Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 461

Risultati da 271 a 280 DI 461

25/01/2012 11:36:51 Gli effetti allucinogeni producono modificazioni della personalità

La psilocibina disconnette le reti neurali
Una curiosa sperimentazione dimostra la pericolosità anche a lungo termine del consumo di funghi allucinogeni, i cosiddetti “funghetti magici” che spopolano fra le stradine di Amsterdam invase dai turisti di tutto il mondo.
L'allarme per gli effetti prodotti dalla psilocibina, la sostanza principe dei “magic mushrooms”, è stato lanciato da un team di ricercatori della prestigiosa Università Johns Hopkins di Baltimora, negli Stati Uniti. I ricercatori, che hanno seguito per un anno un ... (Continua)

20/01/2012 Aumenta l'incidenza della traumatologia da strada

Pericolo fratture con le due ruote
Saltare su un due ruote e sfrecciare nel traffico mentre gli altri sono fermi con le loro automobili. È ciò che molti hanno scelto di fare nella vita quotidiana in città, ma a rimetterci sono spesso le nostre ossa.
Le buche e le cadute dovute a incidente hanno aumentato del 10 per cento l'incidenza delle fratture traumatiche della colonna e degli arti. “E del 20% quelle osteotraumatiche, ovvero quando viene a mancare la calcificazione completa della frattura nonostante i tentativi operati ... (Continua)

10/01/2012 TMS ed EEG per misurare il dialogo tra le aree corticali
Una tecnica per misurare il recupero della coscienza
L’esperienza cosciente può essere interamente generata all’interno del cervello come accade, ad esempio, quando sogniamo e siamo completamente disconnessi dall’ambiente esterno. Tuttavia, la nostra valutazione del livello di coscienza di una persona si basa unicamente sulla capacità di quella persona di comunicare con l’ambiente esterno. Questa discrepanza può assumere particolare importanza nel caso di quei pazienti che, dopo essere sopravvissuti a una grave lesione cerebrale, possono ... (Continua)
28/12/2011 13:27:18 Nei roditori e nell'uomo il grasso corporeo provoca gliosi ipotalamica

L'obesità può essere associata a lesione ipotalamica
L'obesità è un problema sanitario importante per tutti i paesi industrializzati. Nonostante i progressi sostanziali nella comprensione della neurobiologia dell’omeostasi energetica, si sa ancora poco sui sistemi che il cervello ha a disposizione per promuovere la stabilità del peso corporeo e in che modo eventuali strutture possano risultare alterate nelle forme comuni di obesità
Modelli animali in cui è stata indotta l’obesità attraverso una dieta ricca di grassi, hanno mostrato una ... (Continua)

05/12/2011 La sedentarietà aumenta la circonferenza del fondoschiena

Per un bel lato B meglio non sedersi
Non bastano l'esercizio fisico e la dieta. Se passate buona parte della giornata seduti il vostro destino è segnato. Alcuni ricercatori della Tel Aviv University hanno scoperto che la pressione a cui viene sottoposto il sedere mentre si sta su una sedia o si è sdraiati produce un aumento del 50 per cento di grasso in eccesso, il più difficile da eliminare perché localizzato nelle stesse aree.
Stando all'articolo pubblicato dagli scienziati israeliani sull'American Journal of Physiology, i ... (Continua)

01/12/2011 13:06:08 Una stimolazione cerebrale adeguata al bisogno individuale

Il Pacemaker intelligente per il Parkinson
Una nuova strategia terapeutica di stimolazione elettrica cerebrale in grado di adattarsi istante per istante ai sintomi della malattia di Parkinson, fornendo un trattamento sempre adatto alle esigenze del paziente. L’invenzione, che ha ottenuto il brevetto anche in Europa, è costituita da uno stimolatore collegato a elettrodi impiantati in strutture cerebrali al di sotto della corteccia che, misurando l’attività dei neuroni, consentono di monitorare le condizioni del paziente, guidando il ... (Continua)

01/12/2011 Parere positivo per un'estensione dell'indicazione del farmaco
Rebif per la sclerosi multipla
Il farmaco Rebif per la cura della sclerosi multipla ha ricevuto il parere positivo dell'Agenzia del farmaco europea per una sua estensione di utilizzo. Il parere positivo del CHMP (la commissione che si occupa dei farmaci per uso umano) è relativo all’utilizzo di Rebif 44 microgrammi tre volte a settimana in pazienti che hanno manifestato un singolo episodio demielinizzante, segno precoce della malattia, e che sono ad alto rischio di conversione a SM.
La raccomandazione del CHMP include ... (Continua)
24/11/2011 15:25:10 Le sinapsi neuronali si moltiplicano anche dopo l’adolescenza

Le potenzialità cerebrali aumentano anche dopo i 20 anni
Il cervello non smette di crescere anche dopo i 20 anni, le esperienze nuove e le acquisizioni di conoscenza comportano un aumento delle sinapsi neuronali. I collegamenti tra cellula e cellula sono in grado di trasferire informazioni da aree diverse dell’encefalo.
Si chiama anche plasticità neuronale, è quella caratteristica dei neuroni grazie alla quale, gli apprendimenti che giungono dall’esterno sono in grado di modificare la struttura del nostro cervello.
Le epoche in cui questo ... (Continua)

24/11/2011 I meccanismi onirici creano spazio per nuovi ricordi

Il sogno aiuta a “ripulire” il cervello
La vita è un sogno o i sogni aiutano a vivere meglio? Pare che l'ormai celebre quesito da talk-show televisivo notturno abbia trovato la propria risposta scientifica. Dormire e sognare fanno parte di complicatissimi meccanismi cerebrali che hanno, fra l'altro, lo scopo di “ripulire” il cervello, di avviare una sorta di deframmentazione del disco rigido, per utilizzare una metafora informatica.
In tal modo, il cervello risulta maggiormente disponibile a incamerare nuove informazioni senza ... (Continua)

16/11/2011 Basta il centimetro per conoscere il rischio cardiovascolare

Pancetta fuori, grasso viscerale dentro
Per sapere se siamo grassi dentro, con un semplice centimetro, basta misurare il girovita, lo conferma uno studio presentato al Canadian Cardiovascular Congress 2011, in cui è stato sottolineato come questo sia importante.
Non si tratta più semplicemente di un banale inestetismo, ma di fattore di rischio cardiovascolare. “Abbiamo visto che molti giovani senza apparenti fattori di rischio avevano già i primi segni di aterosclerosi: erano coloro con una maggior quantità di grasso viscerale ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale