Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 461

Risultati da 261 a 270 DI 461

09/03/2012 A Roma l’unico Centro italiano per la Brachiterapia in età pediatrica
Retinoblastoma, nuovo protocollo terapeutico
Un team di esperti coordinato dall'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù ha messo a punto un nuovo protocollo terapeutico per la cura del tumore dell'occhio più frequente in età pediatrica, il retinoblastoma.
Obiettivo prioritario del nuovo percorso è riconoscere tempestivamente il più aggressivo tumore dell’occhio nei bambini, identificando correttamente i pazienti che possono essere avviati a una cura conservativa. Attraverso una innovativa integrazione di trattamenti - chemioterapia, laser, ... (Continua)
08/03/2012 16:24:42 Studiare la mente durante il corso della vita per sezionarla dopo la morte

Una biblioteca di cervelli “in vivo”
Il cervello e la mente sono due entità che non coincidono, come l’hardware e il software, dove il software è in grado di modificare l’hardware. Su questo principio nasce un’originalissima biblioteca fondata da uno scienziato italiano direttore del Brain Observatory, che ha organizzato un modo nuovo per studiare l’individuo nella sua complessità.
Egli ha cooptato alcuni volontari che fossero disposti a farsi studiare sotto più profili, attraverso test cognitivi e psicologici, in combinazione ... (Continua)

24/02/2012 11:36:51 Il neurotrasmettitore che abbassa il livello di ansia da perdita finanziaria

La trasmissione noradrenergica correla col gioco d’azzardo
La noradrenalina è un neurotrasmettitore ampiamente rappresentato nel cervello ed è stato correlato con il comportamento del giocatore d’azzardo. In un recente studio effettuato dalle Università di Kyoto, Chiba e Tokyo sono stati definiti i meccanismi di neurotrasmissione responsabili di questo fenomeno.
Gli studi di risonanza magnetica funzionale hanno già chiarito che sia la corteccia prefrontale (PFC), sia lo striato sia l'amigdala, rappresentano le strutture maggiormente implicate ma ... (Continua)

22/02/2012 13:53:40 Le prestazioni cognitive migliorano con sedute computer assistite

Utile il pc per la riabilitazione della sclerosi multipla
La sclerosi multipla è una malattia neurodegenerativa del SNC che determina la perdita della guaina mielinica elemento essenziale per la trasmissione neurologica. La perdita di alcune funzioni comprese quelle superiori, caratteristiche della malattia, possono migliorare grazie all’utilizzo di un personal computer.
Lo afferma una ricerca italiana pubblicata sulla rivista Radiology in cui è stata utilizzata la fMRI, ossia la risonanza magnetica funzionale, per studiare gli effetti di un tipo ... (Continua)

20/02/2012 13:47:06 Una tecnica di RMN utilizzata per lo studio della sostanza bianca cerebrale

Studiare l’autismo con la trattografia
Il tensore di diffusione è uno strumento di risonanza magnetica con cui è possibile costruire immagini biomediche di tipo tridimensionali.
Le principali applicazioni sono quelle nella visualizzazione della sostanza bianca, per determinare la localizzazione, orientamento, e anisotropia dei tratti e dei fasci di fibre nervose. Questa diffusione orientata è definita diffusione anisotropica (dall'inglese: anisotropic diffusion). La visualizzazione (imaging) di questa proprietà della materia ... (Continua)

16/02/2012 14:53:46 Un’analisi delle scansioni cerebrali dei giovani come possibile predittore

Un software per il rischio di malattie psichiatriche
I programmi per computer possono essere in grado di identificare adolescenti più a rischio di disturbi mentali come ansia e depressione, analizzando le scansioni cerebrali, lo affermano alcuni ricercatori dell’Università di Pittsburgh. "Disturbi d'ansia e dell'umore possono avere un effetto devastante sulle persone interessate e sulle loro famiglie e amici", ha detto Mary Phillips uno dei responsabili dello studio; "se siamo in grado di identificare le persone a maggior rischio nella fase ... (Continua)

14/02/2012 10:36:50 Le informazioni giungono prima al cervello anche in assenza di corteccia visiva

Percepire il movimento prima di vederlo
L’area visiva associativa del cervello denominata hMT+ riceve informazioni anche direttamente dal talamo, aggirando la corteccia visiva primaria. Lo ha dimostrato
uno studio realizzato da un gruppo di ricercatori dell’Università di Pisa, appena pubblicato dalla prestigiosa rivista scientifica Neuroimage. Questa scoperta rivela che tale area, deputata alla percezione del movimento, risponde per prima e in maniera indipendente dall’attivazione della corteccia visiva primaria e conferma, ... (Continua)

10/02/2012 15:51:48 Lesioni cerebrali possono produrre comportamenti devianti o violenti

La morale è regolata dal cervello
“Il cielo stellato sopra di me, la legge morale dentro di me”, questo è l’epitaffio del grande filosofo Immanuel Kant. Ed è proprio dentro il cervello che risiedono i princìpi che regolano il corredo comportamentale cui si può o non si può accedere. I veri tabù, le regole dell’agire sono incise in aree specifiche del cervello. Lo hanno descritto in uno studio pubblicato su "Philosophical Transactions of the Royal Society" ricercatori del Center for Neuropolicy della Emory University, in cui ... (Continua)

02/02/2012 16:12:29 L’area di Wernicke non si troverebbe lì dove è stata descritta

Scoperta una nuova area del linguaggio
Gli scienziati hanno a lungo creduto che il linguaggio umano è elaborato nella parte posteriore della corteccia cerebrale, dietro la corteccia uditiva, dove vengono elaborati tutti i suoni - un luogo notoriamente conosciuto come area di Wernicke, dal nome del neurologo tedesco che per primo propose quest’area cerebrale già alla fine del 1800 basandosi sui suoi studi nelle paralisi cerebrali e negli ictus.
Ma, ora, ricercatori della Georgetown University Medical Center (GUMC) che hanno ... (Continua)

31/01/2012 14:52:36 Aree cerebrali dell’apprendimento più ampie grazie alle cure materne adeguate

Mamme presenti e sicure per una crescita armonica
È noto già da tempo che una mamma sicura in grado di essere una base altrettanto sicura per il figlio, rappresenta un momento fondamentale nello sviluppo neuro-psicologico del bambino.
In particolare aree cerebrali, quali l’ippocampo, di bambini in età prescolare risentono nello sviluppo delle cure materne.
A evidenziarlo uno studio della Washington University School of Medicine di St. Louis, il cui autore della ricerca Joan Luby, docente di psichiatria ha dichiarato: ''Si tratta del ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale