Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 461

Risultati da 111 a 120 DI 461

02/12/2014 10:01:00 Il rischio di procurare dolore o uno spostamento del magnete è troppo alto

Niente risonanza magnetica per chi ha un impianto cocleare
Se si è portatori di un impianto acustico cocleare è bene non sottoporsi a risonanza magnetica. Lo dice un piccolo studio coreano effettuato su un campione di 18 persone e pubblicato su Jama Otolaryngology Head & Neck Surgery.
I ricercatori dell'Università di Soonchunhyang, in Corea del Sud, hanno esaminato l'effetto di una risonanza magnetica su persone che avevano impiantato un dispositivo acustico cocleare, evidenziando l'insorgenza di dolore, fastidio e possibili spostamenti del magnete ... (Continua)

29/11/2014 14:39:01 Speranza per la malattia spesso associata ad autismo
Un antitumorale potrebbe curare l'X fragile
Un medicinale ancora in via di sperimentazione per il trattamento del tumore del polmone e della leucemia mieloide acuta potrebbe in realtà rivelarsi utile anche per curare la sindrome dell'X fragile. Si tratta di una malattia genetica che provoca disabilità intellettiva ed è spesso associata a disturbi dello spettro autistico.
Un team di ricercatori dell'Università di Edimburgo e della McGill University, in Canada, ha individuato un percorso chimico responsabile della sindrome dell'X ... (Continua)
29/11/2014 12:02:34 Meglio mantenere una distanza minima di sicurezza dal device

Le radiazioni dell'iPhone
Affascinati dalle mille caratteristiche che uno smartphone riesce a garantire al suo utilizzatore, dimentichiamo che questi oggetti sono fonti di radiazioni. Qualsiasi telefono è associato a una certa percentuale di emissioni SAR, acronimo di Specific Absorption Rate.
Il Tasso di assorbimento specifico esprime la misura della percentuale di energia elettromagnetica assorbita dal corpo umano quando questo viene esposto all'azione di un campo elettromagnetico a radiofrequenza.
Nel caso ... (Continua)

28/11/2014 11:50:00 Anche una riduzione minima di ossigeno causa problemi di vigilanza

Gli effetti dell'ipossia sul cervello
La riduzione anche minima dell’apporto di ossigeno al cervello, la cosiddetta ipossia, compromette risposte comportamentali e livelli di allerta, restano invece inalterate l’attenzione e il controllo sulle azioni.
È quanto emerge da uno studio condotto da Alberto Zani dell’Istituto di bioimmagini e fisiologia molecolare del Consiglio nazionale delle ricerche (Ibfm-Cnr) di Segrate (Milano), in collaborazione con Alice Mado Proverbio del NeuroMI - Milan Center for Neuroscience e docente di ... (Continua)

27/11/2014 15:59:00 Lista di procedure inutili, costose e a volte pericolose

Le pratiche da evitare per la colonna vertebrale
Anche gli esperti di colonna vertebrale hanno voluto partecipare all'iniziativa Choosing Wisely per l'individuazione delle pratiche mediche da evitare o comunque ridurre al minimo indispensabile, allo scopo di risparmiare denaro ed esami inutili e a volte pericolosi.
Questa la lista messa a punto dalla Nass (North american spine society).

1)La risonanza magnetica non va raccomandata nei primi 6 mesi in pazienti affetti da lombalgia acuta non specifica, se sono assenti sintomi ... (Continua)

25/11/2014 12:27:00 Svelati nuovi scenari neurobiologici

Parkinson, terapie per le complicazioni motorie
Lo scopo della terapia farmacologica della malattia di Parkinson è compensare il deficit di dopamina, il trattamento principale consiste nella somministrazione di levodopa, molecola che ha la funzione di aumentare la concentrazione di tale sostanza nel cervello, riducendone la tipica sintomatologia.
Il primo periodo di trattamento viene definito honey-moon, perché la maggior parte dei pazienti vive la malattia senza particolari problemi, ma dopo circa 5-10 anni, nell’80% di questi pazienti, ... (Continua)

20/11/2014 15:37:28 Interfacciare senza cavi cervello e computer
Arti bionici comandati senza fili dal cervello
Muovere un arto robotico grazie a un’interfaccia senza fili tra computer e cervello: è l’obiettivo del progetto annunciato al Centro Diagnostico Italiano di Milano oggi nel corso del convegno: “Advances in Epilepsy: novel diagnostic and therapeutics approaches” e che sarà sviluppato nei prossimi anni grazie a una collaborazione tra centri di ricerca italiani e francesi.
Oltre a questo progetto di frontiera, sono stati presentati aggiornamenti su una nuova tecnica che impiega radiazioni di ... (Continua)
11/11/2014 16:06:00 Descritte nei particolari le anomalie provocate dal consumo della sostanza

L'effetto della marijuana sul cervello
Una vera e propria fotografia del cervello di chi fa uso di marijuana. È il risultato di uno studio del Center for Brain Health dell'Università del Texas di Dallas pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences.
Per la prima volta gli scienziati sono riusciti a descrivere le anomalie a carico delle strutture cerebrali provocate dal consumo di marijuana grazie all'uso di tre diverse tecniche di risonanza magnetica. Dai risultati emerge che i consumatori di cannabis hanno un ... (Continua)

07/11/2014 16:48:00 Reazione del cervello al dolore e danni al Dna dei dischi intervertebrali

Il fumo causa danni alla schiena
Una cattiva abitudine che non finisce di stupire per i suoi effetti nocivi sulla nostra salute. Stiamo parlando del fumo che, oltre agli effetti più facilmente intuibili, sarebbe associato sorprendentemente anche al mal di schiena.
Uno studio della Northwestern Medicine University ha scoperto che i fumatori hanno una probabilità tre volte maggiore rispetto ai non fumatori di soffrire di mal di schiena.
Il dott. Bogdan Petre, coordinatore dello studio, spiega: “il fumo danneggia il ... (Continua)

03/11/2014 17:39:06 Bambino cardiopatico sottoposta a procedura innovativa
Tecnica mininvasiva per la cura della bronchite plastica
Uno studio pubblicato su Pediatrics svela l'efficacia di una tecnica mininvasiva per la cura della bronchite plastica. Il caso riguarda un bambino cardiopatico di 6 anni che rischiava la vita.
Uno degli autori dell'articolo, Maxim Itkin della Scuola di medicina di Perelman presso l'Università della Pennsylvania, spiega: “la tecnica ha permesso di eliminare gli accumuli di materiale linfatico che bloccano le vie aeree del bambino”.
“La bronchite plastica è caratterizzata da episodi ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale