Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 15

Risultati da 1 a 10 DI 15

16/09/2015 10:00:00 Con l'età più lenti perché usano male i muscoli
Il declino dei corridori
Fra il record attuale della maratona maschile e quello della fascia d'età 80-85 anni c'è più di un'ora di differenza. Naturale, direte voi, ma in realtà non è proprio così. Secondo una ricerca pubblicata su Medicine & Science in Sports & Exercise, infatti, il declino fisiologico dovuto al passare degli anni non è sufficiente a spiegare un gap così marcato.
Un team guidato dal prof. Paul DeVita – esperto di cinesiologia, la scienza che studia il movimento umano razionale attivo – presso la ... (Continua)
27/04/2015 14:57:00 L'attività fisica migliora la funzionalità dei mitocondri

Una camminata allunga la vita
Una mezz'ora di camminata veloce al giorno aumenta l'aspettativa di vita fra gli anziani ipertesi. Lo dice uno studio appena pubblicato su Hypertension da un team della George Washington University guidato da Charles Faselis, che spiega: «la prevalenza di ipertensione aumenta con l'età: secondo i dati dello studio Framingham, la probabilità di un individuo con pressione sanguigna normale a 55 anni di diventare iperteso nei due decenni successivi è di circa il 90%, con 7,6 milioni di morti ... (Continua)

25/11/2014 10:00:00 Rischio dimezzato per chi fa esercizio in maniera regolare

L'attività fisica salva dallo scompenso cardiaco
Muoversi fa bene e riduce anche il rischio di scompenso cardiaco. Lo dice uno studio pubblicato su Circulation da un team di ricercatori dell'Università di Uppsala guidato dal prof. Kasper Andersen.
Secondo gli scienziati svedesi, un'ora di esercizio fisico moderato o mezz'ora di attività intensa hanno l'effetto di ridurre di quasi la metà il rischio di scompenso cardiaco. I ricercatori hanno valutato quasi 40mila persone tra i 20 e i 90 anni senza scompenso cardiaco all'inizio dello studio, ... (Continua)

26/09/2014 14:56:56 Cambiare spesso gli esercizi aumenta il metabolismo basale

Fitness, l'importante è variare
L'aerobica non basta. Non è sufficiente ricoprirsi di sudore spingendo il cuore al limite per perdere un etto in più. Ciò che ci fa dimagrire veramente in realtà è il metabolismo basale, ovvero quello che si attiva – o dovrebbe attivarsi – quando si è a riposo, sciogliendo gli inutili accumuli adiposi.
È abbastanza chiaro a tutti che questo meccanismo è purtroppo sempre meno efficace nella società attuale, dove la disponibilità di cibo è immensa – per la maggior parte delle persone, almeno – ... (Continua)

26/05/2014 L'esempio della Nove Colli Running di 202km

Come affrontare una ultramaratona
Alcuni consigli su come preparare questo tipo di competizione dal punto di vista mentale, come affrontare la gara la cui durata massima è di 30 ore, e cosa ancora più importante il sano recupero a termine competizione.
Preparazione gara: raggiungere l'obiettivo, autoefficacia e risorse personali, visualizzazioni e sviluppo autoconsapevolezza.
Gara: attenzione, osservazione, respiro, allenatore interiore, come gestire eventuale crisi.
Post gara: resilienza, recupero

Bisogna ... (Continua)

16/12/2013 14:39:07 Memoria e capacità di concentrazione ridotte a causa dei traumi cranici

I traumi mettono a rischio il cervello degli atleti
I traumi cranici sono alla base di seri disturbi cognitivi come mancanza di concentrazione e di memoria negli atleti professionisti. Lo dice uno studio della Indiana University School of Medicine di Indianapolis pubblicato su Neurology.
Lo studio si concentra su sport particolarmente duri come il football americano e l'hockey su ghiaccio, nei quali gli scontri sono parte integrante dello spettacolo.
Il coordinatore Thomas McAllister spiega: “sono necessari ... (Continua)

26/04/2013 Pericolo degli analgesici negli sport di resistenza

Il rischio degli antidolorifici per i maratoneti
Gli atleti che si cimentano in sport di resistenza come la maratona dovrebbero considerare bene i rischi legati all'assunzione di analgesici per il controllo del dolore. Una ricerca pubblicata sul British Medical Journal, infatti, segnala il rischio concreto di effetti collaterali: “molti atleti cercano di evitare che il dolore interferisca con la performance usando farmaci da banco facilmente reperibili in farmacia o sugli scaffali dei supermercati”, spiega Bertold Renner, ricercatore del ... (Continua)

08/12/2011 Rischi di danni gravi ai muscoli cardiaci

Gli sport estremi sono un colpo al cuore
Un'attività fisica svolta al limite delle proprie possibilità può provocare seri danni al cuore. Lo dice una ricerca pubblicata sullo European Heart Journal che descrive l'impatto sul fisico di alcune discipline sportive particolarmente dispendiose, in primo luogo la maratona, ma anche le corse ciclistiche, l'alpinismo e sport multidisciplinari come il triathlon.
Uno sforzo fisico di tale portata produce un irrigidimento dei muscoli cardiaci e vere e proprie lesioni che tuttavia rientrano ... (Continua)

05/09/2011 12:51:13 Il segreto per vincere una maratona? Un bicchiere di birra analcolica

Birra analcolica e fitness
Integratori proteici e vitamine? Macché, il segreto per vincere una maratona è un bicchiere di birra, l’importante è che sia alcol free. Un nuovo studio pubblicato sulla rivista 'Medicine & Science in Sports & Exercise' effettuato da un gruppo di ricercatori della Technical University di Monaco ha dimostrato come i corridori e i maratoneti possano aumentare la loro potenza muscolare bevendo birra analcolica. I ricercatori hanno confrontato due gruppi di atleti quarantenni che si stavano ... (Continua)

15/07/2011 Il fenomeno dell'apoptosi limitato dal podismo e dagli sforzi prolungati

La maratona aiuta le cellule a vivere
Correre e soffrire per ore e ore avrebbe anche un effetto positivo sulla salute. Non solo quindi dolori muscolari e fatica a recuperare la condizione di partenza, fattori che contraddistinguono la vita e l'attività dei maratoneti, ma anche un “premio” in termini di benessere cellulare.
In sostanza, la maratona avrebbe conseguenze positive sul fenomeno dell'apoptosi, la morte cellulare programmata. Lo rivela uno studio nato in collaborazione fra Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” e ... (Continua)

  1|2

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale