Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1621

Risultati da 651 a 660 DI 1621

09/04/2013 È la sostanza che crea problemi quando si mangia carne rossa

La carnitina della carne rossa fa male al cuore
Troppa carne rossa fa male, si sa, ma ora abbiamo un imputato preciso, la carnitina. È questa sostanza, secondo una recente ricerca della Cleveland Clinic Foundation, a determinare problemi per il nostro organismo.
La ricerca coordinata dal dott. Stanley Hazen e pubblicata su Nature Medicine ha individuato nella L-carnitina l'aspetto più preoccupante legato al consumo di carne rossa, spesso associato all'insorgenza di patologie cardiovascolari, cancro e obesità. Secondo i ricercatori ... (Continua)

05/04/2013 Un composto endogeno rallenta la crescita e la diffusione del tumore

Le proprietà anti-cancro di una molecola
Una ricerca statunitense ha messo in luce le proprietà antitumorali di un prodotto che deriva dalla metabolizzazione di un acido grasso omega-3. Il composto combatte la neoplasia tagliando i rifornimenti di ossigeno e di nutrienti essenziali per lo sviluppo, ostacolandone così la crescita e la diffusione nell'organismo.
Lo studio è frutto del lavoro di un team dell'Università della California con sede a Davis, che ha pubblicato gli esiti della ricerca sulla rivista Proceedings of the ... (Continua)

05/04/2013 Una molecola potrebbe velocizzare la fase di diagnosi

Un nuovo parametro per diagnosticare gli attacchi cardiaci
Una diagnosi il più veloce possibile per intervenire con maggiore efficacia in caso di attacchi cardiaci. È lo spirito di una ricerca dell'Università di Otago, in Nuova Zelanda, che ha studiato l'applicazione di un nuovo parametro per la valutazione della condizione dei pazienti ricoverati nei reparti di emergenza degli ospedali.
Stando ai risultati dello studio proposto da Chris Pemberton e dai suoi colleghi, si potrebbe usare la molecola peptide grelina (GHRsp) per capire se il paziente è ... (Continua)

28/03/2013 Nuovo composto blocca il metabolismo delle cellule malate

Un farmaco mette a dieta i tumori
Sfruttare la “fame” di grassi delle cellule tumorali per bloccarne il metabolismo. Un team italiano ha dimostrato che è possibile bloccare farmacologicamente il metabolismo delle cellule tumorali, colpendole selettivamente.
Il gruppo di lavoro è tutto italiano, guidato da Lorenzo Montanaro dell'Università di Bologna e da Gianfranco Peluso dell’Istituto di biochimica delle proteine del Consiglio nazionale delle ricerche (Ibp-Cnr) di Napoli, e si è formato circa 10 anni fa su intuizione del ... (Continua)

27/03/2013 Il “cuore d'atleta” connesso con il malfunzionamento di una molecola chiave

Una molecola causa la cardiomegalia
La cardiomegalia potrebbe essere connessa con il cattivo funzionamento di una molecola, RhoGEF12, che gioca un ruolo fondamentale nella cascata di segnalazioni molecolari responsabili della crescita anomala delle pareti. Per cardiomegalia si intende infatti l'aumento del volume o della massa del cuore provocato da un ispessimento delle pareti o dalla dilatazione abnorme delle sue cavità.
Quando non è dovuta a ragioni di natura congenita o a malattie metaboliche, la cardiomegalia si può ... (Continua)

27/03/2013 Funziona sui topi la riprogrammazione con cellule staminali

Un sangue giovane grazie alle staminali
Per ringiovanire il sangue c'è bisogno delle staminali. A dirlo è una ricerca dell'Università di Lund, in Svezia, che sulla rivista Blood ha pubblicato i dettagli di una sperimentazione effettuata su modello murino.
I ricercatori sono riusciti a eliminare alcune modifiche che avevano colpito il plasma di topi anziani: “l'invecchiamento è la conseguenza di cambiamenti nelle staminali nel tempo. Alcuni sono irreversibili, come i danni al Dna, mentre altri, chiamati epigenetici, avvengono nel ... (Continua)

26/03/2013 Nuovo metodo per l'analisi statistica della crescita tumorale

Capire il melanoma dalla diversificazione cellulare
Estrarre una vasta gamma di informazioni statistiche dalla crescita in vitro di colonie cellulari di melanoma, un tumore maligno dei melanociti, cellule presenti in particolar modo nei tessuti cutanei. È il nuovo metodo di analisi, sviluppato da un team di fisici teorici computazionali e biologi cellulari molecolari, per comprendere in maniera quantitativa la progressione tumorale. La ricerca, condotta dall'Istituto per l'energetica e le interfasi del Consiglio nazionale delle ricerche ... (Continua)

26/03/2013 Scoperta italiana alimenta nuove speranze nella lotta al cancro

Maltolo nuovo killer dei tumori
Le cellule tumorali non amano il maltolo. La sostanza, contenuta nel malto, nel caffè, nella cicoria e nel cocco, è al centro di una ricerca tutta italiana portata avanti da due diversi team dell'Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo” guidati da Mirco Fanelli e Vieri Fusi.
Lo studio, pubblicato sul British Journal of Cancer e sul Journal of Organic Chemistry, individua nel maltolo la base per la messa a punto di nuove classi di molecole capaci di costringere al suicidio le cellule ... (Continua)

23/03/2013 Identificati primi marker diagnostici della sensibilità al glutine

Studio sulla sensibilità al glutine “non celiaca”
Un nuovo studio riafferma l'esistenza della sensibilità al glutine non celiaca, una patologia distinta dalla celiachia, ma accomunata ad essa dall'intolleranza al glutine. Lo studio, pubblicato recentemente sulla rivista scientifica internazionale American Journal of Gastroenterology, è stato realizzato su oltre 250 pazienti, con l’obiettivo di indagare e confermare la sensibilità al glutine, definita come non celiaca, e ottenere le prime indicazioni sui marker diagnostici, sierologici ed ... (Continua)

20/03/2013 19:24:02 Nuova metodica utile per riconoscere il DNA metilato legato al cancro
Valutazione della metilazione del DNA utilizzando i nanopori
La metilazione del DNA è una delle più importanti e frequenti modificazioni epigenetiche nelle cellule di mammifero e svolge un ruolo essenziale nella regolazione della crescita e proliferazione cellulare. Negli esseri umani, la più comune modificazione epigenetica del DNA consiste nell'aggiunta di un gruppo metilico alla citosina (formando la 5-metilcitosina o 5mC), che avviene esclusivamente in siti CG simmetrici sulla doppia elica del DNA che sono indicati come dinucleotidi CpG. Una ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale