Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 461

Risultati da 31 a 40 DI 461

26/02/2016 09:23:57 Studio italiano svela un nuovo possibile bersaglio terapeutico

Parkinson, abbassare la temperatura cerebrale
Parkinson e temperatura cerebrale. Uno studio italiano si concentra su questo nesso per provare a individuare un inedito target terapeutico. La temperatura cerebrale dipende dal bilancio netto tra calore rilasciato dalla fosforilazione ossidativa mitocondriale e calore rimosso dal flusso ematico cerebrale.
La maggior parte delle mutazioni associate con la malattia di Parkinson ad esordio precoce (EOPD) altera il "macchinario" mitocondriale: partendo da queste considerazioni i ricercatori ... (Continua)

25/02/2016 La corrente sembra aumentare anche le capacità cognitive

La memoria migliora grazie a qualche scossa
Un team di ricercatori italiani ha evidenziato l'efficacia di una debole corrente elettrica applicata sulla testa nel migliorare la memoria.
Gli scienziati dell’Università Cattolica del Sacro Cuore – Policlinico A. Gemelli di Roma – hanno dimostrato che si può aumentare la memoria di topolini con una singola seduta della durata di 20 minuti di stimolazione elettrica transcranica con corrente continua – una tecnica non invasiva già clinicamente sperimentata per varie patologie – che consiste ... (Continua)

25/02/2016 L'uso da giovani compromette le performance cognitive

Memoria a rischio con la marijuana
Consumare marijuana da giovani può compromettere la memoria a lungo termine da adulti. È quanto afferma uno studio pubblicato su Jama Internal Medicine da un team dell'Università di Losanna, in Svizzera. Gli scienziati guidati da Reto Auer hanno scoperto che per ogni cinque anni di esposizione alla marijuana si registra un calo delle prestazioni del sistema mnemonico che consente di tradurre i pensieri in parole.
«Servono studi che approfondiscano questa associazione e le potenziali ... (Continua)

24/02/2016 14:17:00 Impiantato per la prima volta su un paziente pediatrico

Un cuore magnetico per i bambini
Un nuovo cuore artificiale a levitazione magnetica è stato impiantato con successo per la prima volta al mondo in un paziente pediatrico. L'operazione è stata eseguita all'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma da un équipe mista del Dipartimento medico chirurgico di cardiologia pediatrica, diretta dal dottor Antonio Amodeo.
La peculiarità di questo nuovo dispositivo consiste in una pompa centrifuga a levitazione magnetica che consente di eliminare l'attrito tra le parti meccaniche e il ... (Continua)

12/02/2016 15:18:00 Parametri migliori con un consumo moderato

Il pesce allontana l'Alzheimer
Consumare pesce in maniera regolare seppur moderata è associato a una presenza inferiore di segni patologici della malattia di Alzheimer. A dirlo è una ricerca pubblicata su Jama dalla dott.ssa Martha Clare Morris del Rush University Medical Center di Chicago.
Lo studio, realizzato su pazienti anziani deceduti, segnala inoltre che l'aumento dei livelli di mercurio dovuto al consumo di pesce non è correlato al grado di degenerazione cerebrale della malattia.
Il campione era formato da 544 ... (Continua)

10/02/2016 17:10:00 Diagnosi possibile grazie alla risonanza magnetica

Un algoritmo scopre i disturbi alimentari
I disturbi alimentari come l'anoressia e la bulimia lasciano tracce evidenti a livello neuronale, provocando danni osservabili attraverso le risonanze magnetiche. Un team di scienziati dell'Istituto di bioimmagini e fisiologia molecolare del Consiglio nazionale delle ricerche di Catanzaro e Milano (Ibfm-Cnr), in collaborazione con l'Associazione 'Ippocampo' di Cosenza, ha sviluppato un algoritmo intelligente in grado di distinguere tra individui sani e malati partendo dalle immagini anatomiche ... (Continua)

10/02/2016 11:47:00 Maggiore attenzione in estate, migliore la memoria in autunno

Il cervello cambia in base alla stagione
Anche il cervello subisce l'alternarsi delle stagioni e il cambio delle temperature. A dirlo è uno studio pubblicato su Pnas da un team dell'Università di Liegi. Secondo i ricercatori belgi, le nostre capacità intellettive sarebbero sensibili alle modificazioni stagionali del clima. Ad esempio, la memoria a breve termine sembra essere più precisa in autunno rispetto alla primavera, mentre l'attenzione è maggiore in estate.
Le stagioni cerebrali sono state individuate dai neuroscienziati ... (Continua)

04/02/2016 14:41:00 Aumentano le probabilità di insorgenza della demenza senile

I traumi cranici favoriscono l'Alzheimer
A dispetto di quel che si pensa, i traumi cranici possono lasciare conseguenze a lungo termine, aumentando ad esempio il rischio di insorgenza dell'Alzheimer. A dirlo è un nuovo studio dell'Imperial College di Londra pubblicato su Neurology secondo cui il pericolo di demenza senile attraverso la formazione di placche amiloidi nel cervello è accentuato dai traumi subiti alla testa.
Le analisi, che hanno coinvolto un campione di soggetti sani, malati di Alzheimer e in buona salute ma con un ... (Continua)

28/01/2016 12:46:00 Steatosi epatica come fattore di rischio indipendente

Il fegato grasso è un rischio per il cuore
Un soggetto che soffre di steatosi epatica, condizione cui ci si riferisce di solito con l'espressione fegato grasso, rischia più di altri l'insorgenza di problemi cardiovascolari.
Lo dice uno studio pubblicato su Radiology dal Leiden University Medical Center, in Olanda, che segnala il pericolo soprattutto per i soggetti obesi. Ralph L. Widya, coordinatore della ricerca, spiega: «I nostri risultati possono essere importanti nella stratificazione del rischio cardiovascolare in obesità, ... (Continua)

28/01/2016 10:43:00 Il circuito cerebrale responsabile viene trasmesso per via materna

La depressione si eredita di madre in figlia
Se una madre è depressa, probabilmente lo diverrà anche la figlia. Un team di ricercatori dell'Università della California di San Francisco ha scoperto che il circuito responsabile delle emozioni, dei cambiamenti di umore e della depressione viene trasmesso solo per via materna.
Il team diretto da Fumiko Hoeft ha analizzato i dati relativi a 35 famiglie americane, dimostrando per la prima volta l'esistenza del legame, sebbene sia evidente l'importanza di altri fattori nell'insorgenza della ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale