Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 278

Risultati da 91 a 100 DI 278

18/06/2014 11:24:00 Risultati del trial ATLAS nel cancro mammario ER-positivo
Cancro al seno, cura con tamoxifene valida anche per 10 anni
Attualmente il protocollo di trattamento "antiormonale" del tumore mammario positivo per i recettori estrogenici (ER-positivo) prevede che la terapia venga seguita per 5 anni. Questo periodo potrebbe essere prolungato di altri 5 anni in base ai risultati dello studio ATLAS pubblicati recentemente su Lancet, promosso dal Cancer Research e dal Medical Research Council inglesi. Nell'ambito dello studio sono state reclutate 12.894 donne con tumore mammario in fase precoce che avevano completato i ... (Continua)
06/06/2014 16:22:00 Approvato dalla Commissione Europea per i casi di recidiva

Dabigatran etexilato cura trombosi ed embolia polmonare
Il farmaco dabigatran etexilato è stato approvato dalla Commissione Europea per il trattamento e la prevenzione di recidive di trombosi venosa profonda (TVP) ed embolia polmonare (EP).
Ad annunciarlo è la casa farmaceutica che lo produce, Boehringer Ingelheim. L’americana Food and Drug Administration (FDA) ha approvato, qualche mese fa, dabigatran nella stessa indicazione.
TVP ed EP possono essere molto pericolose, infatti quasi un paziente su tre con EP muore entro tre mesi e quattro ... (Continua)

06/06/2014 10:55:00 Ricercatori canadesi studiano il fenomeno della resistenza ai farmaci

Scoperto meccanismo che rende la leucemica più aggressiva
Un team di ricercatori canadesi ha scoperto uno dei meccanismi messi in atto dalla leucemia mieloide per resistere ai trattamenti antitumorali e generare recidive. La scoperta è frutto del lavoro degli scienziati dell'Iric, la University of Montreal's Institute for Research in Immunology and Cancer.
La coordinatrice Kathy Borden, docente di patologia e biologica cellulare presso l'ateneo nordamericano, spiega: «la resistenza ai farmaci è tra i principali problemi in oncologia clinica nonché ... (Continua)

05/06/2014 16:08:35 Evoluzione delle classificazioni fenotipiche
I fenotipi della sclerosi multipla
La descrizione dell'evoluzione clinica della sclerosi multipla risulta fondamentale non solo per la prognosi della malattia, ma anche per decidere la terapia migliore e per la realizzazione di nuovi studi clinici.
Lo dice una ricerca pubblicata su Neurology da Fred Lublin, direttore del Corinne Goldsmith Dickinson Center for Multiple Sclerosis presso la Icahn School of Medicine di New York.
«I moderni fenotipi di sclerosi multipla non si basano più solo sull’accurata descrizione clinica, ... (Continua)
19/05/2014 15:25:00 L'associazione aumenta la sopravvivenza
Bevacizumab e chemio per il tumore delle ovaie
In caso di recidiva di un carcinoma ovarico resistente al trattamento con platino, l'associazione fra bevacizumab e chemioterapia aumenta la sopravvivenza. A dirlo è un nuovo studio pubblicato sul Journal of Clinical Oncology da un team dell'Université de Paris Descartes coordinato da Eric Pujade-Lauraine.
La ricerca Aurelia ha coinvolto 361 pazienti affette da cancro ovarico in progressione dopo meno di 6 mesi dal completamento della terapia a base di platino. Le pazienti hanno ricevuto in ... (Continua)
09/05/2014 15:35:00 Utile anche per la scoperta delle recidive

Melanoma, il linfonodo sentinella ne indica la gravità
Il controllo del linfonodo sentinella consente di stabilire la gravità del melanoma cutaneo che ha colpito un paziente in base al grado di diffusione delle cellule neoplastiche. Uno studio pubblicato su Plos Medicine ne segnala l'importanza per cercare di capire qual è il rischio di morte che il soggetto corre.
Anja Ulmer, una delle ricercatrici del team delle Università di Tubinga e Ratisbona che ha condotto l'analisi, spiega: “la prognosi di un cancro dipende anche dal grado di ... (Continua)

08/05/2014 15:34:00 Il disturbo colpisce il 70 per cento delle donne.
Candida, una minaccia per il sesso
C'è un'ombra minacciosa che si staglia sull'attività sessuale delle donne, la candidosi. A provocarla è un fungo piuttosto comune, la Candida Albicans, che causa l'infezione nel 70 per cento delle donne almeno una volta nella vita. Quando ne sono colpite, 8 su 10 rinunciano al sesso.
A riferire questi numeri è la Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO), che ha realizzato un sondaggio on line su un campione di 3000 donne.
Il presidente SIGO Paolo Scollo spiega: “la candida è un ... (Continua)
07/05/2014 12:23:00 Nuova scoperta di un team di ricerca italiano

Cancro al seno, colpire una proteina per evitare le recidive
Per scongiurare una recidiva in caso di cancro al seno, i medici potrebbero disporre presto di un nuovo approccio terapeutico. Al centro c'è l'azione di una proteina – p70S6K – che promuove la sopravvivenza delle cellule tumorali residue dopo un primo trattamento chemioterapico. Agire colpendo questa proteina potrebbe eliminare il rischio di recidive.
È il risultato di uno studio condotto dai ricercatori del Centro di riferimento oncologico (Cro) di Aviano coordinati da Gustavo Baldassarre e ... (Continua)

06/05/2014 11:10:00 Come gestire la malattia

Guarire dentro per guarire fuori
La malattia è un trauma che interrompe il ritmo della vita della persona, ne incrina gli equilibri e impone una revisione del passato, del proprio ruolo hic et nunc e del proprio futuro.
Il momento della scoperta della malattia (diagnosi), il momento in cui, dopo un periodo di benessere, ricompare la malattia (recidiva) e il periodo in cui la malattia ha il sopravvento (fase avanzata) provocano sentimenti diversi quali paura, disorientamento, rabbia, delusione, ansia e depressione che ... (Continua)

28/04/2014 14:33:00 L'associazione della chemio migliora la sopravvivenza
Tumore della vescica, la chirurgia non basta
Intervenire chirurgicamente tramite cistectomia in caso di cancro alla vescica non è sufficiente per scongiurare il decesso. Per migliorare le prospettive di sopravvivenza è necessario associare alla chirurgia anche un ciclo di chemioterapia perioperatoria.
Ad affermarlo è uno studio del Queen's University Cancer Research Institute di Kingston, in Canada, firmato dal dott. Christopher Booth, che spiega sulle pagine di Cancer: «il cancro vescicale muscolo-invasivo può essere controllato ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale