Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 450

Risultati da 211 a 220 DI 450

22/03/2012 11:32:30 Un bersaglio farmacologico per forme genetiche di deficit cognitivi
Una possibile cura per la disabilità intellettiva
Chiarito per la prima volta il meccanismo molecolare alla base del deficit di apprendimento e memoria riscontrato nei pazienti affetti da una forma genetica di disabilità intellettiva, quella legata al cromosoma X: a descriverlo sulle pagine di Neuron* è Maria Passafaro, ricercatrice dell’Istituto di neuroscienze del Consiglio nazionale delle ricerche (In-Cnr) di Milano e dell’Istituto Telethon Dulbecco**, il programma carriere di Telethon intitolato al premio Nobel recentemente ... (Continua)
22/03/2012 11:32:30 Una malattia autoimmune altamente invalidante

Conoscere la Sclerodermia o Sclerosi Sistemica
Malattia rara, la Sclerosi Sistemica o Sclerodermia, in greco “pelle dura”, è una patologia fortemente invalidante caratterizzata da un progressivo ispessimento e indurimento della cute, in zone più o meno estese della superficie corporea, causato da una deposizione eccessiva di fibre di collagene e formazioni di cicatrici, che possono interessare non solo la pelle, ma anche organi interni quali cuore, polmoni, reni, apparato gastrointestinale e articolazioni. La deposizione di tessuto ... (Continua)

16/03/2012 08:52:53 Le reazioni peri-lesionali rappresentano il target di un nuovo farmaco

Un nuovo prodotto per le lesioni del midollo spinale
Durante alcuni esperimenti condotti nella ricerche di nuovi farmaci efficaci per la sclerosi multipla, alcuni studiosi hanno trovato che un farmaco etichettato FTY720 risulta efficace nel recupero funzionale motorio di topi di laboratorio che presentassero una lesione midollare spinale. I risultati di questa scoperta saranno pubblicati sul prossimo dell'American Journal of Pathology e aprono un nuovo filone di sperimentazioni scientifiche sul tema della degenerazione delle fibre spinali ... (Continua)

09/03/2012 Ricerca illustra l'azione antinfiammatoria svolta dalla massoterapia

I benefici del massaggio
I massaggi rilassano e alleviano i dolori in molte parti del corpo, lo sappiamo. Ma perché? Una ricerca della McMaster University si è premurata di spiegarcelo. L'efficacia del massaggio sta nella capacità di ridurre il grado di infiammazione e di stimolare la formazione di nuovi mitocondri nei muscoli.
I ricercatori canadesi, che hanno pubblicato il loro lavoro su Science Translational Medicine, hanno esaminato campioni di tessuto muscolare provenienti dai quadricipiti di 11 ragazzi sani ... (Continua)

07/03/2012 Nel disturbo post traumatico da stress la prazosina funziona

Gli incubi notturni sono controllati da un anti-ipertensivo
La Prazosina, sostanza farmacologica utilizzata e conosciuta come antiipertensivo si è mostrata efficace nel controllo di stati ansiosi generatori di incubi notturni che possono condizionare la qualità di vita di una persona.
A scoprire il nuovo effetto farmacologico della Prazosina sono stati alcuni ricercatori della Mayo Clinic, che nel corso del 20esimo Congresso Europeo di Psichiatria hanno riferito i risultati di questa rivisitazione di 12 studi effettuati sulla sostanza in ... (Continua)

02/03/2012 11:42:41 Il continuo e persistente stato di allerta non cessa mai

Nella depressione l’allerta è sempre accesa
L’arousal, ossia il livello di attivazione del sentimento d’allerta, nei soggetti depressi, in cui esiste anche e soprattutto uno stato ansioso generalizzato è sempre presente.
In uno studio viennese un gruppo di scienziati hanno individuato nei soggetti con disturbo depressivo una modificazione recettoriale riguardante la trasmissione serotonergica che sarebbe responsabile di uno stato continuo di accensione mentale che spesso è riscontrabile in certe forme di depressione, soprattutto ... (Continua)

27/02/2012 13:26:47 Il ruolo degli endocannabinoidi nel controllo dei comportamenti abituali

Gli automatismi s’innescano al di fuori della volontà
Si aggiunge un nuovo tassello alla comprensione delle alterazioni comportamentali associate all’abuso da marijuana e si apre la strada alla ricerca di farmaci innovativi per la loro cura.
Il Dipartimento di Neuroscience and Brain Technologies dell’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova è autore di un importante studio pubblicato su Nature Neuroscience, la più autorevole rivista internazionale per le Neuroscienze, dal titolo “SK channel modulation rescues striatal plasticity and control ... (Continua)

24/02/2012 Il ruolo di immunomodulatori e probiotici nella prevenzione delle allergie

L'allergia nei bambini si può prevenire
È in costante aumento il numero di bambini colpiti da allergia in Italia. Dal 7 per cento che ne soffriva vent'anni fa si è arrivati al 25 per cento delle ultime rivelazioni. Ciò è dovuto a una serie di ragioni legate ai cambiamenti imposti dal modo di vita occidentale, che stimola nel complesso l'aumento delle allergie.
I fattori che entrano in gioco vanno dall'inquinamento atmosferico al miglioramento delle condizioni igieniche, ma sono anche connessi con i cambiamenti dei profili ... (Continua)

22/02/2012 15:39:07 Le linee guida per la diagnosi e la cura

L’Alopecia androgenetica (AGA)
Si tratta di una condizione che comporta la perdita dei capelli e riguarda nello stesso modo entrambi i sessi.
A causa della compromissione della qualità di vita percepita da chi ne soffre, questo tipo di alopecia richiede un’attenzione da parte di un medico competente, per una corretta diagnosi e un appropriato trattamento.
In genere l’AGA rappresenta una diagnosi clinica in cui la storia del paziente e il suo esame obiettivo possono comportare ulteriori approfondimenti diagnostici. ... (Continua)

22/02/2012 Peptidi natriuretici cardiaci stimolano il metabolismo basale

Bruciare i grassi senza muoversi
Stare fermi e dimagrire è possibile. Lo dice una ricerca che ha studiato le proprietà di alcuni peptidi natriuretici cardiaci – ANP e BNP -, che stimolano il consumo dei grassi negli adipociti umani e in modelli animali.
Lo studio, pubblicato sul Journal of Clinical Investigation, è stato condotto dalla biologa Marica Bordicchia, in collaborazione con alcuni ricercatori del Sanford-Burnham Medical Research Institute guidati dalla dott.ssa Sheila Collins.
I ricercatori hanno scoperto ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale