Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 15

Risultati da 1 a 10 DI 15

17/07/2015 15:55:00 La decolorazione cutanea permanente provocata dal metilfenidato transdermico

Un farmaco per l’Adhd può causare il leucoderma chimico
C’è un farmaco utilizzato per il trattamento dell’Adhd che può causare una decolorazione cutanea permanente, una condizione nota come leucoderma chimico. Lo dice in una nota pubblicata sul suo sito la Food and Drug Administration, che ha lanciato così un warning sull’uso del metilfenidato transdermico.
Nel caso in cui i pazienti o i loro familiari scoprissero zone depigmentate sulla pelle sotto il cerotto, l’agenzia invita a segnalare immediatamente l’accaduto al medico curante. Nella nota ... (Continua)

30/10/2014 15:40:00 Il trattamento anti-ADHD può causare erezioni prolungate

Il metilfenidato può provocare priapismo
Il farmaco metilfenidato utilizzato per il trattamento dell'ADHD può provocare in casi sporadici una condizione di priapismo. A dirlo è un aggiornamento del bollettino sulla farmacovigilanza prodotto dalla Therapeutic Goods Administration – l'agenzia del farmaco australiana – che ha analizzato gli effetti della sostanza, un farmaco stimolante del sistema nervoso centrale che può essere prescritto per ridurre i disagi del Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività.
Non essendo definita ... (Continua)

22/10/2014 11:55:00 Ragazza costretta a dormire quasi tutto il giorno

La sindrome di Kleine-Levin
Dormire 22 ore al giorno è un record che anche un neonato di pochi giorni fatica a raggiungere. Eppure ci sono circa mille persone al mondo costrette a questo “forcing” del riposo.
Una di queste è Beth Goodier, ragazza inglese che soffre della sindrome di Kleine-Levin, detta anche della “bella addormentata”, un disturbo neurologico che comporta delle vere e proprie crisi di sonno che possono durare per giorni o addirittura per settimane.
L'incidenza è come detto molto bassa, per fortuna, ... (Continua)

27/08/2014 16:50:00 I figli rischiano di più se la madre fuma in gravidanza

Il fumo favorisce l'Adhd
Tra i vari effetti negativi associati al fumo in gravidanza vi sarebbe anche la maggiore probabilità di insorgenza dell'Adhd, il disturbo da deficit di attenzione e iperattività. Il rischio rimarrebbe più alto della media anche nel caso in cui le donne si avvalessero di sostituti della nicotina.
L'epidemiologo Carsten Obel, che lavora presso l'Università di Aarhus, in Danimarca, non è però ancora certo del rapporto di causa ed effetto fra consumo di nicotina e insorgenza dell'Adhd nei ... (Continua)

14/06/2014 Emerge il nuovo fenomeno del doping cerebrale

Il rischio degli psicostimolanti per chi fa la maturità
Preparare un esame di maturità può avere risvolti anche pericolosi per la salute a causa dei cosiddetti study-drugs, ovvero psicostimolanti utilizzati per migliorare memoria e concentrazione. Fra le sostanze più in voga quelle usate per il trattamento di alcune malattie psichiatriche o neurologiche come l'Adhd (metilfenidato) o l'Alzheimer (piracetam).
Stando ai risultati di un sondaggio effettuato dal sito Skuola.net, il 64 per cento degli studenti dichiara di accusare problemi di ... (Continua)

08/02/2013 Un chip a Dna per migliorare diagnostica e cure terapeutiche

Uno strumento per la diagnosi dell'ADHD
La diagnosi di ADHD è sempre complicata da pronunciare e da ascoltare. Il disturbo da deficit di attenzione e iperattività è il più comune disturbo neuropsichiatrico infantile e comporta una serie di sintomi nel bambino, fra cui appunto l'incapacità di stare fermo, la mancanza di concentrazione e la difficoltà a fare i compiti richiesti a scuola e a casa.
Uno studio europeo del 2010 ha riscontrato che i bambini affetti da ADHD hanno statisticamente difficoltà notevoli in tutti gli aspetti ... (Continua)

23/01/2012 12:59:23 Un grave problema legato a una ricerca scientifica insufficiente

I farmaci nei disturbi dello spettro autistico
I Disturbi dello spettro autistico (ASD) sono un insieme di disturbi del neuro sviluppo che comprendono l'autismo, la sindrome di Asperger e disturbi pervasivi dello sviluppo non altrimenti specificato. Essi sono diagnosticati e classificati in tre gruppi principali di alterazioni del comportamento: comunicazione e interazione sociale alterate, e comportamenti stereotipati. I sintomi di ASD di solito emergono nei primi 3 anni di vita e attualmente non sono disponibili biomarcatori utili ad una ... (Continua)

29/09/2009 L'EMEA mantiene in vendita lo psicofarmaco
Il Ritalin fa male ma resta in commercio
Le medicine da una parte curano, dall'altro fanno male: in alcuni casi molto. Il Ritalin è uno psicofarmaco prescritto ai bambini con la sindrome da deficit d'attenzione e iperattività (ADHD), ma presenta gravissimi effetti collaterali.
L’Agenzia Europea del Farmaco (EMEA) ha terminato la revisione sul Ritalin®, concludendo che il medicinale può provocare: “aritmie, possibili arresti cardiaci, ischemie cerebrali, psicosi e forme maniacali, alterazioni del pensiero e paranoie, tossicità per ... (Continua)
24/06/2009 
No ai farmaci e alle "smart drugs" per la maturità
Si avvicinano gli esami di maturità e con essi un periodo di intenso stress per gli studenti. Per fronteggiarlo, molti ragazzi corrono il rischio di affidarsi alle cosiddette “smart drugs”, sostanze legali ma dopanti.
L'allarme viene dal Cnr, che sulla propria rivista, l'Almanacco della Scienza, ha pubblicato un articolo in cui mette in guardia tutti su queste pericolose sostanze.
Mentre in passato ci si affidava a quantità smodate di caffè per restare svegli e studiare, oggi alcuni ... (Continua)
18/06/2009 
Morti improvvise di bambini per psicofarmaci anti-ADHD
Certi farmaci possono uccidere i bambini a cui vengono somministrati. È accaduto ad alcuni piccoli pazienti americani che avevano assunto medicinali per la sindrome da iperattività e deficit di attenzione (ADHD).
La Food and Drug Administration (FDA) ed il National Institute of Mental Health hanno finanziato un nuovo studio sugli effetti avversi derivanti dalla somministrazione ai bambini degli psicofarmaci utilizzati per sedare l'iperattività. I risultati sono stati resi noti in questi ... (Continua)

  1|2

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale