratti insidiosi dal momento che si sviluppa spesso in maniera silenziosa, dando mostra di sé soltanto in uno stadio avanzato. Non vi sono al momento terapie atte a invertire lo sviluppo della malattia, ma si utilizzano dei farmaci mirati per controllare e ridurre i sintomi.
In occasione della Giornata mondiale alcuni esperti del King's College di Londra guidati da Martin Prince hanno stilato un rapporto che fa il punto sulla situazione della ... (Continua)
17/09/2013 13:30:13 Come il cibo che mangiamo veicola messaggi alle nostre cellule

Cos'è la nutrigenomica
Il cibo è in grado di inviare al nostro corpo messaggi di salute o malattia. Il mondo scientifico ha dimostrato con certezza non solo gli effetti nocivi dell’alimentazione moderna ma anche quelli preventivi e talvolta terapeutici dei cibi naturali.
Alcune sostanze contenute nei cibi sono capaci di interagire con i nostri geni fino a modulare le risposte cellulari: ecco cos'è la nutrigenomica.
Il cibo deve essere interpretato non più solo in termini energetico-calorici ma come strumento ... (Continua)

14/09/2013 Nuovo parametro per segnalare i tumori a basso rischio

Tre geni per capire la gravità del cancro alla prostata
L’analisi dell’espressione di tre geni associati all’invecchiamento può aiutare a capire quali tumori alla prostata siano realmente a basso rischio e quali no. A dirlo è una ricerca pubblicata su Science Translational Medicine da un gruppo di ricercatori dell’Herbert Irving Comprehensive Cancer Center presso la Columbia University.
Lo studio appare di fondamentale importanza nel processo di individuazione del criterio più adeguato per distinguere le forme aggressive da quelle più ... (Continua)

12/09/2013 Correre ai ripari dopo un'estate senza precauzioni

Prendersi cura dei propri capelli in autunno
L'estate ha tanti aspetti positivi, ma fra questi certo non rientra l'attenzione per i capelli, spesso maltrattati e poco protetti proprio quando ne avrebbero più bisogno. Molti infatti non utilizzano cappelli e spray con filtri adeguati contro i raggi UV.

La buona notizia è che rimediare è nella maggior parte dei casi molto facile, come spiega la dott.ssa Marcella Ribuffo, dermatologa presso l'Istituto Dermopatico dell'Immacolata di Roma: “se non esistono problemi di altra natura, i ... (Continua)

04/09/2013 12:08:54 Ricercatori svelano nuove possibilità anche per aneurismi e malformazioni
Contro il glioblastoma una nuova tecnica
Una nuova tecnica, elaborata dai ricercatori dell’Istituto Neurologico “Carlo Besta” di Milano, consentirà di individuare in laboratorio quali sono i farmaci più efficaci per ogni paziente per intervenire e curare le patologie di carattere cerebrovascolare e rallentare la crescita dei tumori, quali il glioblastoma, il più aggressivo dei tumori cerebrali. Si tratta di un approccio che era sinora impossibile: fino ad oggi, infatti, le cellule dei vasi sanguigni cerebrali potevano essere tenute in ... (Continua)
04/09/2013 Scoperte proprietà preventive dell'alimento

L'olio d'oliva contro l'Alzheimer
Un nuovo studio condotto da alcuni ricercatori dell'Università di Firenze ha segnalato le proprietà preventive dell'olio di oliva nei confronti dell'eventuale insorgenza del morbo di Alzheimer. La ricerca è firmata da Massimo Stefani del dipartimento di Scienze Biomediche sperimentali e cliniche e da Fiorella Casamenti del Dipartimento Neurofarba ed è stata pubblicata su PLoS One.
I ricercatori hanno realizzato lo studio su un gruppo di topi transgenici affetti da Alzheimer. Un primo gruppo ... (Continua)

05/08/2013 Per non perdere le conquiste dell'estate

L'ossigenoterapia per prolungare l'abbronzatura
Estate e abbronzatura sono un binomio imprescindibile per la maggior parte delle persone. La pelle leggermente dorata regala un aspetto più sano e luminoso e un pizzico di fascino in più, mentre è decisamente passata di moda la tintarella troppo aggressiva, che risulta innaturale oltre che molto dannosa per la cute.
Ma se ci vuole tempo e pazienza per arrivare al colorito perfetto, al rientro in città si rischia, al contrario, di perdere il frutto di tanta dedizione in pochi giorni. È però ... (Continua)

31/07/2013 10:30:07 Vasto studio conferma l’associazione fra le due patologie

I calcoli renali aumentano il rischio d’infarto
I calcoli renali sembrano aumentare il rischio di malattia coronarica e quindi di infarto. A dimostrarlo uno studio pubblicato nei giorni scorsi su Lancet, che ha coinvolto per vent’anni più di 242 mila persone sane, uomini e donne, tra i 25 e i 75. Quasi 20 mila hanno sviluppato nel corso degli anni calcoli renali e quasi 17 mila di loro sono andati incontro ad un infarto del miocardio, dimostrando quindi che il rischio di infarto in chi ha calcoli al rene aumenta di più del 50%, soprattutto ... (Continua)

23/07/2013 Sistema colinergico potenziato da alti livelli di scolarità e occupazione

Alzheimer, meno sintomi grazie a un lavoro impegnativo
Uno studio pubblicato su Neurobiology of Aging dai ricercatori dell’ Università Vita-Salute San Raffaele e dell’IRCCS Ospedale San Raffaele ha dimostrato per la prima volta nei pazienti con la malattia di Alzheimer che il sistema colinergico, importante per la memoria e per tutti i processi cognitivi, viene potenziato nei soggetti con alti livelli di scolarità e occupazione, contrastando la neurodegenerazione.
Ogni individuo possiede una riserva cognitiva che viene costruita e potenziata ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale