Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 103

Risultati da 1 a 10 DI 103

19/07/2016 11:01:00 Addestrati a segnalare alterazioni glicemiche preoccupanti

Diabete, i cani in soccorso dei bambini colpiti
Il cane è un amico prezioso per un bambino. Ancora di più per chi è affetto da diabete di tipo 1. Negli Stati Uniti, a Philadelphia, esiste un centro per l'addestramento di cani al riconoscimento delle alterazioni glicemiche tipiche della malattia.
«I cani vengono definiti "diabetes alert dogs" (Dad) e sono stati addestrati a segnalare un'alterazione della glicemia in pazienti affetti da diabete di tipo 1 (soprattutto episodi ipoglicemici, ma anche condizioni di iperglicemia) e quindi ... (Continua)

05/07/2016 14:50:00 La capacità dei microrganismi di respirare ossigeno in condizioni difficili

Ecco l’arma segreta dei batteri
Grazie alle loro notevoli capacità di adattamento, i batteri riescono a vivere in ambienti molto ostili, come l’intestino umano dove la loro sopravvivenza è facilitata dal citocromo bd, un enzima molto diffuso che permette a questi microrganismi di consumare ossigeno anche in presenza di elevate concentrazioni di acido solfidrico.
È quanto emerge da uno studio condotto dall’Istituto di biologia e patologia molecolari del Consiglio nazionale delle ricerche di Roma (Ibpm – Cnr), in ... (Continua)

17/06/2016 12:12:20 I segnali elettromagnetici possono influenzare positivamente le cellule

L'elettromagnetica contro i tumori
La lotta contro il cancro potrebbe arricchirsi di una nuova arma a disposizione degli oncologi, l'elettromagnetica. Il premio Nobel per la medicina Luc Montagnier, scopritore del virus Hiv, sta studiando la possibilità di utilizzare i segnali elettromagnetici prodotti da alcuni batteri per influenzare in maniera positiva il comportamento delle cellule dell'organismo umano.
Di questo si parlerà nel corso di un incontro organizzato dall'Istituto Giuliano Preparata e dal Salvator Mundi ... (Continua)

24/05/2016 10:06:07 Possibile spiegazione della cronicizzazione del dolore

Il dolore segna le cellule del sistema nervoso
Uno studio del King’s College di Londra ha individuato le “cellule che ricordano il dolore”. Impegnata da anni nello studio dei meccanismi epigenetici che si riteneva potessero essere all’origine del meccanismo di cronicizzazione del dolore, la dottoressa Franziska Denk, PhD. conseguito all’Università di Oxford, ha finalmente scoperto che alcune cellule immunitarie del sistema nervoso – sinora studiate in un campione murino – mantengono una “memoria” delle lesioni nervose.
In sostanza, ... (Continua)

24/03/2016 09:33:00 Lo ha scoperto un gruppo di ricercatori americani
L'odore della paura
Anche la paura ha un odore. A scoprirlo è un team di scienziati del Fred Hutchinson Cancer Research Center di Seattle guidato dal premio Nobel Linda Buck. A far scattare l'allarme nel cervello sono infatti alcune cellule della corteccia olfattiva che si trovano nell'area cerebrale definita AmPir, vale a dire area di transizione fra l'amigdala e la corteccia piriforme.
I ricercatori si sono serviti di virus vettori creati appositamente per indagare le caratteristiche della via nervosa ... (Continua)
11/03/2016 E’ un invenzione che potrebbe salvare milioni di persone ogni anno

Un sistema di dialisi low-cost
Vincent Garvey ha ricevuto il Premio ‘Affordable Dialysis” grazie a un sistema di dialisi che può essere contenuto in una piccola valigia e usa comuni pannelli solari per alimentare un piccolo distillatore in miniatura capace di produrre acqua pulita da qualsiasi fonte. Può trasformare il modo in cui le malattie dei reni sono curate nel mondo.
‘Ho sempre amato le sfide e l’idea di poter risolvere questo problema mi ha stimolato fin dall’inizio’ - dice Garvey - ‘È un grande onore aver ... (Continua)

08/03/2016 15:16:19 Per la prima volta un amputato percepisce texture in tempo reale

Tatto bionico grazie a un polpastrello artificiale
Si accelera il percorso verso nuove protesi bioniche, potenziate con la capacità di restituire il tatto in tempo reale e in maniera del tutto simile alla percezione delle persone che non hanno subito amputazioni.
Per la prima volta al mondo una persona amputata, il danese Dennis Aabo Sørensen, ha riconosciuto la texture utilizzando un dito bionico connesso a elettrodi che gli sono stati impiantati sul braccio, sopra il moncone, in maniera chirurgica. Dennis Aabo Sørensen ha distinto le ... (Continua)

17/12/2015 16:48:00 Proteina che può essere associata a malattie renali e ipertensione

Scoperto l’enzima che permette il rilascio dell’uromodulina
Un team di ricercatori italiani del San Raffaele di Milano ha scoperto il meccanismo con il quale avviene il rilascio dell'uromodulina. Da anni il gruppo di ricerca studia l’uromodulina, in primo luogo perché difetti nel gene che codifica questa proteina possono provocare una rara malattia cistica renale e, in secondo luogo, perché recentemente i ricercatori hanno scoperto che i livelli di espressione dell’uromodulina, in gran parte determinati da specifiche varianti genetiche, hanno un ruolo ... (Continua)

26/11/2015 15:04:43 Ideato dai ricercatori del Sant'Anna di Pisa

Un braccialetto hi-tech contro il Parkinson
La ricerca offre nuovi strumenti per trattare la malattia di Parkinson. Un braccialetto, in realtà un sistema sensorizzato composto di braccialetto e anelli inerziali, già testato in alcuni ospedali, è in grado di misurare con precisione e accuratezza il movimento e la posizione della mano e delle dita, per valutare in maniera oggettiva la qualità delle prestazioni motorie in pazienti affetti dalla patologia neurodegenerativa.
Questo sistema è stato sviluppato presso l’Assistive robotics ... (Continua)

21/10/2015 12:20:00 Risultato ottenuto grazie a uno studio italiano
Nuovo metodo diagnostico per la neurofibromatosi
La Neurofibromatosi di tipo 1 può essere diagnosticata con un nuovo metodo non invasivo che si affianca a quelli finora utilizzati.
Questo il risultato di uno studio portato avanti negli ultimi anni dall’Unità Operativa Oculistica dell’IRRCS Gaslini, diretta dal professor Paolo Capris, in collaborazione con l’Unità Operativa Complessa (UOC) di Neurologia Pediatrica e Malattie Neuromuscolari diretta dal professor Carlo Minetti.
L'articolo “I noduli coroideali nella neurofibromatosi di ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale