Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 450

Risultati da 231 a 240 DI 450

30/11/2011 La causa della patologia non risiede solo nel cervello
Anche i muscoli sono imputati per l'insorgenza della Sla
Uno studio italiano suggerisce la possibilità che la sclerosi laterale amiotrofica possa dipendere anche dalle condizioni dei tessuti muscolari e non soltanto quindi dalle cellule nervose del midollo spinale.
La morte dei motoneuroni non è sufficiente a spiegare l'insorgenza di questa malattia, sostiene la ricerca pubblicata su Proceedings of National Academy of Science dagli scienziati dell'Università La Sapienza di Roma.
Maurizio Inghilleri, ricercatore presso il dipartimento di ... (Continua)
24/11/2011 L'efficacia di terapie proposte da ricerche recenti

Il ruolo delle natural killer nella cura della leucemia
Il trapianto allogenico di midollo osseo o di cellule staminali emopoietiche (CSE) è usato su larga scala nel trattamento di pazienti affetti da leucemie ad alto rischio. Ha il duplice scopo di ricostituire il midollo normale distrutto dalla chemioterapia e radioterapia e di esercitare un importante effetto anti-tumorale.
Grazie a tale approccio terapeutico è stato possibile trattare con successo migliaia di pazienti. I primi trapianti di midollo sono stati eseguiti utilizzando, come ... (Continua)

21/11/2011 Scoperta nuova classe di analgesici

Nuove armi contro il dolore
È stata individuata una nuova classe di analgesici per il controllo del dolore e delle infiammazioni. Il risultato è frutto di uno studio italo-americano condotto dall'Istituto italiano di tecnologia e dall'Università della California Irvine.
Lo studio, firmato dal prof. Daniele Piomelli, descrive un fondamentale, ulteriore, passo avanti nella comprensione del meccanismo d’azione dell’anandamide, sostanza della categoria degli endocannabinoidi, prodotta naturalmente dal corpo umano, che ... (Continua)

18/11/2011 E’ possibile individuare i soggetti resistenti alle terapie

Scoperti nuovi tipi di recettori e petidi nell’alcolismo
La difficoltà riscontrata nel recupero dall’alcolismo in alcuni soggetti, sembrerebbe essere legata alla presenza di una maggiore espressione di una particolare variante genetica del recettore D2 del sistema neurotrasmettitoriale dopaminergico da anni considerato dalla comunità scientifica responsabile delle sensazioni di piacere e benessere. Lo studio, che è stato promosso dal Dipartimento di Psicologia dell'Universita' di Gothenburg, in Svezia, ha dimostrato che la variante del gene del ... (Continua)

26/10/2011 14:56:38 L'azione delle sostanze tossiche e ripercussioni sulla fertilità
Inquinanti nascosti pericolosi per la nostra salute
Ogni giorno il nostro corpo entra in contatto con sostanze tossiche che interagiscono con gli equilibri degli ormoni sessuali: questi composti sono detti Interferenti endocrini (IE). Sono presenti in alimenti, tessuti, plastiche, detergenti e cosmetici, con ripercussioni sulla fertilità e sulla riproduzione. Per esempio gli orsi polari sono la specie più minacciata dalle sostanze tossiche e le loro difese immunitarie sono ridotte e presentano squilibri ormonali che rende difficoltoso ... (Continua)
24/10/2011 I fattori psicosociali possono fare la differenza

Placebo o nocebo?
L’effetto “placebo” rappresenta l’efficacia clinica mostrata da una sostanza farmacologica che non è strettamente legata alla sua biochimica, ma ad altri fattori endogeni ed esogeni al soggetto che assume una sostanza attiva.
A tale proposito sono stati studiati alcuni tipi di stimoli psicosociali, che sono stati individuati come possibili fautori dell’effetto.
Fabrizio Benedetti, professore di Neuroscienze presso l’Università di Torino in una recente ricerca pubblicata su Nature ... (Continua)

17/10/2011 Scovato l’enzima responsabile della degradazione degli endocannabinoidi.
Nuove cure per l'incontinenza urinaria femminile
L’enzima regolatore del metabolismo dei cannabinoidi prodotti dall’organismo umano (i cosiddetti “endocannabinoidi”) è espresso dalla vescica umana femminile e di modelli murini femmina.
È la scoperta effettuata da un team di ricercatori di URI-Urological Research Institute del San Raffaele di Milano, guidati dai Professori Petter Hedlund e Francesco Montorsi, in collaborazione con studiosi dell’Università di Monaco e Linkoping (Svezia). Gli scienziati hanno pubblicato uno studio in merito ... (Continua)
04/10/2011 Possibili deficit cognitivi negli anni a seguire
Anestesie prima dei due anni di vita
Un nuovo studio pubblicato dall’American Academy of Pediatrics afferma che l’esposizione ad anestesia prima dei 2 anni di età può produrre una forma di neurodegenerazione chiamata “apoptotica”, questa provocherebbe possibili deficit di tipo cognitivo. Fenomeni di difficoltà di apprendimento in età più tarde sono più probabili in casi in cui vi siano stati più interventi chirurgici e quindi anestesie, non certamente per un'unica esposizione. L’incidenza stimata per disturbi ... (Continua)
30/09/2011 15:55:20 L’aumento ponderale e l’obesità effetti secondari dei farmaci o no?


Schizofrenia e sindrome metabolica
I soggetti con disturbo schizofrenico presentano un più alto rischio di andare incontro a obesità.
I numeri attualmente disponibili, estratti da coorti di soggetti sotto farmaci, danno una presenza di sovrappeso nel disturbo schizofrenico molto alta (40-60% dei casi), percentuale che è il doppio della popolazione generale.
Il problema può contribuire a provocare altre complicanze quali ipertensione, malattia coronarica, diabete mellito di tipo 2 e ictus.
La genetica e le abitudini ... (Continua)

26/09/2011 Nesso fra la massa ossea e l'equilibrio ormonale

La fertilità maschile condizionata dalle ossa
Una strana correlazione tra ossa e ormoni in relazione a un ridimensionamento della fertilità maschile è emersa da uno studio del Columbia University Medical Center pubblicato su Cell. Qual è la natura di questo nesso? Prova a spiegarlo il prof. Gerald Karsenty, a capo del progetto di ricerca: “sappiamo che le gonadi, cioè le ghiandole sessuali, hanno tra le varie funzioni quella di stimolare la crescita delle ossa. Poiché la comunicazione tra due organi nel corpo raramente è a senso unico, il ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale