Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 450

Risultati da 91 a 100 DI 450

09/01/2015 17:32:37 I farmaci per l'osteoporosi rivelano un'efficacia anti-cancro

I bifosfonati aiutano a prevenire il cancro
I bifosfonati avrebbero un effetto protettivo nei confronti del cancro. Lo dice una ricerca pubblicata su Proceedings of the National Academy of Sciences da un team della Icahn School of Medicine at Mount Sinai di New York.
I bifosfonati sono medicinali utilizzati comunemente per la cura dell'osteoporosi, ma hanno rivelato una certa efficacia preventiva rispetto a vari tipi di tumori, fra cui quello al polmone, al seno o al colon.
I farmaci agirebbero ostacolando la crescita anomala di ... (Continua)

29/12/2014 17:07:00 ILC2s trasformano il grasso bianco in bruno

Scoperte le cellule che producono il grasso "buono"
C'è del buono nelle cellule ILC2s. Si tratta infatti delle cellule responsabili della trasformazione del grasso bianco in quello bruno, ovvero quel grasso che il nostro organismo brucia per produrre energia. La scoperta è opera di un team di ricercatori del Weill Cornell Medical College di New York e può rappresentare l'inizio di nuovi possibili trattamenti per l'obesità.
Le cellule ILC2s ordinano all'organismo di bruciare il grasso bianco in risposta a una proteina denominata IL-33. Quando ... (Continua)

23/12/2014 14:32:51 Appetito ridotto solo per gli uomini

Una luce blu per mangiare meno
La visione di una luce tendente all'azzurro mentre si sta mangiando ha l'effetto di ridurre l'appetito di chi la osserva. A dirlo è un esperimento portato a termine da scienziati dell'Università dell'Arkansas, che ha dimostrato come l'appetito degli uomini – per le donne l'escamotage sembra non funzionare – si riduca sensibilmente con questo tipo di stimolazione luminosa.
I ricercatori coordinati da Han-Seok Seo hanno pubblicato su Appetite un'analisi condotta su 112 soggetti – 62 maschi e ... (Continua)

22/12/2014 11:03:37 Sostanza simile a quella contenuta nella cannabis

Nei tartufi c'è la molecola del piacere
Forse i tartufi attraggono tanto per una sostanza specifica che è al loro interno, l'anandamide. La sostanza, presente soprattutto nel genere Tuber melanosporum – il tartufo nero -, è simile al principio attivo della cannabis, come spiega Mauro Maccarrone, biologo e chimico del Campus BioMedico di Roma: “si tratta dell'anandamide, un composto simile al Thc. L'anandamide scatena il rilascio di sostanze chimiche che regalano benessere e modulano l'umore. La nostra idea - dice il ricercatore ... (Continua)

18/12/2014 12:38:48 Possibilità offerta da molecole che agiscono su determinati recettori

Nuova terapia contro la sclerosi laterale amiotrofica
Una strada da esplorare per nuove possibilità terapeutiche contro la sclerosi laterale amiotrofica (SLA) è stata individuata da una ricerca condotta nei laboratori di Neurofarmacologia del Dipartimento di Patologia Molecolare dell’I.R.C.C.S. Neuromed di Pozzilli (IS).
Attraverso l’attivazione di specifici recettori cellulari, è stato ottenuto, in modelli animali, un miglioramento della sintomatologia ed una protezione dei motoneuroni, anche se non si osserva un aumento della sopravvivenza. ... (Continua)

11/12/2014 15:49:57 Approvato dalla Commissione Europea
Dulaglutide per il diabete di tipo 2
È stato approvato dalla Commissione Europea un nuovo farmaco per il trattamento del diabete di tipo 2. Si tratta di Dulaglutide, un agonista del recettore del GLP-1 sviluppato e prodotto da Eli Lilly & Company, soluzione per iniezione in monosomministrazione settimanale per il controllo glicemico negli adulti con questa forma della malattia.
Il farmaco si presenta come una penna pronta all’uso e con ago preinserito, non visibile. Lo scorso 25 settembre, dulaglutide ha ricevuto parere ... (Continua)
11/12/2014 11:52:00 Allo studio nuove soluzioni per superare la fobia da puntura

Come mandare in pensione gli aghi
Assumere farmaci e vaccini senza bisogno degli aghi. Un sogno per chi soffre l'idea di vedere la propria pelle bucherellata, seppur con intenti terapeutici. Alcune sperimentazioni stanno cercando di ovviare al problema.
Una ricerca degli scienziati dell'Università di Belfast ha prodotto un cerotto caratterizzato dalla presenza di 361 micro-aghi in polimero che tuttavia non arrivano a colpire i centri nervosi e non provocano quindi alcun dolore, pur assicurando la somministrazione del ... (Continua)

09/12/2014 16:55:00 Sembra funzionare nelle pazienti con carcinoma metastatico

Un vaccino per il cancro al seno
Un team di ricercatori americani sta sviluppando un nuovo vaccino per contrastare il cancro del seno. A studiarne l'efficacia sono gli scienziati della Washington University School of Medicine di St. Louis.
Secondo quanto apparso su Clinical Cancer Research, il composto ideato sembra ben tollerato dall'organismo ed efficace nel rallentamento della progressione del cancro. Il prof. William Gillanders, uno degli autori dell'analisi, spiega: “il nuovo vaccino attiva il sistema immunitario ... (Continua)

21/11/2014 Scoperti grazie all'analisi di un recettore espresso sulle cellule leucemiche
Nuovi fattori prognostici per la leucemia linfatica cronica
Un gruppo di ricercatori internazionali ha identificato una nuova correlazione tra le caratteristiche molecolari della leucemia linfatica cronica e alcuni sottogruppi di pazienti.
Lo studio internazionale, appena pubblicato sull’importante rivista Lancet Haematology, ha coinvolto diversi centri di ricerca negli Stati Uniti e in Europa, ed è stato coordinato dal professor Paolo Ghia, vicedirettore della Divisione di Oncologia Molecolare dell’IRCCS Ospedale San Raffaele, dal dottor ... (Continua)
08/11/2014 11:56:00 Tutto legato alla specificità del cervello femminile

L’olfatto delle donne è migliore
Se non riconoscete un odore chiedete a una donna. L’olfatto femminile è infatti più sviluppato di quello maschile. Ma per quale motivo? Un gruppo di ricercatori dell’Università di Rio de Janeiro ha scoperto che la differenza è legata alla diversità delle aree cerebrali coinvolte nei meccanismi dell’olfatto negli uomini e nelle donne.
Per giungere a questa conclusione, i ricercatori hanno analizzato i cervelli di 18 cadaveri, 7 uomini e 11 donne con un’età compresa fra i 55 e i 94 anni. Dai ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale