Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 11

Risultati da 1 a 10 DI 11

20/04/2016 17:00:00 Lenvatinib ed everolimus agiscono meglio insieme

Tumore del rene, nuova associazione efficace
In caso di tumore del rene, l'associazione lenvatinib/everolimus si rivela efficace. Uno studio pre-clinico condotto con lenvatinib più everolimus in modelli di cellule
endoteliali umane dimostra infatti una maggiore inibizione dell'angiogenesi indotta dal fattore di crescita vascolare endoteliale (VEGF, vascular endothelial growth factor) e dal fattore di crescita dei fibroblasti (FGF, fibroblast growth factor) rispetto a ciascun farmaco in monoterapia.
L'associazione ha mostrato ... (Continua)

18/12/2015 16:25:00 Aiuterebbe a ripristinare il meccanismo dell'autofagia

Un antibiotico contro le malformazioni cavernose cerebrali
Un antibiotico proveniente da un batterio dell'Isola di Pasqua sarebbe in grado di aiutare i pazienti affetti da malformazioni cavernose cerebrali. A scoprirlo è uno studio di ricercatori afferenti al network italiano di ricerca multidisciplinare CCM Italia, dedicato appunto allo studio di questa patologia.
Le malformazioni cavernose cerebrali, dette anche angiomi cavernosi, sono lesioni vascolari caratterizzate da agglomerati di capillari sanguigni dilatati e fragili che facilitano ... (Continua)

22/10/2015 17:06:00 Sempre più attuale la pratica del Drug Repurposing

I vecchi farmaci possono curare il cancro
Non c'è solo la ricerca di nuove molecole sul fronte della terapia farmacologica per il cancro. Secondo un articolo pubblicato su Nature Reviews in Clinical Oncology, infatti, un ruolo importante può essere svolto anche dalla cosiddetta Drug Repurposing, letteralmente il riposizionamento del farmaco.
Con questa espressione si intende l'utilizzo di un medicinale già noto per la cura di una malattia non prevista nelle sue indicazioni originarie, nello specifico per il cancro. L'articolo è ... (Continua)

05/02/2015 14:44:00 Scoperto il meccanismo responsabile

I disturbi cognitivi causati dall'Hiv
Chi è affetto da Hiv corre il rischio di soffrire di Disturbi neurocognitivi associati, noti sotto la sigla Hand. La condizione causa disorientamento cognitivo di varia entità. Un team di ricercatori della San Diego School of Medicine presso la University of California ha indagato su questo problema sottovalutato, cercando una maniera per contrastarlo.
Le terapie antiretrovirali, infatti, hanno migliorato nettamente la vita delle persone sieropositive, ma non sembrano avere effetto alcuno ... (Continua)

30/09/2014 10:40:00 Un bambino inglese invecchia 5 volte più rapidamente

Progeria, la malattia che fa invecchiare i bambini
Ha 15 anni, ma è come se ne avesse 50. Harry Crowther è un bambino inglese affetto da una variante di progeria, malattia rara che colpisce in media un bambino su otto milioni. La progeria conduce a un invecchiamento precoce dell’organismo lasciando intatto soltanto il cervello, che rimane l’unico strumento per verificare l’età reale del soggetto.
Per colmo della sfortuna, Harry è portatore di una variante della patologia ancora più rara denominata Sindrome progeroide atipica, tanto che, allo ... (Continua)

07/10/2013 La cancellazione di geni è più frequente nelle persone autistiche
Disordine genetico alla base dell'autismo
L'eliminazione dei geni sarebbe un discrimine evidente fra le persone autistiche e quelle sane. A dirlo è una ricerca dell'Icahn School of Medicine at Mount Sinai, secondo la quale i soggetti affetti da disordine dello spettro autistico (Asd) mostrano anche una possibilità maggiore di avere cancellazioni di geni rispetto alla media.
La scoperta, pubblicata sull'American Journal of Human Genetics a firma del prof. Joseph D. Buxbaum e del suo gruppo di studiosi, è stata effettuata grazie a ... (Continua)
09/08/2012 14:19:49 L'effetto del sirolimus aumenta di tre volte

Il succo di pompelmo aiuta in caso di cancro
Il succo di pompelmo potrebbe rivelarsi un valido alleato nella lotta al cancro. Una ricerca della University of Chicago Medicine ha infatti appurato che il consumo di succo di pompelmo ha come effetto l'aumento dell'efficacia di sirolimus (chiamato anche rapamicina), un farmaco spesso utilizzato in caso di trapianto, ma che ha mostrato recentemente la capacità di contrastare la proliferazione incontrollata legata al cancro.
La ricerca, pubblicata su Clinical Cancer Research, ha mostrato che ... (Continua)

23/02/2012 L'alterazione di mTor conduce alla formazione metastatica

Scoperto il meccanismo che innesca le metastasi
È stato individuato il meccanismo cellulare alla base della nascita di cellule tumorali, una scoperta che potrebbe rivelarsi fondamentale nella lotta ai tumori. Tutto avrebbe origine da un'alterazione della proteina mTor, un regolatore che si occupa della sintesi delle proteine umane, che avrebbe come conseguenza lo sviluppo delle metastasi, l'aspetto che trasforma il cancro in una patologia dall'esito infausto.
La scoperta è opera di un team di ricercatori dell'Università della California ... (Continua)

16/04/2010 13:13:08 Ricerca italo-americana svela i segreti per vivere di più e meglio

Ritardare l'invecchiamento mangiando meno
Dagli organismi unicellulari all’uomo, tutti gli esseri viventi vivono più a lungo grazie alla riduzione dell’apporto calorico.
Lo spiega l’ultimo numero di Science in uscita domani con un lungo articolo che passa in rassegna i meccanismi metabolici e molecolari che rallentano l’invecchiamento e promuovono salute negli animali da esperimento e nell’uomo sottoposti a un regime di restrizione calorica o ad altri interventi genetici e farmacologici che simulano la restrizione calorica. Il primo ... (Continua)

23/10/2008 15:13:56 

Scoperta identità genetica del tumore al polmone
La carta d'identità genetica del più diffuso tumore polmonare, l'adenocarcinoma, è stata finalmente svelata da una ricerca americana pubblicata su “Nature”. Questa scoperta apre nuovi scenari diagnostici e terapeutici per questo cancro “big killer”, consentendo ai medici di conoscere e monitorare le mutazioni e i gruppi di geni che si attivano in questa forma tumorale.
E' questo l'auspicio di Richard Gibbs, direttore del Centro di sequenziamento del genoma umano del Baylor College di Houston ... (Continua)

  1|2

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale