Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 260

Risultati da 121 a 130 DI 260

16/11/2011 L'influenza determinante delle piastrine nello sviluppo tumorale

Piastrine alleate del cancro
Privati delle loro conseguenze più pericolose, ovvero le metastasi, i tumori potrebbero essere trattati alla stregua di malattie croniche come il diabete. Nella maggior parte dei casi, infatti, a determinare il decesso del paziente è la presenza di questi tumori secondari, che dalle piastrine ricevono la spinta necessaria al loro sviluppo.
A studiare il fenomeno ci hanno pensato gli scienziati del MIT (Massachusetts Institute of Technology), i quali sono partiti dalla premessa costituita ... (Continua)

02/11/2011 12:56:51 Le metastasi facilitate dall’azione di una proteina

Svelato il ruolo dei macrofagi sui tumori
Alcuni scienziati hanno individuato sulla superficie dei macrofagi presenti nel sangue, una proteina in grado di guidare la crescita tumorale e le metastasi.
In altre parole il tumore da solo non sarebbe in grado di progredire se non ci fossero queste cellule a spianargli la strada. La proteina responsabile dell’interazione tra il macrofago e il tumore è la S100A10, il ricercatore David Waisman sulla rivista Cancer Research ha confermato come i risultati ottenuti siano un esempio della ... (Continua)

31/10/2011 14:08:10 La proteina (FABP4) faciliterebbe la progressione intra-addominale

Un possibile fattore di crescita per il tumore ovarico
Una percentuale elevata (80%) di donne colpite da tumore ovarico presenta metastasi nei confronti degli organi addominali. È riportato da uno studio dell'Università di Chicago pubblicato su Nature Medicine, che conferma come il cancro delle ovaie rappresenta la quinta causa di morte nelle donne.
Il fenomeno è probabilmente dovuto al fatto che il tumore si propaga attraverso le cellule adipose dell’omento, che talvolta riesce a raggiungere dimensioni maggiori del tumore primario.
“Questo ... (Continua)

04/10/2011 14:48:03 A 130 anni dalla scoperta le piastrine hanno ancora molti segreti da rivelare

Un nuovo studio sulle piastrine del sangue
È stato condotto uno studio sulle variazioni del numero e delle caratteristiche delle piastrine del sangue in oltre diciottomila residenti del Molise.
La ricerca, pubblicata sulla rivista Haematologica, organo ufficiale dell’European Haematology Association, approfondisce alcuni aspetti ancora poco conosciuti che potranno rivelarsi molto utili non solo nella prevenzione delle malattie cardiovascolari ma anche in un campo inesplorato come il ruolo che le piastrine possono avere nella ... (Continua)

22/09/2011 I farmaci per l'ipertensione svolgono un'azione anti-cancro
I beta-bloccanti rallentano i tumori
Un team di ricerca americano ha scoperto che i beta-bloccanti, farmaci utilizzati per tenere sotto controllo la pressione alta, avrebbero anche un effetto antitumorale. I ricercatori hanno pubblicato su Cancer Epidemiology, Biomarkers & Prevention un'analisi comparata di migliaia di cartelle cliniche provenienti dal Danish Cancer Registry, scoprendo che i pazienti affetti da melanoma che assumevano beta-bloccanti per curare l'ipertensione mostravano una percentuale di mortalità inferiore alla ... (Continua)
19/09/2011 16:39:45 L'efficacia della molecola nelle complicanze dovute a tumore

Denosumab e gli eventi scheletrici correlati
Le metastasi ossee si formano quando le cellule neoplastiche si staccano dal tumore primario, penetrano nel circolo ematico o nel sistema linfatico e migrano verso il tessuto osseo, dove si impiantano e proliferano. Dopo essersi depositate nell’osso, secernono numerosi fattori di crescita che stimolano anche la produzione del ligando RANK, fattore chiave nel favorire un maggiore riassorbimento osseo. Tale stimolazione può causare il rilascio di altri fattori che contribuiscono ulteriormente ... (Continua)

15/09/2011 Un composto al loro interno combatte le cellule tumorali

Semi di lino contro il cancro al seno
Dai semi di lino una speranza per le donne affette da cancro al seno. Una ricerca tedesca ha mostrato come i fitoestrogeni contenuti in questo alimento riescano ad ostacolare lo sviluppo tumorale, prevenendo al contempo la nascita di altre metastasi attraverso il contenimento del fenomeno dell'angiogenesi.
Gli elementi che agiscono contro le cellule corrotte sono i lignani, sostanze naturali che le piante utilizzano per proteggersi dagli attacchi di microrganismi ostili, ma di cui a quanto ... (Continua)

14/09/2011 Insieme a riso e legumi diminuiscono le probabilità di ammalarsi

Frutta e verdura prevengono cancro al colon retto
E' il terzo tumore più diffuso in Italia, registra ogni anno circa 30-35mila nuovi casi e colpisce spesso sopra i 50 anni. Per prevenirlo basta una sana ed equilibrata alimentazione, a base di frutta e verdura di colore giallo: peperoni, arance, mandarini, carote, meloni, ananas e limoni, prodotti ad alto contenuto di beta-carotene. Poi bisogna sottoporsi una volta all'anno al test della ricerca del sangue occulto nelle feci e per i soggetti con familiarità, anche la colonscopia.
Contro ... (Continua)

09/09/2011 Eccezionale intervento a Roma presso la Clinica Villa Pia
Asportato un tumore al seno gigante
Davvero un intervento straordinario quello che ha permesso la rimozione di una massa tumorale enorme dal seno di una donna. È stato infatti asportato presso la Clinica Villa Pia a Roma un tumore della mammella di dimensioni eccezionali, quasi 8kg, un caso assai raro in Italia.
Una signora di 59 anni, già operata dieci anni fa per un tumore maligno alla mammella sinistra, era anche stata sottoposta a chemioterapia per la presenza di alcune metastasi ossee che negli anni si erano fermate ... (Continua)
05/09/2011 Eps8 determina il buon funzionamento del sistema immunitario

Immunità, ecco il motore che muove le difese dell’organismo
Si chiama Eps8 il componente chiave del motore che assicura alle cellule dendritiche, pattuglie specializzate del sistema immunitario, di scattare nel momento del pericolo per correre a dare l’allarme e attivare le squadre cellulari di difesa dell’organismo.
Senza questa proteina le cellule dendritiche, che sorvegliano organi e tessuti dalle minacce di virus, batteri, parassiti e anche cellule alterate, quali quelle tumorali, sono comunque in grado di avvertire i segnali di pericolo, ma ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale