Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 450

Risultati da 51 a 60 DI 450

11/11/2015 17:05:58 Studio americano analizza i dati sul carcinoma lobulare in situ

La chemioprevenzione influenza il rischio di cancro al seno
La chemioprevenzione può influenzare il rischio annuo di cancro al seno nelle donne con carcinoma lobulare in situ (Lcis). Al contrario, non sembrano incidere l'età, la storia familiare o l'eventuale mastectomia profilattica.
A sostenere questi dati è uno studio pubblicato sul Journal of Clinical Oncology da un team del Memorial Sloan Kettering Cancer Center di New York. La coordinatrice Tari King, prima firma dell'articolo, ha esaminato i dati relativi a oltre 1000 pazienti affetti da ... (Continua)

06/11/2015 14:48:00 La scoperta consente di intervenire con farmaci specifici
Tumore ovarico, l’endotelina favorisce le metastasi
È un insieme di segnali nelle cellule tumorali a dare il via alla corsa delle cellule stesse verso l’invasione dei tessuti che le circondano. Un team di ricercatori dell’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena (IRE) di Roma ha scoperto un nuovo meccanismo molecolare che spiega come l’endotelina promuove la formazione delle metastasi.
Lo studio condotto da Laura Rosanò, pubblicato sulla rivista Oncogene, ha messo in luce il ruolo dell’endotelina e della proteina adattatrice beta-arrestina ... (Continua)
06/11/2015 11:41:00 Utile nei pazienti il cui sintomo principale è la dispnea
Doppia broncodilatazione farmacologica per la Bpco
Nei casi in cui i pazienti che soffrono di Bpco mostrino come sintomo prevalente la dispnea, potrebbe essere più utile un approccio terapeutico basato sulla doppia broncodilatazione farmacologica.
Ne hanno parlato a Milano alcuni esperti riuniti in un incontro nel quale è stata annunciata la disponibilità di un nuovo doppio broncodilatatore basato sull'associazione fra umeclidinio e vilanterolo.
La combinazione va somministrata una sola volta al giorno attraverso un unico dispositivo di ... (Continua)
27/10/2015 14:15:00 La caseina rilascia oppiacei nell'organismo
Il formaggio è una droga
Pensate di mangiare una fetta di caciotta e invece mandate giù un po' di oppio. Non proprio così, ma l'immagine può rendere l'idea. Secondo uno studio della University of Michigan pubblicato su US National Library of Medicine, il formaggio si comporterebbe proprio come una droga, rilasciando nell'organismo – attraverso la caseina – una serie di oppiacei, le casomorfine.
Di conseguenza, la mozzarella, il parmigiano, il pecorino e tanti altri tipi di formaggi possono causare dipendenza.
I ... (Continua)
20/10/2015 15:22:00 La lista italiana e quella americana

Le pratiche da evitare in medicina interna
Anche in medicina interna ci sono pratiche molto comuni che sarebbe meglio evitare o il cui uso andrebbe comunque ridimensionato. La Fadoi (Federazione delle Associazioni dei Dirigenti Ospedalieri Internisti) ha aderito all'iniziativa “Fare di più non significa fare meglio” messa in campo da Slow Medicine.
Gli esperti della Fadoi hanno deciso di stilare una lista di 10 punti sulle pratiche a rischio di inappropriatezza. Le scelte si basano sulla realtà clinico-sanitaria ... (Continua)

19/10/2015 17:26:16 Efficaci gli antagonisti recettoriali dei leucotrieni

Asma, l'effetto positivo degli LTRA
Secondo una ricerca dell'Università della Tessaglia pubblicata su Annals of Internal Medicine, gli antagonisti recettoriali dei leucotrieni (LTRA) migliorano il controllo dell'asma rispetto al placebo.
Il coordinatore della ricerca Michael Miligkos ha realizzato una meta-analisi per verificare i benefici e gli eventuali rischi degli LTRA in monoterapia o associati al trattamento con corticosteroidi per via inalatoria in adulti e adolescenti affetti da asma.
“Sono stati presi in ... (Continua)

19/10/2015 12:07:44 Studio fa luce sul carcinoma duttale in situ

Il ruolo dei recettori ormonali nel tumore alla mammella
Un team di ricercatori italiani ha dimostrato l'importanza dei recettori per gli androgeni nello sviluppo del carcinoma duttale in situ (Dcis), una forma di tumore alla mammella.
Gli scienziati dell'Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori Irst di Meldola coordinati da Sara Bravaccini si sono concentrati sul Dcis, una forma neoplastica i cui marcatori biologici prognostici e predittivi sono stati poco studiati in passato, al contrario di ciò che è avvenuto con il ... (Continua)

23/09/2015 17:39:49 L'importanza della genetica nella scelta degli alimenti

Il cibo come terapia
Ciò che mangiamo è scritto nel DNA. Sono anche i geni ad orientare il gusto, le scelte alimentari, il metabolismo e quindi lo stato di salute o di malattia. Per molte patologie che oggi colpiscono buona parte della popolazione, come l'obesità, o per chi è affetto da diabete o da malattie del metabolismo, il cibo diventa terapia. La pratica clinica ha dimostrato l'efficacia di regimi alimentari particolari anche per il trattamento di malattie neurologiche, come l'epilessia resistente ai ... (Continua)

21/09/2015 14:14:00 La bevanda interrompe il ritmo circadiano

Un caffè per il jet lag
Cosa si può fare per ridurre i disagi del jet lag? La risposta è semplice, secondo un nuovo studio pubblicato su Science Translational Medicine: bere un caffè.
I ricercatori del Wisconsin National Primate Research Center di Madison sostengono infatti che la caffeina aiuti a interrompere il ritmo circadiano sonno-veglia spostandolo di un'ora circa.
Gli scienziati americani hanno sottoposto 5 individui sani all'assunzione di pillole contenenti caffeina tre ore prima di andare a dormire, per ... (Continua)

17/09/2015 12:44:00 Follistatina-like 1 stimola la formazione di nuove cellule

Ecco la proteina che rigenera il cuore
Intervenire dopo un infarto potrebbe essere più facile grazie a una scoperta americana. I ricercatori dell'Università di Stanford hanno infatto individuato una nuova proteina denominata follistatina-like 1 (FSTL1).
La proteina in questione sarebbe in grado di stimolare la formazione di nuove cellule del muscolo cardiaco e in sostanza di promuovere la rigenerazione dei tessuti dopo un infarto.
Il cuore dei mammiferi non riesce ad auto-ripararsi dopo una grave perdita di cellule cardiache, ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale