Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1621

Risultati da 831 a 840 DI 1621

29/02/2012 13:28:58 Una malattia rarissima che si manifesta in epoca neonatale

Il gene DIS3L2 nella sindrome di Perlman
Trovato un gene ritenuto il responsabile della sindrome di Perlman, malattia rara neonatale. A questa scoperta hanno partecipato due professori, il professor Eamonn Maher dell’Università di Birmingham e professor Giovanni Neri dell’Università Cattolica. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista ''Nature Genetics'' ed ha riportato la individuazione di un gene definito DIS3L2 che sarebbe il vero responsabile di questa malattia, e che potrebbe rappresentare il marker specifico da ricercare per ... (Continua)

28/02/2012 PfEMP1 aiuta il parassita a sfuggire al sistema immunitario

La molecola che nasconde la malaria
Un team internazionale di scienziati ha scoperto una molecola chiave che aiuta il parassita della malaria a sfuggire al sistema immunitario del corpo umano. I risultati dello studio, in parte finanziati dal progetto sostenuto dall'Unione Europea EVIMALAR e presentati sulla rivista Cell Host & Microbe, potrebbero fornire nuove informazioni su come il parassita che provoca la malattia riesca a sfuggire alle difese costruite dal sistema immunitario.
Coordinati dal Walter and Eliza Hall ... (Continua)

23/02/2012 15:15:37 Sostanze in grado di correggere i difetti dell’RNA responsabili della malattia

Nuove molecole per la distrofia muscolare

Gli scienziati del campus della Florida The Scripps Research Institute hanno per la prima volta, progettato una serie di piccole molecole che agiscono contro un difetto di RNA direttamente responsabile della forma più comune distrofia muscolare dell’età adulta
In due studi correlati pubblicati di recente in edizioni online del Journal of American Chemical Society e ACS Chemical Biology , gli scienziati mostrano che questi nuovi composti possono migliorare in modo significativo un certo ... (Continua)

22/02/2012 Il virus altera per sempre anche le cellule non infettate

L'impronta molecolare dell'Hiv
Il virus dell'Hiv marchia a fuoco le cellule con cui viene a contatto, indipendentemente dal fatto che queste ultime ne escano infettate o meno. È il risultato di una ricerca italiana sugli effetti del virus nei confronti dei micro-Rna, la cui qualità e il cui comportamento vengono modificati irrimediabilmente.
La ricerca è stata coordinata da Claudio Casoli del Centro di Ricerca Medica e Diagnostica Molecolare “Gemiblab” di Parma e da Andrea Cossarizza dell'Università degli Studi di ... (Continua)

22/02/2012 L'espressione di una molecola può migliorare la diagnosi precoce di melanoma

Nuovo test per scovare i nei maligni
Se un neo ci preoccupa fra poco potremmo affidarci a un nuovo test per scoprirne la natura. Lo annunciano alcuni ricercatori del Weill Cornell Medical College di New York sulla rivista Archives of Dermatology, secondo cui una nuova analisi basata sull'espressione di una particolare molecola potrebbe soppiantare i vari test utilizzati per scoprire se un neo è maligno oppure no, come ad esempio la biopsia.
Il nuovo test si basa sulla valutazione dell'espressione dell'adenilil-ciclasi ... (Continua)

21/02/2012 La tecnica dell'origami a Dna per “suicidare” le cellule corrotte

Un nanorobot spinge le cellule cancerose al suicidio
Un nanorobot che induce le cellule tumorali a suicidarsi. È la prospettiva ventilata da una ricerca della Harvard University apparsa su Science che descrive l'azione di un dispositivo robotico costruito sulla base del principio dell'origami a Dna. Il dispositivo sarebbe in grado di identificare particolari obiettivi e di spedire istruzioni molecolari specifiche.
Il nanorobot è opera di un team di ricercatori guidati da Shawn Douglas, Ido Bachelet e George M. Church. Questa sorta di ... (Continua)

20/02/2012 Rischi diversi a seconda del momento della giornata

Le infezioni dipendono dall'ora
Ci sono momenti precisi nel corso della giornata in cui risultiamo più vulnerabili nei confronti di virus e batteri. Lo dice uno studio americano della Yale University School of Medicine secondo cui il fattore tempo sarebbe fondamentale per la diffusione delle infezioni.
La ricerca, pubblicata su Immunity, rivela il comportamento di una proteina del sistema immunitario, influenzata dalle modificazioni chimiche dell'organismo a seconda del momento della giornata che stiamo vivendo.
Lo ... (Continua)

16/02/2012 Nuova strategia terapeutica per l'irrigidimento delle arterie

Una molecola per proteggere le arterie in menopausa
Una delle conseguenze della menopausa è l'irrigidimento delle arterie, disturbo per il quale finora non si era trovato un vero e proprio rimedio. Ora una ricerca americana tenta di offrire un'opportunità terapeutica ai medici con la scoperta di una molecola in grado di migliorare la funzione vascolare delle donne in menopausa.
I ricercatori dell'Università del Colorado, guidati da Kerrie Moreau, hanno scoperto che la molecola BH4 o tetraidrobiopterina può svolgere un ruolo protettivo per ... (Continua)

15/02/2012 12:38:03 Il tessuto cardiaco può essere rigenerato con le staminali

Le cicatrici del cuore si possono riparare
Le “cicatrici” prodotte da un infarto cardiaco potrebbero essere sostituite con tessuto sano utilizzando le cellule staminali estratte dal cuore dello stesso paziente, con una “restitutio ad integrum”.
Lo afferma uno studio del Cedars-Sinai Heart Institute di Los Angeles pubblicato sulla rivista 'Lancet'.
Dai i primi risultati del trial è emerso che la percentuale di tessuto cicatriziale è stata dimezzata. "E - affermano i ricercatori americani - si è verificato anche un aumento ... (Continua)

15/02/2012 12:38:03 Una molecola già nota per altre malattie è compatibile per la cura della corea
Ripristinare i livelli di GM1 per curare Huntington
E' in studio un trattamento 'promettente' per i malati di Huntington in grado di ritardare e in alcuni casi arrestare la progressione della malattia. È forse possibile ritardare o addirittura arrestare la progressione della malattia di Hungtinton, patologia neurodegenerativa.
Una nuova ricerca dell’Università di Alberta ha impiegato una molecola chiamata GM,1 già utilizzata in altri studi per altre malattie, per curare la corea di Huntington. I risultati della ricerca sono stati ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale