Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 461

Risultati da 441 a 450 DI 461

04/07/2003 
Negli ipertesi legame tra danni al cuore e ictus
Negli ipertesi esiste un legame tra danni cardiaci e danni cerebrali asintomatici. Per chi soffre infatti di ipertrofia ventricolare sinistra, il più grave tra i fattori di rischio cardiovascolare, è meglio stare attenti anche all'ictus.
L'ipertrofia ventricolare sinistra, infatti, e', in questi pazienti, anche un affidabile 'segnale' di un danno al cervello 'silente' che potrebbe trasformarsi, in futuro, in ictus. E' il risultato di uno studio italiano, pubblicato su 'Stroke', e ... (Continua)
04/06/2003 
Studio sull'efficacia dei farmaci per la sclerosi multipla
Continua ad essere dimostrata la superiorità clinica di Rebif® rispetto ad Avonex® nel trattamento della malattia.
Nel corso del meeting annuale del Consorzio dei Centri di Sclerosi Multipla che si è tenuto a San Diego dal 28 al 31 maggio, è stato presentato lo Studio EVIDENCE a 16 mesi che ha messo in luce la maggiore efficacia di Rebifâ (interferone beta-1a), rispetto ad Avonexâ (interferone beta-1a) nel ridurre le ricadute cliniche e l’attività della Sclerosi Multipla all’esame ... (Continua)
28/03/2003 
Con ictus 'silenziosi' gli anziani a rischio demenza
Negli anziani, gli ictus 'silenziosi', quelli di cui il paziente non si accorge o al massimo li scambia per un banale mal di testa, danneggiano le funzioni cognitive e raddoppiano il rischio di demenza. Lo ha scoperto uno studio olandese, pubblicato sulla rivista 'New England Journal of Medicine'.
Sarah E. Vermeer e Monique M.B. Breteler, dell'Erasmus Medical Center (Rotterdam), ha seguito un campione di oltre mille persone con eta' compresa tra i 60 e i 90 anni, che, all'inizio dello ... (Continua)
27/02/2003 
Un allenamento al computer in aiuto dei bambini dislessici
Il cervello dei bambini dislessici puo' essere 'riorganizzato', con uno speciale allenamento al computer, perche' 'impari' a funzionare normalmente. E otto settimane sono sufficienti perche' i piccoli, modificando l'utilizzo le diverse aree cerebrali, riescano a riconoscere i 'blocchi' fondamentali che costituiscono il linguaggio. Uno studio statunitense, pubblicato sulla rivista 'Proceedings of the National Academy of Sciences', suggerisce per la prima volta che un software contro la dislessia ... (Continua)
18/02/2003 

L'intelligenza dipende dalle aree cerebrali dell'attenzione
Il ragionamento richiede l'attivazione contemporanea di alcune aree cerebrali dedicate all'attenzione. E l'intelligenza e' direttamente proporzionale al numero di aree coinvolte e dall'intensita' con cui si 'impegnano'. Lo ha scoperto uno studio statunitense pubblicato su 'Nature Neuroscience', che ha utilizzato la risonanza magnetica funzionale (fRMI) per osservare come il cervello risponde a test simili a quelli usati per valutare il Quoziente d'Intelligenza (QI).
Jeremy Gray e Todd ... (Continua)

21/01/2003 
Scoperta la zona del cervello che ci fa reagire agli odori
Scoperta un'area cerebrale che 'decide' l'importanza data agli odori. Si trova nella parte anteriore del cervello, nella corteccia orbitofrontale. Uno studio statunitense, pubblicato sulla rivista 'Nature Neuroscience', rivela che l'area 'cruciale' per le reazioni agli odori non e', come si era sempre pensato, l'amigdala, 'annidata' nella parte piu' antica del cervello, quella da cui dipendono le emozioni, ma invece una zona della corteccia evolutasi molto piu' recentemente, normalmente ... (Continua)
15/01/2003 
Cresce da solo osso trapiantato a bimba colpita da tumore
Trapiantato un osso capace di crescere su una bimba di 4 anni, colpita da tumore. Oggi la piccola, operata a Bologna nel '97, sta bene, il nuovo osso si sta sviluppando, e lei puo' camminare e nuotare. E' tutto italiano, anzi bolognese, il metodo per ricostruire l'anca nei bambini con sarcoma osseo, utilizzando il femore di un donatore. La tecnica, come anticipato una settimana fa dall'Adnkronos Salute, e' stata descritta sulla rivista Lancet dai ricercatori dell'Istituto Ortopedico Rizzoli di ... (Continua)
08/01/2003 
I bambini sono poliglotti per natura
Solo da bambini è possibile dominare una lingua straniera in modo tale da poterla utilizzare per pensare. Solo cosi' sara' possibile elaborare ogni frase direttamente come va pronunciata, senza doverla prima tradurre a mente dall'idioma originale. Indipendentemente dall'impegno o dalla predisposizione personale, infatti, un adulto non riuscira' mai a pensare 'in lingua', e per apprendere una nuova grammatica il suo cervello sara' costretto a un doppio lavoro. Parola di un gruppo di ricercatori ... (Continua)
17/12/2002 
Risonanza in 3D per il cuore prima della nascita
Un nuovo scanner 'hig-tech' aiutera' i medici a trovare e curare complessi problemi cardiaci nei bambini. Il sistema, che 'sposa' risonanza magnetica e raggi x, permette ai 'camici bianchi' di vedere cosa accade all'interno del cuore, il tutto in tre dimensioni. E' stato messo a punto al King's College di Londra e gia' testato con successo su 12 piccoli pazienti al Guy's and St. Thomas Hospital. Circa otto neonati britannici su mille presentano un qualche difetto cardiaco. Alcuni di questi ... (Continua)
30/07/2002 

Scoperte aree cerebrali dedicate alle emozioni
Il piacere di una carezze? Tutto merito di particolari fibre nervose, incaricate di trasmettere al cervello gli effetti benefici sull'umore e la psiche provocati dalle carezze. A scoprirlo sono stati ricercatori svedesi che, sulla rivista 'Nature Neuroscience', descrivono la funzione, finora sconosciuta, di queste fibre.
Gli scienziati del Sahlgrenska University Hospital di Goteborg, guidati da Håkan Olausson, sono arrivati alla loro scoperta partendo dal caso di una donna con una rara ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale