Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 103

Risultati da 71 a 80 DI 103

19/03/2010 10:49:30 Scoperta sul diabete di ricercatori del progetto “Lymphangiogenomics”

La proteina che regola l'assorbimento dei grassi
Si punta sulla proteina VEGF-B per controllare l'accumulo di grassi nei muscoli. Un gruppo di ricercatori europei ha presentato uno studio che potrebbe aprire la strada a nuovi tipi di trattamento per la regolazione degli acidi grassi, il cui accumulo aumenta il pericolo di insorgenza del diabete di tipo 2 e di malattie cardiovascolari.
Gli acidi grassi vengono assunti dall'organismo attraverso la carne, il pesce e i derivati del latte. Alcuni di essi, gli omega 3, sono ormai famosi perché ... (Continua)

05/03/2010 Ricerca scopre che in molti casi è il sistema immunitario a sbagliare
Alcune infiammazioni scatenate dai mitocondri
Forse è capitato anche a voi di sviluppare un'infiammazione dopo un infortunio o un piccolo trauma. Una ricerca pubblicata su Nature suggerisce l'ipotesi che le infiammazioni dipendano in alcune circostanze da una reazione sbagliata dell'organismo, che aggredisce per errore i mitocondri.
I mitocondri possono essere considerati le centrali energetiche delle cellule, perché garantiscono l'energia necessaria ad alcune funzioni fondamentali come il movimento. Secondo i ricercatori del Beth ... (Continua)
10/09/2009 Proteina impedisce rotture cromosomiche

Scoperta proteina che protegge i cromosomi
Un nuovo passo avanti per combattere malattie mortali come il cancro. La scienza afferma da tempo che l'instabilità cromosomica e le mutazioni genetiche sono collegati al malfunzionamento del metabolismo cellulare e possono provocare gravi patologie, tra cui figurano anche i tumori.
Una proteina riesce a proteggere i cromosomi, impedendo che si frammentino e producano quindi l'insorgere di diverse malattie.
I ricercatori del Dipartimento di Biologia di base e applicata (DBBA) ... (Continua)

15/06/2009 
Farmaco promettente per la distrofia di Ullrich
Si chiama Debio 025 e potrebbe essere il lasciapassare per avviare la sperimentazione sull’uomo di una terapia farmacologica per la distrofia muscolare congenita di Ullrich, grave patologia di origine genetica. È quanto emerge dagli studi, finanziati in larga parte da Telethon e pubblicati sul British Journal of Pharmacology* e su Human Molecular Genetics** da Paolo Bernardi e Paolo Bonaldo dell’Università di Padova. Il farmaco è prodotto da una ditta di Losanna, la Debiopharm SA.
Come la ... (Continua)
12/01/2009 14:07:42 
Scoperta la causa dell'encefalopatia etilmalonica
Una ricerca italiana ha identificato il meccanismo biologico che conduce ad una gravissima e rarissima malattia infantile: l'encefalopatia etilmalonica.
La prestigiosa rivista “Nature Medicine” ha pubblicato la nuova importante scoperta del Centro di Ricerca sulle Malattie Mitocondriali Fondazione Pierfranco e Luisa Mariani, presso l’Istituto Neurologico Carlo Besta (Nature Medicine AOP 11 January 2009; doi:10.1038/nm.1907).
Il team di ricercatori diretti da Valeria Tiranti e Massimo ... (Continua)
14/10/2008 10:12:27 

Introduzione alla semeiotica biofisica quantistica
All’inizio del terzo millennio, la Medicina Occidentale rivela aspetti contrastanti, talvolta decisamente contraddittori, propri di una situazione paradossale: il progresso tecnologico-scientifico ha favorito enormemente, rendendola più agevole, sia la diagnosi sia la terapia di molte malattie, ma d’altra parte, come conseguenza dei numerosi e determinanti aiuti esterni, le capacità diagnostiche del medico si sono inaridite. Sorge così l’attuale crisi del rapporto medico-paziente, sulle cui ... (Continua)

13/10/2008 10:25:34 

Un olio dalle arance contro il cancro alla prostata
Dalla buccia delle arance è possibile estrarre un olio che ha dimostrato di possedere delle proprietà terapeutiche per il cancro alla prostata.
Oltre agli altri benefici per la salute già noti di questi agrumi, arriva ora questa significativa notizia dallo studio italiano, pubblicato su “Cancer Research”, condotto dagli scienziati coordinati da Adriana Albini dell'Irccs MultiMedica di Milano e Francesca Tosetti dell'Ist di Genova.
Una categoria di nuovi farmaci antinfiammatori e ... (Continua)

13/10/2008 
Meglio evitare aspirina e antiinfiammatori in età pediatrica
Nei bambini al di sotto dei 15 anni la somministrazione di Aspirina o di altri farmaci della classe degli antiinfiammatori non steroidei (Fans), quando viene effettuata durante episodi febbrili dovuti ad infezioni virali comuni (es: influenza, varicella, coxackiosi) è stata associata alla comparsa di una grave sindrome neurologica potenzialmente mortale: la Sindrome di Reye. Malgrado si tratti di un'evenienza rara, il quadro clinico può evolvere in modo drammatico con comparsa di sintomi ... (Continua)
18/07/2008 
Scoperti meccanismi molecolari che provocano l'atassia
I ricercatori del Centro Internazionale di Ingegneria Genetica e Biotecnologia (ICGEB) di Trieste fanno luce sui meccanismi cellulari responsabili dell’insorgenza dell’atassia di Friedreich, una malattia genetica ereditaria che comporta nel tempo un progressivo danneggiamento al sistema nervoso.
La ricerca, da poco pubblicata sulla prestigiosa rivista internazionale “American Journal of Human Genetics”, è stata svolta anche grazie al sostegno dell’AIRC (Associazione Italiana per la ... (Continua)
13/02/2008 
Il litio frena la sclerosi laterale amiotrofica
La ricerca italiana guadagna nuovamente la ribalta internazionale con un importante risultato ottenuto nello studio della sclerosi laterale amiotrofica (SLA). Grazie alla stretta collaborazione tra quattro istituti è stato dimostrato che la somministrazione di litio rallenta significativamente la progressione di questa gravissima malattia neurodegenerativa e progressiva. Lo studio è pubblicato oggi sulla prestigiosa rivista “PNAS” (Proceedings of the National Academy of Sciences of the United ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale