Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 2210

Risultati da 241 a 250 DI 2210

04/08/2015 14:42:21 La riduzione dell'ossigeno mette in moto meccanismi benefici

La montagna aiuta a dimagrire
Una lieve condizione di ipossia aiuta l'organismo a non ingrassare. È la conclusione di uno studio dell'Università di Navarra, che rivela la capacità dell'alta quota di interferire positivamente sui meccanismi che regolano il metabolismo.
La ricerca è stata realizzata su un numero cospicui di ex studenti dell'ateneo reclutati nell'ambito del progetto SUN, uno studio di coorte prospettico che ha l'obiettivo di verificare l'effetto della dieta sull'ipertensione e su altre patologie.
I ... (Continua)

31/07/2015 16:44:00 Efficacia del 100 per cento secondo l’Oms
Ebola, ecco il vaccino
Uno dei vaccini in sperimentazione per fermare Ebola si è rivelato efficace al 100 per cento. Lo ha detto Marie-Paule Kieny, assistente del direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità Margaret Chan.
Il vaccino è Vsv-Ebov, scoperto dagli scienziati del National Institute of Health canadese e sviluppato da Merck Sharp and Dohme. Dai risultati presentati su Lancet si evince che il vaccino è riuscito a proteggere gli oltre 2000 soggetti che hanno partecipato alla profilassi, ... (Continua)
31/07/2015 09:32:00 La riduzione dei livelli di ossitocina può mettere in allarme

Un marcatore per la depressione post-partum
Un valore basso di ossitocina rende più probabile l’insorgenza di uno stato depressivo dopo il parto. Lo dice uno studio della University of Virginia pubblicato sulla rivista Frontiers in Genetics.
L’ossitocina è nota da tempo per il suo importante ruolo in molti meccanismi dell’organismo che riguardano la sfera emotiva, dall’attaccamento tra madre e figlio allo stress, dal grado di empatia verso una persona all’umore.
In questo caso, secondo gli scienziati americani, servirebbe a ... (Continua)

30/07/2015 11:20:00 Effetti benefici legati a un consumo predefinito

La giusta dose di caffè
Il caffè ha tanti effetti positivi sull’organismo, ma va preso nella giusta dose. Uno studio condotto da ricercatori dell’Università di Bari, dell’IRCSS Casa sollievo della sofferenza di San Giovanni e dell’Istituto superiore di sanità di Roma ha evidenziato quale sia la dose più corretta per la famosa bevanda.
Gli scienziati hanno preso in esame quasi 1500 persone fra i 65 e gli 84 anni, cercando un nesso fra la comparsa di segni di decadimento cognitivo lieve (MCI) e consumo di caffè. È ... (Continua)

28/07/2015 15:03:40 Riparatori in caso di colite, alleati delle cellule malate in presenza di tumore
Scoperto il duplice ruolo dei mastociti
Il mastocita, cellula del sistema immunitario conosciuta per il suo coinvolgimento nelle risposte allergiche, svolge anche funzioni importanti nella protezione dell’organismo da attacchi esterni in tessuti come cute, vie aeree e tubo digerente.
La sua azione all’interno dell’intestino sembra però variare a seconda della sua interazione con l’epitelio intestinale normale o con quello già attaccato dal tumore. Lo dimostra lo studio dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, finanziato da ... (Continua)
28/07/2015 12:30:00 Il rischio dell'inattività fisica

L'ascensore fa male alla salute
Per aumentare il rischio di diabete e i livello di zuccheri e grassi nel sangue basta poco, è sufficiente usare l'ascensore per due settimane.
Utilizzare infatti mezzi di trasporto passivi invece che camminare o fare le scale basta a diminuire drasticamente quel poco di attività fisica necessaria al benessere dell'organismo. Durante uno studio dell'università del Missouri pubblicato dal Journal of the American Medical Association (Jama) queste affermazioni sono state verificate. Ad alcuni ... (Continua)

28/07/2015 09:50:00 Ricerca italiana compie un passo in avanti nella comprensione della malattia
Scoperta nuova causa di danno cerebrale nell’Alzheimer
Svelata una nuova causa implicata nel danno cerebrale e nel deficit cognitivo nella malattia di Alzheimer. Il lavoro intitolato “I neutrofili promuovono la patologia in corso di malattia di Alzheimer e il declino cognitivo attraverso l'integrina LFA-1" è stato pubblicato sulla prestigiosa rivista statunitense Nature Medicine, punto di riferimento internazionale sia per ricercatori di base che per medici specialisti.
La scoperta scientifica dell'ateneo scaligero fornisce dunque un contributo ... (Continua)
24/07/2015 14:38:00 I suggerimenti del neurologo Gennaro Bussone

Mal di testa, il decalogo per un’estate a «mente libera»
Andare in vacanza spesso si rivela una situazione stressante e faticosa. Prenotazioni, valigie, liste interminabili di cose da fare e quando arriva il momento della partenza si affrontano code in auto, lunghe ore di volo, pasti irregolari tra stazioni, aeroporti e aree di sosta.
Finalmente il relax può iniziare ed ecco che compare il mal di testa, un fastidio che accompagna l’inizio della vacanza di molti italiani. Un rischio molto diffuso, come spiega Gennaro Bussone, Primario Emerito ... (Continua)

24/07/2015 09:37:17 Solanezumab è il primo farmaco a mostrare efficacia terapeutica

Una cura per l'Alzheimer
Anche per l'Alzheimer sembra profilarsi la possibilità di una terapia farmacologica. Secondo quanto annunciato dalla casa farmaceutica che la produce, la molecola solanezumab è la prima a mostrare efficacia e ad essere in grado di invertire il declino mentale dei pazienti colpiti dal morbo.
I primi trial clinici condotti sull'uomo mostrano una riduzione del declino mentale pari a un terzo. I risultati positivi sono stati riscontrati in quei soggetti che si trovano allo stadio iniziale della ... (Continua)

22/07/2015 10:20:00 Nel tuorlo potrebbe nascondersi la soluzione

L’intolleranza al glutine si combatte con le uova
Alcuni anticorpi presenti nel tuorlo delle uova avrebbero la capacità di curare l’intolleranza al glutine. Lo dice uno studio della University of Alberta, in Canada, riportato dal quotidiano inglese Daily Mail.
I ricercatori britannici hanno creato una pillola da assumere prima dei pasti che ha l’effetto di “immunizzare” i celiaci rispetto agli effetti del glutine. Quest’ultimo, rivestito dagli anticorpi presenti nel tuorlo delle uova, passa nell’organismo senza creare danni. "Questo ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178| 179| 180| 181| 182| 183| 184| 185| 186| 187| 188| 189| 190| 191| 192| 193| 194| 195| 196| 197| 198| 199| 200| 201| 202| 203| 204| 205| 206| 207| 208| 209| 210| 211| 212| 213| 214| 215| 216| 217| 218| 219| 220| 221

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale