Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 2210

Risultati da 1471 a 1480 DI 2210

13/04/2010 10:54:49 Studio asiatico evidenzia un aumento rilevante del rischio

Carenza di vitamina B6, rischio di Parkinson
Di fronte a una carenza di vitamina B6, il pericolo di incorrere nel morbo di Parkinson aumenterebbe del 50 per cento. È la conclusione cui giunge lo studio di un team di scienziati giapponesi apparso sulla rivista British Journal of Nutrition.
I ricercatori asiatici hanno scoperto un legame fra l'assunzione di vitamina B e l'omocisteina, l'amminoacido che ha effetti tossici nei confronti delle cellule cerebrali. Naturalmente, livelli al di sotto della norma di vitamina B6 non si traducono ... (Continua)

13/04/2010 La proteina attenua i sintomi di SBMA e prolunga la sopravvivenza

IGF-1 valida contro la malattia di Kennedy
Uno studio italiano dimostra l'azione benefica della proteina IGF-1 contro l'atrofia muscolare spinale e bulbare (SBMA). L'autore dello studio è il Dipartimento di Neuroscienze e Neurotecnologie dell’Istituto Italiano di Tecnologia, che ha pubblicato i risultati della ricerca su Neuron, la più autorevole rivista internazionale per le Neuroscienze.

Il lavoro, pubblicato dalla dott.ssa Maria Pennuto, ricercatrice presso il dipartimento di Neuroscience and Brain Technologies dell’Istituto ... (Continua)

12/04/2010 Il rischio di tumore alla pelle si riduce del 25% con l'estratto di broccoli

I broccoli mettono ko il melanoma
Appena qualche giorno fa una ricerca aveva avanzato dubbi sugli effetti preventivi di frutta e verdura nei confronti dei tumori. Ora un nuovo studio si concentra su una particolare neoplasia e afferma che un estratto ricavato dai broccoli è in grado di proteggere l'epidermide dai raggi UV dannosi, riducendo di un quarto le possibilità di sviluppare un melanoma.
Lo studio di un gruppo di ricercatori della Johns Hopkins University ha riguardato topi di ... (Continua)

07/04/2010 10:35:48 Sintetizzata da ricercatori italiani una sostanza priva di effetti collaterali

La pillola dei sogni per dimagrire
Il sogno di chiunque combatta con i chili di troppo potrebbe presto avverarsi. Ad annunciare la svolta in ambito dietetico, è la scoperta di un gruppo di scienziati italiani guidati dal prof. Uberto Pagotto, endocrinologo presso l'Alma Mater di Bologna.
I ricercatori sono riusciti a sintetizzare un farmaco anti-obesità privo di effetti indesiderati. La sostanza funziona proprio come gli altri farmaci detti anoressizzanti, ritirati dal commercio perché dannosi per l'organismo, ma con la ... (Continua)

07/04/2010 Per essere più belle si rischia la perdita di capelli

Più belle forse, ma con pochi capelli
Per inseguire un ideale di bellezza esasperato, le donne rischiano alla fine l'effetto contrario. I capelli soffrirebbero infatti lo stress di un ritmo di vita esagerato e l'ossessione verso il fisico perfetto.
A rivelarlo è una ricerca portata a termine nel Regno Unito da un'equipe di medici finanziata dalla Vitabiotics Wellwoman Tricologic, azienda che produce integratori vitaminici.
I risultati sono stati pubblicati sul Daily Mail, sulle pagine del quale la tricologa Sara Allison ... (Continua)

28/03/2010 Il parassita della malattia non sopravvive agli inibitori della chinasi

Farmaci chemioterapici eliminano la malaria
Alcuni ricercatori finanziati dall'UE hanno scoperto che una classe di farmaci chemioterapici originariamente creata per inibire determinate vie di segnalazione nelle cellule cancerose è in grado di uccidere il parassita che provoca la malaria.
Gli esperti ritengono che la scoperta potrebbe aprire la strada a una nuova strategia per combattere questa patologia mortale, che ogni anno colpisce 250 milioni di persone e ne uccide da 1 a 3 milioni in tutto il mondo. Ogni tentativo di trovare ... (Continua)

24/03/2010 Molecole ibride uccidono le cellule tumorali senza danneggiare quelle sane
Tossine vegetali per combattere linfomi e leucemie
Prodotte con metodologie innovative e oggetto di una richiesta di brevetto europeo, un gruppo di molecole ibride sarebbero in grado di uccidere le cellule tumorali senza provocare danni all'organismo.
È una speranza concreta per la terapia dei tumori. Studiosi del gruppo di ricerca anglo-italiano RICG, Recombinant Immunotoxin Collaborative Group, di cui fa parte anche l’Istituto di biologia e biotecnologia agraria del Consiglio nazionale delle ricerche (Ibba-Cnr) di Milano, utilizzando le ... (Continua)
23/03/2010 Ricercatori americani trovano un nuovo approccio per affrontare la malattia

Tubercolosi, altri due modi per eliminarne i batteri
Per sconfiggere la tubercolosi potrebbero arrivare presto nuove terapie. La precondizione necessaria è associata a uno studio dell'Albert Einstein College of Medicine della Yeshiva University di New York, a seguito del quale sono state individuate due nuove tecniche per eliminare i batteri che causano la patologia.
La scoperta è importante perché, come ha avuto modo di affermare William Jacobs, uno degli autori dello studio, una nuova terapia che faccia a meno dei farmaci tradizionali ... (Continua)

23/03/2010 Il ruolo del sistema immunitario nello sviluppo dell'aterosclerosi
Ictus, anticorpi naturali ci proteggono
Pochi anticorpi e si è più esposti all'ictus, soprattutto se si è donna. È quanto hanno sottolineato ricercatori svedesi in una ricerca pubblicata sulla rivista specializzata Stroke, che segue altri studi interessati al ruolo del sistema immunitario nella creazione dell'aterosclerosi, la causa principale di quelle ostruzioni che rendono difficoltosa la circolazione del sangue e provocano infarti e ictus.
Il coordinatore della ricerca, Johan Frostegård, si è concentrato su questa ipotesi ... (Continua)
19/03/2010 10:49:30 Scoperta sul diabete di ricercatori del progetto “Lymphangiogenomics”

La proteina che regola l'assorbimento dei grassi
Si punta sulla proteina VEGF-B per controllare l'accumulo di grassi nei muscoli. Un gruppo di ricercatori europei ha presentato uno studio che potrebbe aprire la strada a nuovi tipi di trattamento per la regolazione degli acidi grassi, il cui accumulo aumenta il pericolo di insorgenza del diabete di tipo 2 e di malattie cardiovascolari.
Gli acidi grassi vengono assunti dall'organismo attraverso la carne, il pesce e i derivati del latte. Alcuni di essi, gli omega 3, sono ormai famosi perché ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178| 179| 180| 181| 182| 183| 184| 185| 186| 187| 188| 189| 190| 191| 192| 193| 194| 195| 196| 197| 198| 199| 200| 201| 202| 203| 204| 205| 206| 207| 208| 209| 210| 211| 212| 213| 214| 215| 216| 217| 218| 219| 220| 221

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale