Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 260

Risultati da 81 a 90 DI 260

17/10/2013 23:06:44 Sufficiente una singola somministrazione
Radioterapia palliativa del cancro della prostata
La radioterapia palliativa è il principale trattamento di cui disponiamo per alleviare il dolore dovuto a metastasi ossee da tumore prostatico. Due sono i protocolli utilizzabili: a somministrazione singola oppure multifrazionata (in più sedute). Un importante studio statunitense, condotto nel 2005, aveva dimostrato che non c’erano differenze nella capacità di ridurre il dolore da metastasi non complicate tra radioterapia a singola dose (potenzialmente meno dannosa) e quella multifrazionata. i ... (Continua)
04/10/2013 Un sedicenne americano mette a punto un nuovo sistema

Test low cost per il cancro al pancreas
In Italia sarebbe poco meno di un'utopia, ma negli Stati Uniti può accadere che un sedicenne del Maryland scopra un nuovo test per la diagnosi precoce del cancro al pancreas.
Il ragazzo si chiama Jack Andraka e il suo test è costituito da una striscia in grado di misurare i livelli di mesotelina, uno dei biomarcatori del tumore pancreatico presenti nel sangue di chi ne è colpito.
"Usando internet ho capito molto dei tumori al pancreas, da come vengono scoperti a come sono curati. Oggi i ... (Continua)

18/09/2013 Nuova scoperta sulla proteina responsabile della sindrome dell'X fragile

La proteina FMRP coinvolta nel cancro al seno
Uno studio italiano firmato dalla prof.ssa Claudia Bagni ha scoperto il meccanismo con il quale la proteina responsabile della Sindrome dell'X Fragile (FMRP)
contribuisce alla progressione del cancro alla mammella.
Per raggiungere questo importante obiettivo il gruppo della prof.ssa Bagni, che lavora presso l'Università degli Studi di Roma Tor Vergata, ha collaborato con diversi centri di ricerca e ospedali italiani (tra i quali l’Istituto oncologico ... (Continua)

16/09/2013 Chirurgia auspicabile anche per gli affetti da metastasi epatiche

L’iter curativo per un paziente con metastasi
Il fegato è il sito metastatico principale del cancro colo-rettale: il 15-25% dei pazienti presenta già metastasi epatiche al momento della diagnosi del tumore primitivo (metastasi sincrone); un ulteriore 20% di pazienti presenterà metastasi epatiche successive alla diagnosi di cancro colo-rettale (metastasi metacrone).
La sopravvivenza a 5 anni dalla diagnosi di metastasi epatiche, in assenza di trattamento chirurgico, è inaccettabilmente bassa, attestandosi su valori dello 0-1%. Come pure ... (Continua)

13/09/2013 14:51:57 Mig 6 prevede la sopravvivenza nei pazienti trattati con inibitori dell’Egfr
Un marcatore per il tumore del polmone
Un nuovo marcatore potrebbe aiutare i medici a prevedere l’efficacia degli inibitori dell’Egfr utilizzati in caso di tumore al polmone. Il marcatore si chiama Mig 6 e pare in grado di stimare con precisione la sopravvivenza fino a due anni dei pazienti trattati con gefitinib ed erlotinib.
David Sidransky, coautore di uno studio pubblicato su Plos One, spiega: “questi farmaci si usano nei pazienti con cancro polmonare o del pancreas, ma a beneficiarne in modo particolare in termini di ... (Continua)
09/08/2013 09:57:18 Lo splicing alternativo può essere benefico oppure letale

Nuovo bersaglio terapeutico contro il cancro
Siamo in piena era genomica. Ormai chiunque può sequenziare il proprio DNA a prezzi abbordabili, con l’auspicio, leggendone la sequenza, di individuare le cause delle malattie e curarle con terapie personalizzate.
Ma in realtà solo una piccola frazione del nostro corredo genetico contiene il messaggio che viene tradotto in proteine, il cui numero e proprietà dipendono da come viene ‘letto’ il messaggio conservato dentro i geni. Giuseppe Biamonti e Claudia Ghigna, rispettivamente direttore e ... (Continua)

12/06/2013 Presa di posizione netta degli urologi italiani

No agli interventi preventivi sulla prostata
È del tutto sconsigliabile intervenire chirurgicamente in via preventiva per scongiurare eventuali problemi alla prostata. A dirlo sono gli specialisti della Società italiana di urologia oncologica (Siuro) che si sono riuniti a congresso a Firenze.
Il dibattito si è acceso dopo la decisione dell'attrice Angelina Jolie, che è intervenuta facendo rimuovere entrambe le mammelle per abbattere il rischio di cancro al seno determinato geneticamente da una particolare mutazione. Successivamente è ... (Continua)

11/06/2013 Perno della nuova terapia è l'integrina
Nuova cura per il tumore al cervello
Impedire la metastasi delle cellule tumorali all'interno del cervello potrebbe presto essere possibile grazie a un'innovativa tecnica studiata all'Università di Oxford, in Inghilterra.

La nuova metodica è stata illustrata in un articolo pubblicato sulla rivista “PloS ONE”.

Il direttore della ricerca, il dott.Shawn Carbonell, spiega che la chiave della nuova terapia è l'integrina, una molecola presente sulla superficie delle cellule cancerose (una glicoproteina integrale di ... (Continua)
22/04/2013 18:57:08 Pubblicati i risultati della studio COLOR II
Chirurgia laparoscopica preferibile nel cancro colorettale
Ad oggi non era ancora stato chiarito se la chirurgia laparoscopica fosse veramente una valida alternativa alla chirurgia a cielo aperto nei pazienti con cancro rettale. Proprio per rispondere a tale quesito è stato progettato il COlorectal cancer Laparoscopic or Open Resection (COLOR II) trial. Infatti lo scopo dello studio è stato quello di confrontare la chirurgia laparoscopica e quella a cielo aperto in questo tipo di pazienti. Il trial si è svolto in 30 centri di 8 nazioni ed ha ... (Continua)
27/03/2013 Particolare caratteristica genetica raddoppia il rischio di obesità infantile

Nuovo fattore genetico per l’obesità nei bambini
Una ricerca pubblicata sull’International Journal of Obesity ha evidenziato come una particolare variante di un gene situato nel cromosoma 11 possa determinare un maggiore rischio di aumento di peso nei bambini.
Lo studio è stato condotto dai Ricercatori del Progetto Moli-sani in collaborazione con altri centri scientifici europei che partecipano al Progetto IDEFICS.
L’obesità, uno dei principali problemi per la salute in campo mondiale, è il risultato di una serie di fattori, sia ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale