Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 3616

Risultati da 1381 a 1390 DI 3616

25/08/2013 10:39:46 Attenzione all’accumulo del rame nel cervello
Rame concausa dell’Alzheimer
Un nuovo studio dimostra che l’assorbimento quotidiano di particelle di rame possa far insorgere l’Alzheimer. Pubblicato sulla rivista Proceedings of National Academy of Sciences (PNAS), è stato effettuato su modello animale e su cellule cerebrali umane ed ha permesso di osservare gli effetti del rame sul cervello di un gruppo di topi che sono stati alimentati con acqua contenente questo elemento. L’acqua è una delle più comuni fonti di assunzione di rame per via dell’uso di tubi prodotti con ... (Continua)
19/08/2013 10:48:10 Una ragazza di 12 anni dell’Arkansas è guarita 
Sopravvive all'ameba “mangia-cervello”
La meningite da N.Fowleri è una terribile malattia causata da un parassita che entra dal naso, se per esempio andate sott’acqua o se respirate vicino acqua stagnante.
Attraverso il nervo olfattivo raggiunge il cervello dove comincia a nutrirsi e a nidificare, riproducendosi a gran velocità. Simile all’ameba, lo N.Fowleri è un protista (organismo unicellulare) che vive nelle acque dolci di tutto il mondo. Nell’uomo l'infezione da N. fowleri  provoca la meningoencefalite amebica primaria che ... (Continua)
19/08/2013 10:24:47 La terapia migliore è quella chirurgica mininvasiva

Il trattamento dell’acalasia


La terapia migliore è quella chirurgica mininvasiva

L'acalasia è  una patologia motoria degenerativa che coinvolge il corpo dell’esofago e lo sfintere esofageo inferiore.
Lo sfintere esofageo inferiore è un meraviglioso sistema di valvola funzionale unidirezionale, che si determina a seguito dei rapporti anatomici tra esofago inferiore, stomaco e diaframma
Normalmente, durante la deglutizione, lo sfintere  consente la progressione del bolo alimentare nello stomaco e ... (Continua)

09/08/2013 09:57:18 Lo splicing alternativo può essere benefico oppure letale

Nuovo bersaglio terapeutico contro il cancro
Siamo in piena era genomica. Ormai chiunque può sequenziare il proprio DNA a prezzi abbordabili, con l’auspicio, leggendone la sequenza, di individuare le cause delle malattie e curarle con terapie personalizzate.
Ma in realtà solo una piccola frazione del nostro corredo genetico contiene il messaggio che viene tradotto in proteine, il cui numero e proprietà dipendono da come viene ‘letto’ il messaggio conservato dentro i geni. Giuseppe Biamonti e Claudia Ghigna, rispettivamente direttore e ... (Continua)

08/08/2013 Studio americano segnala l'esistenza di un nesso

Rischio linfoma legato alla celiachia
C'è un rischio di linfoma per chi soffre di celiachia. A dirlo è una ricerca condotta dagli scienziati del Celiac Disease Center presso il Columbia University Medical Center (CUMC) e del New York-Presbyterian/Columbia.
La ricerca, pubblicata su Annals of Internal Medicine, mostra come i pazienti affetti da celiachia e con un'atrofia ai villi intestinali presentino un rischio più elevato di linfoma rispetto a quei pazienti che non avevano problemi all'intestino.
Peter Green, direttore del ... (Continua)

08/08/2013 Le donne che hanno allattato risultano meno esposte al rischio

Alzheimer meno probabile per chi allatta al seno
Il rischio di insorgenza del morbo di Alzheimer diminuisce nelle donne che dopo il parto hanno potuto allattare al seno il proprio bambino. Ad avanzare l'ipotesi è una ricerca pubblicata sul Journal of Alzheimer da un gruppo di scienziati dell'Università di Cambridge.
Secondo la ricerca, a lunghi periodi di allattamento corrispondono riduzioni più significative del rischio di sviluppare la malattia neurodegenerativa. Secondo i ricercatori, la chiave risiederebbe in alcuni effetti biologici ... (Continua)

31/07/2013 10:30:07 Vasto studio conferma l’associazione fra le due patologie

I calcoli renali aumentano il rischio d’infarto
I calcoli renali sembrano aumentare il rischio di malattia coronarica e quindi di infarto. A dimostrarlo uno studio pubblicato nei giorni scorsi su Lancet, che ha coinvolto per vent’anni più di 242 mila persone sane, uomini e donne, tra i 25 e i 75. Quasi 20 mila hanno sviluppato nel corso degli anni calcoli renali e quasi 17 mila di loro sono andati incontro ad un infarto del miocardio, dimostrando quindi che il rischio di infarto in chi ha calcoli al rene aumenta di più del 50%, soprattutto ... (Continua)

30/07/2013 Associazione fra il deficit ormonale e l'insorgenza della malattia

Un calo di testosterone causa il Parkinson
Una ricerca americana ipotizza un nesso fra i livelli di testosterone nell'organismo e la possibile insorgenza del morbo di Parkinson. Nello specifico, i ricercatori del Rush University Medical Center segnalano la maggior probabilità di sviluppare la malattia con un livello basso di testosterone, il noto ormone maschile.
Lo studio, condotto dal dott. Kalipada Pahan e dal prof. Floyd A. Davis, e pubblicato sul Journal of Biological Chemistry, è stato realizzato su modello animale: “mentre gli ... (Continua)

24/07/2013 12:23:33 Insufficienza renale evitabile grazie a un esame annuale

Test dell'albumina previene complicanze in caso di diabete
Una delle complicanze più preoccupanti legate al diabete è la possibile insorgenza di insufficienza renale. Ciononostante, secondo i dati del National Diabetes Audit 2010/11 un paziente su quattro non esegue il test dell'albumina nelle urine.
Barbara Young, che fa parte dell'associazione Diabetes Uk, spiega: “chi non si sottopone all'esame è a rischio di dialisi e morte precoce”. Il test per la rilevazione dell'albuminuria è molto semplice e utile perché, come dice Giulio Mingardi, “capace ... (Continua)

23/07/2013 Sistema colinergico potenziato da alti livelli di scolarità e occupazione

Alzheimer, meno sintomi grazie a un lavoro impegnativo
Uno studio pubblicato su Neurobiology of Aging dai ricercatori dell’ Università Vita-Salute San Raffaele e dell’IRCCS Ospedale San Raffaele ha dimostrato per la prima volta nei pazienti con la malattia di Alzheimer che il sistema colinergico, importante per la memoria e per tutti i processi cognitivi, viene potenziato nei soggetti con alti livelli di scolarità e occupazione, contrastando la neurodegenerazione.
Ogni individuo possiede una riserva cognitiva che viene costruita e potenziata ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178| 179| 180| 181| 182| 183| 184| 185| 186| 187| 188| 189| 190| 191| 192| 193| 194| 195| 196| 197| 198| 199| 200| 201| 202| 203| 204| 205| 206| 207| 208| 209| 210| 211| 212| 213| 214| 215| 216| 217| 218| 219| 220| 221| 222| 223| 224| 225| 226| 227| 228| 229| 230| 231| 232| 233| 234| 235| 236| 237| 238| 239| 240| 241| 242| 243| 244| 245| 246| 247| 248| 249| 250| 251| 252| 253| 254| 255| 256| 257| 258| 259| 260| 261| 262| 263| 264| 265| 266| 267| 268| 269| 270| 271| 272| 273| 274| 275| 276| 277| 278| 279| 280| 281| 282| 283| 284| 285| 286| 287| 288| 289| 290| 291| 292| 293| 294| 295| 296| 297| 298| 299| 300| 301| 302| 303| 304| 305| 306| 307| 308| 309| 310| 311| 312| 313| 314| 315| 316| 317| 318| 319| 320| 321| 322| 323| 324| 325| 326| 327| 328| 329| 330| 331| 332| 333| 334| 335| 336| 337| 338| 339| 340| 341| 342| 343| 344| 345| 346| 347| 348| 349| 350| 351| 352| 353| 354| 355| 356| 357| 358| 359| 360| 361| 362

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale