Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 334

Risultati da 41 a 50 DI 334

19/11/2015 16:40:25 Nei casi di carcinoma mammario o del colon

Una mutazione genetica rende inefficace la chemio
Un'alterazione genetica è alla base dell'inefficacia di un preciso trattamento chemioterapico, quello a base di antracicline o oxaliplatino. I pazienti potenzialmente colpiti dal problema sono quelli affetti da tumore del seno o del colon.
A scoprirlo è stato un team del Gustave Roussy Cancer Campus e del Centre de Recherche des Cordeliers di Parigi coordinato da Guido Kroemer. Ha collaborato alla ricerca un gruppo di scienziati dell'ISS-CNR. Il team di Luca Businaro dell'Istituto di ... (Continua)

19/11/2015 14:55:00 Aggiornato il documento sulla gestione dei pazienti

Noduli tiroidei, nuove linee guida
Sono state aggiornate le linee guida sulla gestione dei pazienti con noduli tiroidei. Si tratta di una condizione delicata che necessita della giusta valutazione per distinguere le neoformazioni benigne dai tumori maligni.
Il nuovo documento, pubblicato su Thyroid dall'American Thyroid Association (Ata), rinnova le linee guida del 2009, concentrandosi sull'interpretazione dei risultati della biopsia e dei marcatori molecolari, sulla valutazione del rischio e sullo screening tumorale.
A ... (Continua)

16/11/2015 09:54:17 Resta attivo fino a 90 giorni per controllare la glicemia

Diabete, in arrivo il sensore “highlander”
Smart e mini, ma con una durata maxi. Sarà presentato all'inizio del 2016 il primo sensore per il monitoraggio continuo della glicemia completamente impiantabile. Grazie a un trasmettitore indossabile e ad una App per smartphone è in grado di dare risposte accurate e in tempo reale per 90 giorni consecutivi senza essere mai sostituito.
Due caratteristiche che promettono di dare un aiuto concreto a chi ha il diabete di tipo 1, 300mila persone in Italia, e vuole avere una vita attiva e ... (Continua)

10/11/2015 16:00:00 La necessità del monitoraggio ambulatoriale

Le linee guida per l'ipertensione arteriosa
Una revisione sistematica delle linee guida sull'ipertensione arteriosa segnala la necessità del monitoraggio ambientale come strumento per la diagnosi della malattia. Il documento pubblicato su Annals of Internal Medicine dalla U.S. Preventive Services Task Force (Uspstf) raccomanda la valutazione annuale degli adulti a rischio.
Le raccomandazioni sostengono che l'ipertensione riscontrata dal medico di famiglia va confermata dal monitoraggio ambulatoriale per scongiurare il fenomeno ... (Continua)

05/11/2015 11:05:00 Utile per verificare importanti parametri della salute
La benda che misura il flusso sanguigno
Per analizzare la quantità di sangue che scorre nel nostro organismo a breve potremo utilizzare anche uno strumento indossabile. Un team di ricercatori americani sta realizzando infatti una benda flessibile che si adatta alla pelle e si serve di un sensore di calore per valutare in tempo reale la natura del flusso sanguigno.
La prima possibile applicazione è il monitoraggio della salute della pelle di quei pazienti che hanno subito un innesto cutaneo, ma in futuro il dispositivo, che ... (Continua)
15/10/2015 17:37:55 Se non trattato adeguatamente può degenerare

Quando il dolore postoperatorio diventa cronico
Il dolore postoperatorio è da mettere in conto dopo un intervento chirurgico, ma va tenuto sotto controllo affinché non sfoci in dolore cronico. Può infatti avere numerosi effetti negativi: dalle conseguenze psicologiche all’aumento delle secrezioni gastrointestinali, dalla ritenzione urinaria alle complicanze polmonari.
Ne abbiamo parlato in questa lunga intervista con Antonio Corcione, neo presidente SIAARTI e direttore Anestesia e Rianimazione all’ospedale Monaldi di Napoli
Professore ... (Continua)

15/10/2015 15:44:00 La sopravvivenza aumenta ma è ancora troppo bassa
Sepsi, un gigante ancora troppo nascosto
La sepsi è una delle condizioni più pericolose, ma al tempo stesso fra le meno conosciute. Anche se negli ultimi anni è cresciuto il tasso di sopravvivenza, la mortalità di un paziente con shock settico è ancora intorno al 40%, percentuale tra le più elevate tra le malattie acute.
Una tempestiva diagnosi rimane la chiave per il successo. È quanto emerge dall’intervista rilasciata da Massimo Girardis, docente presso l'Università di Modena e coordinatore del gruppo di studio infezioni e sepsi ... (Continua)
06/10/2015 15:55:54 Il corpo può essere utilizzato come tramite per le comunicazioni

L'organismo come un nuovo Bluetooth
Come una sorta di Bluetooth biologico, il corpo potrà in futuro rappresentare il tramite con il quale invieremo e riceveremo informazioni. Lo sostiene una ricerca dell'Università della California di San Diego coordinata da Patrick Mercier e Jiwoong Park.
Secondo l'ipotesi degli scienziati californiani, l'organismo costituirebbe un'alternativa a basso consumo rispetto al Bluetooth per la comunicazione fra gadget indossabili come gli smartwatch o i braccialetti per il fitness tanto in voga in ... (Continua)

01/10/2015 15:52:27 La saturazione ossiemoglobinica cerebrale ha un potere predittivo
Un parametro per l'esito neurologico dopo l'arresto cardiaco
C'è un modo per predire la salute neurologica di una persona a 90 giorni da un arresto cardiaco. Secondo un team dell'Università di Kyoto è necessario affidarsi al calcolo della saturazione ossiemoglobinica cerebrale (rSO2).
Kei Nishiyama, coordinatore dello studio apparso su Resuscitation, afferma: “l'ipotermia terapeutica (Th) e l'angioplastica percutanea (Pci) con angiografia coronarica (Cag) si associano a un miglioramento della prognosi dei pazienti che hanno subito un arresto ... (Continua)
25/09/2015 17:40:11 Chi è affetto dalla malattia ha livelli più elevati

La neurogranina è un marcatore per l'Alzheimer
Il liquido cerebrospinale (CSF) dei malati di Alzheimer mostra livelli più elevati di neurogranina. Lo hanno scoperto i ricercatori del VU University Medical Center di Amsterdam, che hanno pubblicato su Jama Neurology i dettagli della sperimentazione.
Maartje Kester, prima autrice dello studio, spiega: “i nostri dati suggeriscono che la neurogranina può essere un indicatore diagnostico potenzialmente utile per la diagnosi, la prognosi e il monitoraggio del morbo di Alzheimer”.
I ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale