Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 259

Risultati da 1 a 10 DI 259

23/06/2016 09:35:00 Salute orale compromessa con un abuso dei farmaci
Gli antidepressivi minacciano i denti
Nel corso degli ultimi anni, come riportato dai rapporti OsservaSalute, è aumentato vertiginosamente l’uso di farmaci tra gli italiani. Tra questi, i più diffusi sono senz’altro gli antidepressivi che spesso, però, possono causare alcuni effetti collaterali, creando diverse problematiche legate alla salute orale.
Sono diversi, infatti, gli studi condotti che collegano l’uso di antidepressivi alla “xerostomia”, la “secchezza delle fauci” che, se non opportunamente trattata, può generare, ... (Continua)
16/06/2016 11:24:33 Dimostrato da uno studio internazionale concentrato sulle anomalie cerebrali

Un nesso tra sviluppo cerebrale e comportamenti antisociali
Il cervello degli adolescenti con gravi comportamenti antisociali è molto differente dal punto di vista anatomico rispetto a quello degli adolescenti che non mostrano tali comportamenti.
A dimostrarlo è una nuova ricerca internazionale condotta in collaborazione dall’Università degli Studi di Roma Tor Vergata e dal Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr).
Nello studio 'Mapping the structural organization of the brain in conduct disorder: replication of findings in two independent ... (Continua)

03/05/2016 11:21:00 Una predisposizione genetica aumenta il rischio

L'origine del disturbo post-traumatico da stress
Ci sono eventi nella vita che investono la nostra emotività in maniera pesante. Alcuni non riescono a sopportarne il carico nervoso, diventando vittima del cosiddetto disturbo post-traumatico da stress (PTSD). Ma a cosa è legata la diversa vulnerabilità individuale a questa particolare condizione?
Uno studio pubblicato su Molecular Biology da ricercatori dell'Università di Southampton e dall'Università della California di San Diego ha cercato di analizzare il problema studiando il genoma di ... (Continua)

21/04/2016 17:34:00 Chi non ha rapporti sociali rischia ictus e cardiopatie

La solitudine spacca il cuore
La solitudine è una malattia. A dirlo è uno studio condotto in collaborazione da Università di York, Università di Liverpool e Università di Newcastle, i cui ricercatori ne hanno pubblicato sulla rivista Heart i dettagli.
Il soggetto privo di relazioni sociali consolidate mostra un rischio di malattie cardiovascolari simile a quello corso dagli ansiosi o da chi svolge un lavoro stressante e faticoso. Per arrivare a queste conclusioni gli studiosi hanno esaminato 23 studi realizzati su un ... (Continua)

11/04/2016 12:33:00 Interrompere la trasmissione di modelli negativi

Donne e violenza domestica
Le donne e i bambini spesso corrono grandi pericoli proprio nel luogo in cui dovrebbero essere più al sicuro, nella loro casa, in famiglia.
Per molte e molti di loro, la casa è dominata da un regime di terrore e violenza per mano di qualcuno nel quale dovrebbero poter avere fiducia. Le vittime soffrono fisicamente e psicologicamente. Non sono in grado di prendere le decisioni che le riguardano, dar voce alle loro opinioni o proteggere loro stesse e i loro bambini per paura delle ulteriori ... (Continua)

06/04/2016 10:18:00 Incidenza altissima in questa area della Sardegna

Sclerosi, picco nel Sulcis fa pensare alla causa ambientale
In Sardegna la sclerosi multipla fa più paura che nel resto d'Italia. Nell'isola, infatti, si registra un'incidenza molto alta, con un trend in aumento negli ultimi anni. Ma se ci si concentra su un'area in particolare, il Sulcis, i dati fanno ancora più impressione. La malattia colpisce infatti 240 persone su 100.000, ovvero oltre il doppio della media nazionale (113).
Proprio per questo motivo, da due anni sono iniziati gli studi di Geologia Medica, una nuova disciplina che tenta di ... (Continua)

01/04/2016 11:00:00 Lo scopo è indagare la loro correlazione con la malattia

Autismo, nuovo studio sulle stereotipie
Indagare la correlazione tra comportamenti stereotipati e disturbi delle spettro autistico. E approfondire un tipo di manifestazione particolarmente frequente nei bambini e ragazzi affetti da autismo, utilizzando sofisticate tecnologie per l’osservazione sistematica di 70 pazienti.
Sono questi gli obiettivi con cui Villa Santa Maria, Centro con sede a Tavernerio (Como) specializzato nella cura e riabilitazione di bambini e ragazzi affetti da autismo e patologie neuropsichiatriche, sta ... (Continua)

23/02/2016 15:52:00 Aumenta però la mortalità da suicidio

La Sindrome da Fatica Cronica non è associata al cancro
Non c'è nesso tra la Sindrome da Fatica Cronica e l'insorgenza di tumori o malattie cardiovascolari. Ad aumentare, però, è la mortalità da suicidio. È quanto dimostrato da uno studio, recentemente pubblicato su The Lancet, che ha analizzato 2.147 casi nell’area di Londra.
«È una ricerca importante che evidenzia come la sindrome porti i pazienti ad avere comportamenti più salutisti - afferma il prof. Umberto Tirelli, Direttore del Dipartimento di Oncologia Medica dell’Istituto Nazionale ... (Continua)

15/02/2016 14:26:00 Livelli più elevati proteggono dalle alterazioni del morbo

Alzheimer, la proteina Bdnf è un alleato della memoria
Concentrazioni più elevate di Bdnf (Brain Derived Neurotrophic Factor) assicurano maggiori capacità cognitive. Lo dice uno studio pubblicato su Neurology da un team del Rush University Medical Center di Chicago guidato da Aron Buchman.
Secondo l'ipotesi di lavoro, livelli più alti di Bdnf potrebbero garantire al cervello protezione contro le alterazioni del morbo di Alzheimer.
Lo studio ha visto la partecipazione di 535 persone con un'età media di 81 anni, seguite fino al momento della ... (Continua)

03/02/2016 09:14:00 Pericolo dimezzato nei neonati

I probiotici in gravidanza riducono il rischio di allergia
L’uso corretto di specifici probiotici fin dalla gravidanza e la loro somministrazione al bambino nell’arco del primo anno di età può ridurre del 50% l’incidenza di allergie nei neonati ad alto rischio.
Il dato emerge dalle linee guida internazionali sui probiotici per la prevenzione delle malattie atopiche e autoimmuni promosse dalla World Allergy Organization (WAO) e dal Dipartimento di Epidemiologia Clinica e Biostatistica della McMaster University (Ontario, Canada).
Eppure sono ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale