Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 450

Risultati da 281 a 290 DI 450

21/10/2010 I disturbi alimentari si diffondono anche tra le quarantenni e gli uomini

L'anoressia causa danni alla vista
Da uno studio inglese pubblicato in questi giorni sulla rivista “British Journal of Opthalmology” è emerso che l'anoressia nervosa può causare seri danni agli occhi. Lo studio condotto dall'Università di Atene ha evidenziato che questo disturbo dell'alimentazione, deleterio per tutto l'organismo, a lungo termine manifesta i suoi effetti anche sulla vista. Il campione è molto limitato, ha infatti coinvolto 13 donne che hanno sofferto di anoressia per una media di 10 anni, e 20 donne che hanno ... (Continua)

23/09/2010 15:25:17 Dati in continuo aumento in Italia ed Europa

Emergenza depressione, in arrivo nuovi farmaci
Immaginate l’Italia intera colpita da depressione. Sono infatti 60 milioni le persone in tutta Europa che soffrono della patologia, la metà delle quali in maniera grave. Stando alle stime dell’Oms, fra dieci anni la depressione costituirà la seconda causa di disabilità al mondo. Fra le ragioni più ricorrenti e scatenanti l’amore, i problemi economici, la disoccupazione.
Per quanto riguarda l’Italia, il rischio di essere colpiti dalla malattia è del 25 per cento nel corso della propria vita, ... (Continua)

20/09/2010 10:42:37 Scoperta la capacità dell’organismo di limitare il dolore a livello periferico

Un antidolorifico che non fa male
Una ricerca internazionale apre la strada alla messa a punto di nuovi farmaci antidolorifici che non entrino in conflitto con il sistema nervoso centrale. È stato pubblicato, infatti, sulla prestigiosa rivista Nature Neuroscience uno studio frutto della collaborazione internazionale tra gruppi di ricerca dell’Istituto Italiano di Tecnologia, dell’Università della California Irvine, dell’Università della Georgia (USA) e delle Università di Napoli “Federico II” e di Urbino.
Per l’Istituto ... (Continua)

14/09/2010 10:23:54 Il gusto amaro del frutto può rivelarsi una risorsa contro il diabete

Dal pompelmo un aiuto per i diabetici
Una sostanza presente all'interno dei pompelmi e di altri agrumi potrebbe costituire la base per un farmaco che aiuti le persone affette da diabete. A scoprire le proprietà della naringenina, questo il nome della sostanza, è un gruppo di ricercatori dell'Università di Gerusalemme e del Massachusetts General Hospital, negli Stati Uniti, finanziati dall'Unione Europea nell'ambito del Settimo programma quadro.
Gli scienziati hanno scoperto che la naringenina attiva una famiglia di piccole ... (Continua)

19/07/2010 Scoperta di nuove molecole terapeutiche per la cura dell’angiogenesi
Tumori, proteina inibisce il recettore Met
Moderni “cavalli di Troia” molecolari per insidiare il cancro da dentro, e combattere l'angiogenesi sferrando l'attacco all’interno delle mura delle cellule endoteliali. Gli scienziati italiani del Gruppo MultiMedica guidati da Adriana Albini, hanno introdotto nelle cellule dei vasi sanguigni un interruttore proteico capace di spegnere uno dei recettori più subdoli per lo sviluppo delle neoplasie, il recettore Met. La ricerca, sostenuta da AIRC e dalla Compagnia di San Paolo di Torino è stata ... (Continua)
16/07/2010 Alterazioni genetiche evidenti per chi ha la passione del fumo

Fumo e Dna, legame pericoloso
Un vasto gruppo di geni cambia la propria espressione a causa del fumo. Per la precisione, si parla di 323 geni, secondo i ricercatori americani della Southwest Foundation for Biomedical Research di San Antonio, in Texas.
La ricerca ha riguardato oltre 1200 persone e costituisce l’indagine genetica più approfondita mai portata a termine su questo tema. Jack Charlesworth, coordinatore dello studio pubblicato su BMC Medical Genomics, ha dichiarato: “il nostro studio ha scoperto che non solo ... (Continua)

05/07/2010 Cellule modificate potrebbero sconfiggere l'Hiv, affermano studi americani

Aids, una nuova speranza
Staminali applicate alla terapia anti-Hiv. È il tentativo di un team di ricercatori americani che ha scoperto la potenziale efficacia delle cellule staminali del sangue previa modificazione di uno specifico gene.
Opportunamente modificate, le cellule riuscirebbero a rafforzare il sistema immunitario, facendolo combattere ad armi pari contro il virus Hiv che aggredisce solo alcuni tipi di cellule e i rispettivi recettori proteici. Per il momento, la tecnica è stata sperimentata sui ... (Continua)

19/05/2010 Ultime fasi di sperimentazione per lo spray a base di apomorfina

Spray per l'impotenza, è quasi realtà
Viene annunciato da tempo come una piccola rivoluzione, e pare che ora sia in dirittura d'arrivo la sua commercializzazione. Si tratta dello spray per l'impotenza, che secondo i primi dati garantirebbe all'uomo un'erezione nel giro di dieci minuti.
Il prodotto avrebbe per la precisione la forma di un inalatore, simile a quelli utilizzati per l'asma, contenente polvere di apomorfina, farmaco che agisce da stimolatore dei recettori chimici del cervello. Per tanti potrebbe rappresentare un ... (Continua)

07/04/2010 10:35:48 Sintetizzata da ricercatori italiani una sostanza priva di effetti collaterali

La pillola dei sogni per dimagrire
Il sogno di chiunque combatta con i chili di troppo potrebbe presto avverarsi. Ad annunciare la svolta in ambito dietetico, è la scoperta di un gruppo di scienziati italiani guidati dal prof. Uberto Pagotto, endocrinologo presso l'Alma Mater di Bologna.
I ricercatori sono riusciti a sintetizzare un farmaco anti-obesità privo di effetti indesiderati. La sostanza funziona proprio come gli altri farmaci detti anoressizzanti, ritirati dal commercio perché dannosi per l'organismo, ma con la ... (Continua)

29/03/2010 Ricercatori italiani svelano il ruolo della proteina HMGB1
Scoperta una molecola che fa insorgere le crisi epilettiche
Una proteina gioca un ruolo importante nei meccanismi che danno luogo all'epilessia. Lo hanno scoperto ricercatori dell'Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri e dell’Università Vita-Salute San Raffaele Milano.
Un nuovo meccanismo proinfiammatorio che contribuisce in modo determinante alla comparsa e ricorrenza delle crisi epilettiche: questa l’importante scoperta che riunisce due filoni di ricerca, iniziati nel 1999 nel Laboratorio di Neurologia Sperimentale guidato dalla ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale