Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 145

Risultati da 1 a 10 DI 145

04/07/2016 16:50:00 7 pazienti ricoverati nelle ultime settimane a Belluno

Zecche, il rischio è l’encefalite
Il semplice morso di una zecca può provocare conseguenze gravissime sulla salute dell’uomo. Le stime dicono che negli ultimi 20 anni in Italia ben 400 persone hanno contratto l’encefalite a causa del morso di uno di questi insetti.
La malattia è difficile da diagnosticare anche perché in molti casi i pazienti non avvertono la puntura della zecca. Nel 70 per cento dei casi, l’encefalite derivante si presenta come meningoencefalite, una condizione che può causare anche paralisi e, in alcuni ... (Continua)

30/05/2016 L'esposizione cumulativa alimenta i meccanismi di insorgenza della malattia

I pesticidi aumentano il rischio di Sla
Uno studio apparso su Jama Neurology pone l'accento su un possibile nesso fra l'esposizione prolungata ai pesticidi e il rischio di insorgenza della Sla. I ricercatori della University of Michigan di Ann Arbor guidati da Eva Feldman hanno analizzato l'influenza esercitata dall'esposizione professionale e ambientale ai pesticidi nei meccanismi di insorgenza della sclerosi laterale amiotrofica, terribile malattia autoimmune e neurodegenerativa.
Lo studio ha coinvolto 156 pazienti affetti da ... (Continua)

02/05/2016 15:15:00 I feti esposti non rischierebbero solo la microcefalia

Il virus Zika all'origine di diversi problemi neurologici
La microcefalia non è l'unica infausta conseguenza possibile del virus Zika. Stando a uno studio brasiliano, l'infezione potrebbe provocare anche l'insorgenza di problemi neurologici di altra natura.
Le stime parlano di un 1 per cento di donne affette dal virus che danno vita a bambini colpiti da microcefalia. Tuttavia, i medici brasiliani ora avanzano l'ipotesi che almeno il 20 per cento delle gestanti entrate in contatto con Zika corra il rischio di avere ... (Continua)

26/04/2016 11:47:00 Le risposte scientifiche ai luoghi comuni più dannosi

Vaccini, il decalogo anti-bufale
In occasione della settimana mondiale delle vaccinazioni, promossa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), la Società Italiana di Pediatria lancia il decalogo “antibufale” per smentire i più comuni falsi miti sui vaccini, un’iniziativa volta a contrastare, attraverso la corretta informazione, il calo delle coperture vaccinali.
«Il più comune falso mito è credere che le malattie infettive siano scomparse e che i vaccini siano inutili. Al contrario il calo delle vaccinazioni sta ... (Continua)

19/04/2016 12:32:00 L'Oms punta all'eradicazione della malattia per il 2017

Poliomielite, nuova formulazione per debellarla
La poliomielite ha i mesi contati. L'Organizzazione mondiale della sanità si è prefissa l'obiettivo di eradicare la malattia entro il 2017. Per farlo, è necessario debellarla nei 155 paesi in cui la patologia ancora si manifesta, seppure in maniera sporadica.
La poliomielite colpisce il sistema nervoso centrale, in particolare i neuroni motori del midollo spinale. Fu descritta per la prima volta dal dott. Michael Underwood nel 1789. La massima diffusione della malattia in Italia si ebbe nel ... (Continua)

19/04/2016 11:30:00 Ragazzo paralizzato riesce a muovere di nuovo la mano

NeuroLife fa muovere i tetraplegici
Il sogno di ogni paziente paralizzato sta per realizzarsi, è solo questione di tempo. Un team della Ohio State University ha sperimentato l'efficacia della tecnologia NeuroLife, un complesso approccio medico che bypassa il midollo spinale danneggiato consentendo ai soggetti di muovere le mani con il pensiero.
Il dispositivo è basato su un chip con 96 elettrodi grande 0,4 cm che viene inserito nel cervello. Grazie agli elettrodi, i comandi impartiti dal cervello vengono trasmessi via cavo a ... (Continua)

10/03/2016 Cellule prelevate dal naso ripristinano la funzionalità del midollo spinale

Tornare a camminare grazie al naso
Il midollo spinale danneggiato può essere riparato tramite l'infusione di cellule prelevate dal naso. È quanto hanno dimostrato ricercatori inglesi e polacchi, che sono riusciti a far camminare di nuovo un paziente paralizzato.
Si tratta di Darek Fidyka, ex pompiere rimasto paralizzato dopo aver subito un accoltellamento. Il suo caso è descritto sulle pagine di Cell Transplantation. I medici hanno rimosso uno dei bulbi olfattivi perché qui risiedono cellule specializzate chiamate Olfactory ... (Continua)

09/03/2016 12:44:25 La degenerazione dei motoneuroni non è l'unica causa

Sla, anche i muscoli coinvolti nell'insorgenza
A provocare l'insorgenza della Sla non sarebbe soltanto la degenerazione dei motoneuroni. Lo ha scoperto un team di ricercatori italo-americani che ha pubblicato su Pnas i dettagli dell'analisi.
La Sla è una malattia neurodegenerativa che colpisce i motoneuroni. Queste cellule vengono distrutte e la persona perde in maniera progressiva il controllo muscolare, fino alla paralisi respiratoria.
Gli scienziati dell'Università La Sapienza di Roma, della Fondazione Ri.MED, dell'IRCCS San ... (Continua)

04/03/2016 11:21:00 Ricerca evidenzia l'efficacia di darbepoetina ed eritropoietina

Nati prematuri, buoni risultati dai farmaci neuroprotettivi
Nei neonati prematuri il trattamento con agenti stimolanti l'eritropoiesi - darbepoetina o eritropoietina - è associato a risultati cognitivi migliori rispetto al placebo. Lo dice una ricerca pubblicata su Pediatrics da un team dell'Università del New Mexico di Albuquerque guidato da Robin Ohls.
Il dott. Ohls spiega: «I prematuri hanno alte probabilità di sviluppare disturbi neurologici come la paralisi cerebrale (CP), disabilità mentale o deficit di apprendimento e di attenzione in età ... (Continua)

23/02/2016 14:10:00 La scoperta potrà facilitare la prevenzione e la diagnosi
Zika, scienziati cinesi ne individuano il genoma
Da oggi il virus Zika è un po' meno misterioso. Un team di scienziati cinesi del Chinese Center for Disease Control and Prevention della provincia orientale del Jiangxi ne ha scoperto infatti il genoma.
La scoperta è stata possibile grazie alle analisi effettuate sul primo paziente affetto dal virus, un uomo di 34 anni che tornava in Cina dopo un viaggio in Sudamerica. L'individuazione del genoma di Zika «getta le fondamenta per capire le variazioni del virus e lo sviluppo dei reagenti», ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale