Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 2210

Risultati da 431 a 440 DI 2210

15/11/2014 13:44:44 Bambino di 12 anni non ha più desiderio di mangiare e bere

La sindrome senza nome che fa digiunare
Molti genitori hanno il problema di porre limiti ai propri figli che si avventano su hamburger, gelati, caramelle, pizza e merendine varie. Non quelli di Landon Jones. Da un anno, questo ragazzino americano di 12 anni è vittima di una misteriosa malattia che gli ha tolto ogni desiderio di mangiare e di bere.
Il disturbo è talmente inusuale che i medici sono convinti si tratti dell'unica persona al mondo a soffrirne al momento, tanto che la sua è una sindrome senza nome.
Gli strani sintomi ... (Continua)

13/11/2014 16:32:00 Prevenzione fondamentale per questo tipo di neoplasia

Tumore al pancreas, rischi da fumo, alcol e obesità
Se la prevenzione è una parola d'ordine necessaria per molte malattie, nel caso del tumore del pancreas diventa una delle poche armi a nostra disposizione. Questo tipo di neoplasia ha infatti un tasso di sopravvivenza a cinque anni davvero basso, il 7 per cento per gli uomini e il 9 per le donne, purtroppo tendenzialmente stabile negli ultimi anni. L'altra brutta notizia è che l'incidenza del tumore sta invece aumentando, dal momento che rappresenta la quarta causa di morte per tumore fra gli ... (Continua)

13/11/2014 Pregiudicate le facoltà cognitive del soggetto colpito

Ecco il virus che rende stupidi
Un team di scienziati americani ha scoperto un virus che aggredisce il Dna umano e può causare una perdita di quoziente intellettivo, coinvolgendo le attività cerebrali legate all'apprendimento e alla memoria.
I ricercatori della Johns Hopkins School of Medicine e dell'Università del Nebraska hanno identificato tracce di un virus proveniente da un'alga e noto con la sigla ATCV-1 in tamponi faringei prelevati da volontari apparentemente sani, ma che mostravano una riduzione delle loro ... (Continua)

11/11/2014 12:25:00 Cosa fare e cosa evitare di fronte a una crisi

Le convulsioni febbrili nei bambini
Alcuni bambini sono preda di convulsioni febbrili in determinate circostanze. Capita a bambini sani, senza infezioni del sistema nervoso e senza precedenti danni cerebrali, quando si verifica un aumento rapido della temperatura corporea.
Sono di breve durata (non superiore a 15 minuti) e non si ripetono nelle 24 ore. Interessano il 2-5% dei bambini sani, tra i 6 mesi e i 5 anni di vita. Non sono sempre associate a febbri; talvolta la febbre non è presente al momento della convulsione, ma ... (Continua)

11/11/2014 10:15:29 La natura delle enormi molecole di Dna che compaiono in alcuni tipi di cancro

Tumori, scoperta la causa del Dna Frankenstein
In alcuni tipi di cancro esistono delle enormi molecole di Dna che aiutano la neoplasia a sopravvivere. Ora uno studio pubblicato su Cancer Cell da un team di ricercatori australiani ha scoperto che queste molecole si formano proprio come accade in Frankenstein, il romanzo di Mary Shelley, ovvero vengono “cucite” ad altre parti del genoma.
Queste formazioni vengono chiamate “neocromosomi”. Si tratta infatti di cromosomi giganti in più che caratterizzano il 3 per cento di tutti i tumori e si ... (Continua)

10/11/2014 15:40:00 Inibire una molecola per ostacolare la diffusione del tumore
Scoperto marcatore per il cancro alla prostata
Il tumore della prostata si può fermare inibinendo l'attività di una molecola. Lo ha dimostrato uno studio delle Università di Bristol, Nottingham e West England pubblicato su Biochemical Society Transactions.
La molecola in questione si chiama SRPK1 ed è generalmente preposta alla formazione di nuovi vasi sanguigni. In presenza di una neoplasia, però, questa attitudine si rivela controproducente perché aiuta il cancro a diffondersi dell'organismo garantendogli l'alimentazione necessaria ... (Continua)
10/11/2014 10:18:10 Scoperti i meccanismi alla base del norovirus

Come funziona il virus della gastroenterite
Un team di scienziati americani ha scoperto il funzionamento del norovirus, il virus altamente contagioso che rappresenta la causa più frequente di gastroenterite acuta di origine non batterica.
Il virus è stato individuato per la prima volta nel 1972, ma solo grazie a una ricerca dell'Università della Florida pubblicata su Science mostra oggi la sua vera natura.
A differenza di quanto si pensava, le cellule aggredite dal virus non sono le prime ad essere incontrate, quelle epiteliali. ... (Continua)

09/11/2014 Ricercatori provano a ricavarlo dalle barbabietole

Ecco il sangue vegetale
Una barbabietola per fare una trasfusione? Sembra che la cosa sia possibile stando ai risultati emersi da una ricerca condotta dalla dott.ssa Nelida Leiva dell'Università di Lund, in Svezia.
Lo studio, pubblicato su Plant & Cell Physiology, sostiene che la pianta della barbabietola da zucchero contenga una molecola simile all'emoglobina, la proteina dei globuli rossi che serve a trasportare l'ossigeno nell'intero organismo umano.
La sostanza è presente in quantità notevoli nella pianta e ... (Continua)

08/11/2014 Bassi livelli dell’ormone associati a crisi di ansia
L’ossitocina riduce l’ansia
Non sarà l’ormone dell’amore come più volte è stato ribattezzato, ma è sicuramente quello della serenità. Uno studio pubblicato su Molecular Psychiatry da un team della Stanford University School of Medicine ha rivelato l’effetto positivo dell’ossitocina sull’ansia.
Nello specifico, secondo gli autori, livelli troppo bassi dell’ormone favorirebbero l’insorgenza di crisi di ansia. Lo studio, inoltre, dimostra che è sufficiente un semplice esame del sangue per monitorare la presenza ... (Continua)
07/11/2014 17:31:00 Una sostanza annulla gli effetti negativi della carne rossa

Un farmaco che consente di mangiare più carne
In un futuro più o meno vicino sarà possibile mangiare quanta carne vogliamo, senza preoccupazioni per la salute. Secondo un gruppo di ricercatori del Lerner Research Institute, il farmaco riuscirà a trasformare la carne rossa in una pietanza del tutto innocua.
Al momento, invece, il consumo di carne rossa porta all'accumulo di placche che intasano le arterie, provocando così uno stato di aterosclerosi. L'accumulo delle placche limita il flusso sanguigno e danneggia gli organi.
La loro ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178| 179| 180| 181| 182| 183| 184| 185| 186| 187| 188| 189| 190| 191| 192| 193| 194| 195| 196| 197| 198| 199| 200| 201| 202| 203| 204| 205| 206| 207| 208| 209| 210| 211| 212| 213| 214| 215| 216| 217| 218| 219| 220| 221

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale