Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 258

Risultati da 121 a 130 DI 258

24/11/2010 L'età del menarca è legata ai problemi di peso

30 geni determinano l'età del primo ciclo
Sono i geni posizionati sui cromosomi 6 e 9 quelli che indicano a quanti anni una ragazza avrà il suo primo ciclo. Uno studio inglese dello scorso anno aveva individuato due geni responsabili dell'inizio della pubertà. Oggi un nuovo lavoro parla di ben 30 geni correlabili al passaggio all'età adulta e che sarebbero anche implicati in varie patologie.
Gli autori della prima scoperta erano stati alcuni ricercatori della Peninsula Medical School, il centro di ricerca dell’università di Exeter ... (Continua)

19/11/2010 Ridefiniti i criteri di classificazione

Artrite reumatoide, come scoprirla e come curarla
Forse il riconoscimento dell'artrite reumatoide nelle fasi precoci sarà d'ora in poi facilitato. I ricercatori dell’American College of Rheumatology e dell’European League against Rheumatism hanno infatti appena ridefinito i criteri di classificazione per l’artrite reumatoide focalizzando l’attenzione sui fattori in grado di discriminare al meglio tra pazienti più o meno a rischio di sviluppare la malattia. I nuovi criteri sono stati pubblicati recentemente sulla rivista “Annals of Rheumatic ... (Continua)

17/11/2010 I rischi per le donne che praticano intensa attività fisica

La triade dell’atleta, come evitarla
La dieta si fa disordinata, le ossa diventano fragili e le mestruazioni scompaiono. Disturbi alimentari, osteoporosi e amenorrea sono i tre 'ingredienti' di una sindrome in crescita: la cosiddetta 'triade delle atlete', un termine coniato nel 1992 dall'American College of Sports and Discipline Medicine per descrivere una condizione che minaccia non solo le professioniste dello sport, ma in generale tutte le donne che praticano molta attività fisica senza alimentarsi correttamente. A lanciare ... (Continua)

28/10/2010 Messa in luce la correlazione tra intolleranza al glutine e aborti spontanei

Celiachia non curata, gravidanza a rischio
Uno studio condotto dall'Università Cattolica “Policlinico Agostino Gemelli" di Roma ha evidenziato la correlazione tra la celiachia e gli aborti spontanei a cui vanno incontro le donne che non la curano. È stato scoperto che questa diffusa intolleranza al glutine, se non curata, "divora" la placenta, distruggendo il luogo in cui dovrebbe trovare protezione e nutrimento il feto. Svelato quindi il meccanismo che si cela dietro il legame tra malattia celiaca e interruzioni di gravidanza.
Gli ... (Continua)

20/10/2010 Studio del Galeazzi apre nuovi scenari alla sperimentazione farmacologica

Dallo zebrafish una speranza nella lotta all’osteoporosi
Una ricerca italiana punta a trovare una cura più efficace per l'osteoporosi. Si tratta di uno studio promosso dall’IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi in collaborazione con la Fondazione Istituto Insubrico di Ricerca per la Vita che ha come oggetto lo zebrafish, le cui caratteristiche genetiche, molto simili a quelle dell’uomo, lo rendono ideale per gli studi in laboratorio e il cui utilizzo, nel recente passato, ha interessato l’ambito delle cellule staminali.
Anche lo scheletro del Danio ... (Continua)

15/10/2010 Immagini 3D per per verificare lo stato delle ossa e prevenire l'osteoporosi

Nuovo metodo di nano-tomografia per la fragilità ossea
Un team di scienziati tedeschi e svizzeri ha sviluppato un nuovo metodo di nano-tomografia che usa i raggi X per permettere ai medici di produrre dettagliate immagini tridimensionali (3D) di strutture ossee fragili. Questo metodo potrebbe portare allo sviluppo di migliori approcci terapeutici per affrontare la fragilità ossea causata dall'osteoporosi, una delle malattie più comuni tra gli anziani. Il nuovo metodo è stato recentemente presentato sulla rivista Nature.
I ricercatori della ... (Continua)

04/10/2010 10:19:41 Studio europeo lega l'uso dei progestinici al tumore al seno

Pillola e carcinoma mammario, un legame
Circa il 10% di tutte le donne nel mondo sviluppa un tumore al seno nel corso della propria vita. Citando i dati raccolti da ampi studi sulla popolazione, gli esperti ora affermano che i progestinici (ovvero gli ormoni sessuali sintetici) usati nella terapia ormonale sostituiva (HRT) e nei contraccettivi possono aumentare il rischio di tumore al seno.
Questa patologia, tanto diffusa quanto letale, continua a essere combattuta dai ricercatori di tutto il mondo. Tra questi anche un gruppo di ... (Continua)

03/09/2010 Sperimentazione evidenzia l'inutilità di una dose quotidiana di vitamina D

Prevenire l'osteoporosi con una superpillola
Quando il rischio di fratture è dietro l'angolo a causa dell'età, la vitamina D agisce da coadiuvante nel processo di rafforzamento delle ossa e in molti casi se ne consiglia un'assunzione quotidiana. Tuttavia, una sperimentazione portata a termine presso l'Università La Sapienza di Roma da un team guidato dal prof. Salvatore Minisola, ha evidenziato l'efficacia di una superpillola da somministrare ogni 3-4 mesi, che avrebbe la stessa efficacia di una dose quotidiana.
La ricerca del prof. ... (Continua)

30/08/2010 19:20:53 Quando la schiena fa “crack”
Le fratture vertebrali curate con un palloncino
Presso l’Ospedale San Carlo, l’Unità Operativa di Chirurgia Vertebrale diretta dal dottor Stefano Astolfi, centro d’eccellenza per il Lazio, si trattano abitualmente le fratture vertebrali con un’innovativa tecnica chirurgica mininvasiva percutanea, riportando eccellenti risultati.
Basta spesso un gesto innocuo - un peso sollevato distrattamente o un movimento brusco - a far sì che possano provocarsi cedimenti o collassi di un corpo vertebrale, con conseguenti fratture dolorose, che ... (Continua)
27/08/2010 Gli effetti benefici di un periodo di riposo svaniscono subito

Vacanze troppo brevi per il nostro cervello
Sono ancora un miraggio per la maggior parte delle persone, e insufficienti per tutti o quasi. Le tanto desiderate vacanze estive rischiano di deluderci profondamente, stando ai risultati di una ricerca olandese realizzata dalla Radboud University. Gli effetti positivi del riposo e dello svago non durerebbero oltre i due giorni, una volta rientrati al lavoro e alle consuete abitudini.
I ricercatori hanno chiesto ai partecipanti di comunicare il loro stato psicofisico due settimane prima ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale