Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 2210

Risultati da 381 a 390 DI 2210

27/01/2015 11:46:28 Bassi livelli di RMB3 accelerano la malattia
Il ruolo della «proteina del freddo» nell'Alzheimer
Una proteina espressa dall'organismo per prevenire la perdita di connessioni neurali alle basse temperature potrebbe aiutare i medici a trovare nuovi trattamenti per l'Alzheimer.
In fase di letargo, il cervello degli animali va incontro a una serie di modificazioni che servono ad affrontare il lungo periodo di sonno e il freddo. Al risveglio, per tornare alle normali attività cerebrali l'organismo ha bisogno di una proteina specifica, RMB3, che evita la perdita di connessioni e favorisce lo ... (Continua)
26/01/2015 12:00:00 Efficace la ginnastica posturale come opzione non farmacologica

Un diario per combattere il mal di testa
Se siete colpiti da un mal di testa, segnatelo sul vostro diario. Secondo gli esperti, infatti, le informazioni ricavate direttamente dal paziente aiutano a capire meglio la natura del dolore e a intervenire con maggiore efficacia.
“È uno strumento utile per il medico, per individuare il tipo di mal di testa e la cura giusta, ma anche condizione indispensabile per evitare la farmacodipendenza, fenomeno che negli Stati Uniti preoccupa più della tossicodipendenza”, ha spiegato Francesco Di ... (Continua)

23/01/2015 12:47:00 Sperimentazione consente a un ratto paralizzato di camminare di nuovo

La stimolazione elettrica per le lesioni spinali
Un topo paralizzato ha ricominciato a camminare grazie a una serie di stimolazioni elettriche che hanno coinvolto il suo midollo spinale danneggiato. L'esperimento è stato portato a termine da un gruppo di ricerca dell'Università di Losanna guidato da Silvestro Micera e Gregoire Courtine, lo stesso team che si era distinto in passato per la messa a punto di una mano bionica.
In questo studio, pubblicato su Science Translational Medicine, i ricercatori ... (Continua)

21/01/2015 14:55:21 Curioso effetto protettivo garantito dal microrganismo

L'Helicobacter pylori previene la sclerosi multipla
Non tutto il male viene per nuocere. Il detto si adatta alla perfezione alla natura dell'Helicobacter pylori che, secondo una ricerca pubblicata sul Journal of Neurology Neurosurgery & Psychiatry, avrebbe un effetto protettivo nei confronti della sclerosi multipla, almeno nelle donne.
A scoprirlo è un gruppo di ricercatori della University of Western Australia, che ha sottoposto al test che verifica la presenza del batterio scoperto da Barry Marshall 550 malati
di sclerosi multipla e 300 ... (Continua)

20/01/2015 14:28:00 Nessuna conseguenza sulla nostra salute

Tre caffè al giorno non fanno male
Amanti del caffè, gioite! Tre tazzine al giorno, o se preferite due tazze di caffè all'americana, non sembrano creare problemi alla nostra salute. A dirlo è l'Efsa, l'Autorità europea per la sicurezza alimentare.
“Dosi singole di caffeina fino a 200 mg e dosi quotidiane fino a 400 mg non destano preoccupazioni in termini di sicurezza per gli adulti in Europa", secondo l'Authority con sede a Parma. “È improbabile che la caffeina interagisca negativamente con altri componenti delle cosiddette ... (Continua)

19/01/2015 17:20:00 Diverse ricerche intanto puntano a una diagnosi più veloce

Chi vive al nord rischia l'Alzheimer
Chi abita in zone dal clima freddo e meno soleggiato rischia di più l'insorgenza del morbo di Alzheimer. Lo dice una ricerca dell'Università di Edimburgo pubblicata sul Daily Mail. La spiegazione è la mancanza di esposizione ai raggi solari e il conseguente abbassamento dei livelli di vitamina D.
La vitamina D infatti viene sintetizzata dall'organismo in risposta all'esposizione al sole, e alcuni studi in passato hanno associato i bassi livelli della vitamina a un rischio maggiore della ... (Continua)

19/01/2015 11:20:00 Persi due centimetri nel giro di un secolo

Il pene è sempre più piccolo
Allarme dimensioni del pene. Secondo un'analisi pubblicata sul quotidiano inglese The Telegraph, nell'ultimo secolo l'organo sessuale maschile si sarebbe accorciato di due centimetri. La causa sarebbe da attribuire alle malattie croniche che influiscono sulla frequenza delle erezioni.
Con l'allungamento della vita media, le malattie croniche come il diabete sono molto più frequenti, così come l'obesità. Anche il consumo di sostanze chimiche è aumentato a dismisura rispetto al tempo dei ... (Continua)

16/01/2015 10:19:33 Possibile svolta per la terapia di molte malattie
Nuovo metodo per la somministrazione dei farmaci
Uno degli ostacoli maggiori in molte terapie delicate, come quella per il trattamento del cancro o dell'Hiv, è rappresentato dal sistema di difesa proprio delle cellule, che tendono a rigettare i materiali estranei, rendendo quindi difficile la somministrazione dei farmaci.
Ora un'azienda americana, la SQZ Biotech, sembra riuscita a mettere a punto un nuovo dispositivo microfluidico in grado di somministrare in maniera rapida ed economica materiali microscopici all'interno delle cellule. Per ... (Continua)
14/01/2015 16:47:00 I tessuti assorbono più radiazioni rispetto agli adulti

Bambini più sensibili al wi-fi
Uno studio pubblicato sul Journal of Microscopy and Ultrastructure rivela che i bambini sono più sensibili degli adulti alle radiazioni emesse dai sistemi wi-fi. La differenza è data dal fatto che il cranio dei bambini è più sottile e la sua dimensione più piccola.
Nello studio si fa riferimento alla possibilità che il wi-fi possa provocare la degenerazione della guaina mielinica protettiva che avvolge i neuroni. Il rapporto ricorda inoltre che le stesse case produttrici di notebook e tablet ... (Continua)

13/01/2015 11:19:00 Possibile una nuova fonte di cellule staminali

Le staminali del latte materno
Le cellule staminali nel latte materno continuano ad affascinare, e a ragione. La ricerca più recente della dott.ssa Foteini Hassiotou, che sarà presente al X Simposio internazionale del 2015 sull'allattamento al seno e sulla lattazione (il 17-18 aprile 2015, a Varsavia, in Polonia), dimostra, sulla base dei dati preliminari delle sperimentazioni condotte sui topi, che le cellule staminali provenienti dal latte materno possono trasformarsi in parti del corpo del bambino
Già nel 2007 i ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178| 179| 180| 181| 182| 183| 184| 185| 186| 187| 188| 189| 190| 191| 192| 193| 194| 195| 196| 197| 198| 199| 200| 201| 202| 203| 204| 205| 206| 207| 208| 209| 210| 211| 212| 213| 214| 215| 216| 217| 218| 219| 220| 221

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale