Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 834

Risultati da 281 a 290 DI 834

24/12/2013 Alti livelli dell'amminoacido possono scatenare la malattia
La tirosina aumenta il rischio di diabete
Un livello elevato di tirosina nell'organismo è associato a un aumento delle probabilità di insorgenza del diabete, almeno su modello animale. L'amminoacido sarebbe in grado di alterare lo sviluppo e la longevità contribuendo a scatenare la patologia.
La rivelazione viene da una ricerca dell'Universita del Texas di San Antonio pubblicata sulla rivista Plos Genetics, che potrebbe portare a nuove modalità per prevenire o curare la malattia.
La ricerca sottolinea il nesso fra aumento dei ... (Continua)
19/12/2013 09:44:33 Gli animali non scontano gli effetti di un'alimentazione esagerata

Combattere l'obesità ispirandosi agli orsi
Sognate di consumare 58mila calorie al giorno senza pagarne dazio? Allora sarete interessati a una ricerca in corso che punta a scoprire il segreto degli orsi bruni, animali che possono raggiungere il peso di 500 chilogrammi senza per questo incorrere nei tipici problemi dei “colleghi” umani obesi.
La ricerca è coordinata dal dott. Kevin Corbit, che lavora presso la casa farmaceutica Amgen. Il ricercatore si reca almeno una volta alla settimana nei laboratori della Washington State ... (Continua)

16/12/2013 09:45:39 Ricercatori italiani mettono a punto un indicatore per la nostra alimentazione

La dieta è una questione di qualità
Non è sufficiente mettersi a contare le calorie di ogni cibo che mandiamo giù. Al di là del numero complessivo, infatti, un cibo può stimolare la tendenza a ingrassare o spingere il metabolismo ad accelerare e quindi a bruciare di più.
Un gruppo di ricercatori della Sapienza di Roma ha ideato l'IQD, l'Indice di Qualità della Dieta, che consente di capire il valore complessivo di un cibo a dispetto delle calorie che garantisce. I ricercatori ne hanno parlato durante un congresso della ... (Continua)

14/12/2013 11:46:00 Come una droga per il nostro cervello

Lo zucchero è più pericoloso dei grassi
È difficile liberarsi dalla voglia di zucchero, in tanti hanno sperimentato questa sensazione. Il fatto è che lo zucchero sembra replicare i meccanismi propri di alcool e tabacco creando una dipendenza ostica da aggirare.
Uno studio dell'Oregon Research Institute pubblicato su The American Journal of Clinical Nutrition rivela la pericolosità dell'alimento. 100 giovani hanno partecipato a un esperimento che prevedeva il consumo di un frappè al cioccolato e un monitoraggio attraverso la ... (Continua)

11/12/2013 14:45:00 Tutti i consigli per affrontarlo al meglio

Mamma, vado all’asilo
Meglio l’asilo nido o una baby sitter? La maggior parte delle mamme italiane, quando si avvicina il rientro al lavoro finiti i mesi di maternità, si trovano davanti a questo angoscioso bivio.
E, in effetti, la scelta di mandare all’asilo nido bambini anche molto piccoli è un’esigenza tutta “moderna” derivata dall’impossibilità, per le mamme e i papà che lavorano, di accudire i propri figli in alcune ore della giornata, divenendo, così, una scelta necessaria di fronte all’alternativa di una ... (Continua)

03/12/2013 Giocare d'anticipo contro gli stravizi delle feste

La dieta per prepararsi al Natale
C'è un modo per salvarsi dalla bomba calorica in agguato fra Natale e la Befana? Il presidente della Società italiana di scienza dell'alimentazione Pietro Migliaccio è convinto di sì, basta giocare d'anticipo e adottare una sorta di pre-dieta.
“È indubbiamente una buona idea perdere qualche chilo prima delle vacanze natalizie in modo tale da potersi concedere le giuste libertà gastronomiche durante le feste", spiega il nutrizionista. “È opportuno però farlo in modo corretto e, per quanto ... (Continua)

26/11/2013 Nesso fra le ore passate davanti alla Tv e l'accumulo di grasso

Un'ora di televisione? Due chili in più!
Passare un'ora davanti alla televisione si traduce in aumento di 0,1 punti dell'indice di massa corporea (Bmi), corrispondente a due chili in più. A dirlo è una ricerca pubblicata su Pediatrics dagli scienziati della Harvard School of Public Health di Boston.
L'analisi ha riguardato quasi 8mila bambini fra i 9 e i 16 anni, seguiti attraverso una serie di visite periodiche. Mark Tremblay, uno degli autori dello studio, spiega: “le prove sono abbastanza schiaccianti. La televisione induce dei ... (Continua)

26/11/2013 Fondamentale la prevenzione attraverso l'attività fisica
Muoversi per scongiurare la diabesità
Sono 2 milioni le persone in Italia affette da una duplice pericolosa condizione, la diabesità, ovvero la contemporanea presenza di obesità e diabete. Nel corso della Diabesity Prevention Conference che si è tenuta a Roma, gli esperti hanno sottolineato l'esigenza assoluta di fare prevenzione servendosi in primo luogo dell'attività fisica.
La sedentarietà è infatti uno dei mali assoluti della nostra epoca, che ha fra le peggiori conseguenze proprio l'insorgenza di obesità e diabete, la cui ... (Continua)
12/11/2013 10:47:39 Controllare i processi infiammatori per prevenire le malattie cardiovascolari

L'efficacia di estratti vegetali per le patologie del cuore
Lo stile di vita e la dieta sono fattori ambientali che possono determinare nell’organismo situazioni di infiammazione cronica e possono concorrere nell’eziogenesi di numerose patologie degenerative, quali l’aumento della pressione del sangue, l’arteriosclerosi, le malattie cardiocircolatorie, l’obesità, il diabete, l’Alzheimer e il Parkinson, specialmente in soggetti con rischio genetico per tali patologie.
Uno dei punti centrali per prevenire e per contrastare la progressione delle ... (Continua)

11/11/2013 Probabilità di insorgenza ridotte grazie alla frutta a guscio

La frutta secca contro il cancro del pancreas
Il rischio di cancro del pancreas si abbasserebbe consumando frutta secca. Mangiare noci, mandorle e pistacchi avrebbe infatti un effetto protettivo nei confronti di uno dei big killer della nostra epoca, al di là dei potenziali fattori di rischio associati alla malattia.
A dirlo è uno studio del Brigham and Women’s Hospital e della Harvard Medical School di Boston che ha preso in esame il nesso fra consumo di noci e rischio di tumore pancreatico in una popolazione di oltre 75mila donne che ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale