Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 2210

Risultati da 991 a 1000 DI 2210

10/08/2012 12:31:44 Il succo di patate aiuta a combattere bruciori e previene l'ulcera

Ulcera ko grazie alle patate
Uno dei casi in cui il rimedio della nonna assurge a ritrovato scientifico di prim'ordine. Si tratta del succo di patate, soluzione ben nota alle nostre nonne per combattere i bruciori di stomaco e l'ulcera gastrica.
Ora una sperimentazione clinica conferma le proprietà benefiche del succo di patate, senz'altro preferibile ai farmaci in uso oggi, antiacidi e antibiotici fra tutti. Al di là di un'alimentazione errata e squilibrata, molto spesso bruciori di stomaco e ulcere sono dovuti ... (Continua)

10/08/2012 E rende la madre più attenta e sensibile

Il parto naturale fa bene al cervello del bambino
Grazie al parto naturale, i livelli di una proteina importantissima per lo sviluppo cerebrale aumentano. Ciò non si verifica se si adotta il cesareo. A scoprirlo è una ricerca dell'Università di Yale pubblicata su PLoS One.
Lo studio, effettuato su cavie, ha analizzato l'effetto di diversi tipi di parto sui livelli di una specifica proteina, la Ucp2, nota per il suo ruolo nello sviluppo neuronale dell'ippocampo, l'area del cervello preposta al mantenimento della memoria a lungo e breve ... (Continua)

07/08/2012 Due studi sfatano un luogo comune sulle donne in attesa

Con la gravidanza il cervello rimane in forma
Perdite di memoria e di concentrazione durante la gravidanza? Due diversi gruppi di ricerca rispondono di no. La prima ricerca, dell'Università Carlos Albizu di Miami, dimostra che le donne che hanno appena partorito totalizzano in realtà punteggi molto alti nei test mnemonici visuo-spaziali, quegli esperimenti che valutano la capacità di concentrarsi e di immagazzinare le informazioni.
I ricercatori americani hanno analizzato 35 neo-mamme di bambini con età compresa fra i 10 e i 24 mesi e ... (Continua)

07/08/2012 L'ormone connesso con la possibilità di tumori ematologici

EPO, i rischi del doping
Torna tristemente alla ribalta della cronaca sportiva l'EPO, o eritropoietina, l'ormone utilizzato da alcuni atleti per aumentare l'ossigenazione dei tessuti e di conseguenza le proprie performance. L'EPO è un ormone glicoproteico naturalmente prodotto dall'organismo umano, in particolare dai reni e in misura inferiore dal fegato e dal cervello, preposto alla regolazione dell'eritropoiesi, ovvero la produzione dei globuli rossi.
Questa caratteristica lo ha reso noto fra gli sportivi dopati, ... (Continua)

06/08/2012 La gravidanza muta la flora batterica per supportare il feto

I batteri nocivi aiutano il feto in gravidanza
Nel corso della gravidanza, l'organismo materno va incontro a una serie di modificazioni atte a garantire la sopravvivenza e il corretto sviluppo del feto. Fra queste, da segnalare il cambio a carico della flora batterica intestinale che punta a una modificazione del metabolismo della donna per aiutare il feto a crescere.
Uno studio americano della Cornell University, pubblicato su Cell, ha rivelato che fra i microrganismi più importanti per la crescita del feto ci sono alcuni batteri che in ... (Continua)

01/08/2012 11:40:11 DBC1 spinge le cellule tumorali a invecchiare e morire

Una proteina “invecchia” il cancro
Un team di ricercatori italiani dell'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano ha effettuato una interessante scoperta sul ruolo di una proteina in ambito oncologico. La proteina in questione, denominata DBC1, ha la capacità di rimettere in moto quel processo biologico che conduce le cellule corrotte dal cancro a invecchiare e quindi a morire. Le cellule neoplastiche mantengono una sorta di giovinezza biologica grazie a un'altra famosa proteina, SIRT1.
Stando ... (Continua)

31/07/2012 14:59:55 Ricerca indaga sui meccanismi che consentono alle cellule di difendersi
Meccanismo epigenetico attiva il Dna dei virus nelle cellule
È stato pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences (PNAS), una delle più importanti riviste scientifiche internazionali, il lavoro di un team di ricercatori coordinati da Maria Vittoria Schiaffino dell’Istituto Scientifico Ospedale San Raffaele e da Guido Poli dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. Lo studio, principalmente svolto nelle due istituzioni rispettivamente da Ilaria Palmisano e Giulia Della Chiara (primo e secondo autore), in collaborazione con ... (Continua)
19/07/2012 10:28:02 Un documento sottolinea la pericolosità dei derivati della pianta

Dalle società scientifiche un altolà alla cannabis
Sulla cannabis si riapre la discussione. Lo fa il Dipartimento Politiche Antidroga attraverso un documento controfirmato da 18 presidenti di alcune delle più importanti società scientifiche italiane. Il documento elenca i principali effetti dei derivati della cannabis, sottolineando il carattere tossico della sostanza per il nostro organismo.
In particolare, la sostanza agisce sulle funzioni neuropsichiche, sui processi psichici, sul coordinamento psicomotorio e sul grado di vigilanza e di ... (Continua)

18/07/2012 14:35:52 Sperimentazione punta a modificare geneticamente i batteri responsabili
Manipolare i batteri per sconfiggere la malaria
Un gruppo di scienziati americani ha scoperto che batteri geneticamente modificati possono evitare la trasmissione della malaria all'uomo attraverso le zanzare infette. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences (PNAS).
Gli scienziati dell'Istituto di Ricerca sulla malaria dell'Università Johns Hopkins del Maryland hanno prodotto un'alterazione nei geni di un batterio denominato Pantoea agglomerans, trovato nell'intestino di ... (Continua)
16/07/2012 14:43:58 Nelle donne l'incidenza aumenta proporzionalmente al consumo di profumi

I prodotti estetici aumentano il rischio di diabete
Attenzione a profumi, spray e prodotti estetici in genere. A rischiare non è solo la pelle, pare infatti che fra le donne il consumo di questi prodotti aumenti il rischio di insorgenza del diabete. A confermarlo è una ricerca del Brigham and Women's Hospital di Boston, che segnala un nesso fra aumento delle concentrazioni di ftalati nell'organismo e rischio di diabete.
La ricerca, pubblicata su Environmental Health Perspectives, è stata coordinata da Tamarra James-Todd, ricercatrice che ha ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178| 179| 180| 181| 182| 183| 184| 185| 186| 187| 188| 189| 190| 191| 192| 193| 194| 195| 196| 197| 198| 199| 200| 201| 202| 203| 204| 205| 206| 207| 208| 209| 210| 211| 212| 213| 214| 215| 216| 217| 218| 219| 220| 221

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale