Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 361

Risultati da 211 a 220 DI 361

03/03/2011 Un test del sangue valuta la gravità della malattia e l'efficacia della terapia
Nuovi marcatori per la Distrofia di Duchenne
Tre microRNA, miR-1, miR-133 e miR-206, potrebbero rivelarsi importanti strumenti diagnostici per la distrofia muscolare di Duchenne e Becker e, soprattutto, per la valutazione dei risultati delle sperimentazioni cliniche sull’uomo.
Nel momento in cui diversi approcci terapeutici contro la DMD sono entrati o stanno entrando nella fase di sperimentazione sull’uomo, ancora non esiste uno strumento completamente oggettivo, e soprattutto standardizzato, per valutarne l’efficacia. Lo studio, ... (Continua)
24/02/2011 Il centro della ricompensa cerebrale è attivata anche dalle esperienze negative

La dopamina non è solo mediatore di emozioni positive
Il sistema di ricompensa cerebrale è costituito da una rete di neuroni contenenti dopamina e noradrenalina che originano dai nuclei profondi dell'encefalo e si distribuiscono nei centri cerebrali preposti al controllo degli equilibri fisiologici (dove vengono valutati i bisogni organici), e in quelli implicati nel comportamento motivazionale.
Il sistema di ricompensa fa sì che i comportamenti risultati utili a soddisfare i bisogni organici siano gratificati e rinforzati attraverso una ... (Continua)

18/02/2011 Ricerca sottolinea l'importanza della mente sull'azione dei medicinali

Lo scetticismo influenza l'efficacia dei farmaci
L'assuefazione a un farmaco potrebbe essere spiegata in parte in base a motivi puramente psicologici. Lo sostiene una ricerca pubblicata su Science Translational Medicine che ha voluto indagare gli effetti terapeutici dei farmaci su un gruppo di pazienti, verificando l'incidenza che i vari stati d'animo producevano sull'azione di antidolorifici.
I ricercatori della Oxford University hanno provocato ai soggetti uno stimolo doloroso, chiedendo loro di valutare il dolore avvertito in base a ... (Continua)

11/02/2011 Bloccando la produzione di anticorpi si evita il rigetto

Donatore incompatibile, il trapianto di rene si fa lo stesso
Il donatore non è compatibile? Non importa, il trapianto si può fare lo stesso. È stato eseguito con successo, infatti, un trapianto di rene tra donatore e ricevente non compatibili. Pochissimi, finora, i casi simili in Italia.
Nel caso specifico la moglie (48 anni) di gruppo A ha donato il rene al marito (58 anni) di gruppo 0, affetto da insufficienza renale a causa di una “glomerulonefrite”, in trattamento dialitico da quasi due anni ed in lista di attesa per trapianto da donatore ... (Continua)

24/01/2011 Un consorzio internazionale per la sfida contro i tumori

Al via il progetto “Genoma del Cancro”
Verona capofila per l’Italia nella sfida oggi più ambiziosa della ricerca biomedica. È stato inaugurato oggi l’avvio del progetto internazionale “Genoma del Cancro” ideato dal Consorzio Internazionale (www.icgc.org) con lo scopo di creare una mappatura delle mutazioni del Dna dei diversi tipi di tumore conosciuti.
Presenti Aldo Scarpa direttore scientifico del progetto, il Rettore Alessandro Mazzucco, Paolo Pederzoli direttore del dipartimento di Chirurgia e Oncologia e il direttore ... (Continua)

20/01/2011 Il gene PBRM1 legato all'insorgenza del carcinoma renale

Scoperto un nuovo gene coinvolto nel tumore del rene
La mutazione del gene PBMR1 è stata associata a una delle forme neoplastiche che colpiscono il rene, almeno in un terzo dei casi. È la scoperta di un gruppo di lavoro internazionale che ha visto la collaborazione del britannico Wellcome Trust Sanger Institute, dell'americano Van Andel Research Institute e del National Cancer Centre di Singapore.
Andy Futreal, codirettore del Cancer Genome Project all'interno del Wellcome, spiega i termini della ricerca: “fino a tempi recenti, molti degli ... (Continua)

17/01/2011 Pochi minuti e poche boccate per danneggiare il Dna

I danni del fumo sono immediati
Non è necessario consumare pacchetti su pacchetti di sigarette al giorno per danneggiare il proprio organismo, ma soltanto qualche boccata di una singola sigaretta. Lo afferma una ricerca statunitense pubblicata dalla rivista Chemical Research in Toxicology, secondo cui le sostanze nocive contenute nelle sigarette hanno bisogno soltanto di pochi minuti per provocare i primi danni e contribuire alla modificazione delle cellule sane, scatenando così un'eventuale proliferazione di cellule ... (Continua)

11/01/2011 Un microRNA potrebbe portare un miglioramento delle terapie geniche

Distrofia di Duchenne, scoperto inibitore della Distrofina
Si chiama miR-31, il microRNA identificato dal team di Irene Bozzoni, del dipartimento di Biologia e Biotecnologie dell’Università Sapienza di Roma, che potrebbe rivelarsi un nuovo alleato negli approcci terapeutici contro la distrofia muscolare di Duchenne, grave patologia genetica che colpisce un bambino su 3.500 ed è causata da una mutazione nel cromosoma X che determina la mancata produzione di una proteina, la distrofina. La mancanza di distrofina comporta una progressiva, e al momento ... (Continua)

29/12/2010 L'astinenza prematrimoniale fa bene

Il segreto delle coppie felici
Le coppie che aspettano il matrimonio prima di fare sesso sono più stabili e soddisfatte di quelle che si concedono prima di mettere la fede al dito.
Ad affermarlo è una ricerca della Brigham Young University's School of Family Life nello Utah, che ha sottoposto a più di 2mila interviste altrettante coppie sposate.
Dall'elaborazione dati raccolti, pubblicati sul Journal of Family Psychology, è emerso che coloro che praticano l'astinenza prima del fatidico “si” sono soddisfatti per il 20% ... (Continua)

17/12/2010 Si apre la strada a terapie innovative

Sindrome emolitica uremica, novità sulle basi genetiche
La sindrome emolitico-uremica (Seu) è una malattia dei reni ed è la causa più frequente di insufficienza renale nel bambino. È caratterizzata dalla comparsa di tre sintomi tipici: anemia, problemi di coagulazione a causa della riduzione del numero di piastrine e insufficienza renale acuta. Spesso è necessario ricorrere alla dialisi.
Nella maggior parte dei casi la malattia è una complicanza di infezioni intestinali ad opera di alcuni ceppi di batteri, come Escherichia coli, trasmesse per ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale