Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 161

Risultati da 51 a 60 DI 161

17/10/2013 22:42:30 Diverse combinazioni determinano diverso rischio
contraccettivi ormonali combinati e tromboembolia venosa
I contraccettivi ormonali combinati (Coc) consistono nella combinazione di due ormoni, estrogeno più un progestinico, al fine di bloccare l’ovulazione e quindi determinare un effetto anticoncezionale. La terapia con Coc aumenta , però, il rischio di tromboembolia venosa (Tev). Pertanto è importante che le donne prestino attenzione all’eventuale insorgenza di determinati segni e sintomi: comparsa di dolore o gonfiore alle gambe, improvvisa mancanza di respiro senza alcun motivo, respirazione ... (Continua)
13/09/2013 12:05:38 Tutte le sfaccettature del gesto

Il bacio
Momento “speciale” di contatto fisico tra due persone, il bacio può essere un gesto molto intimo, un atto d’amore che accende i sensi, un segno di amicizia, di fedeltà o di ossequio; nel culto cristiano c’è il bacio di pace dato ad un oggetto sacro, ad esempio, ma c’è anche il bacio di Giuda, un simbolo di tradimento.
Un semplice gesto, baciare, sfiorare con le labbra il corpo di un’altra persona, è in realtà un atto molto ricco di significati e di implicazioni affettive e psicologiche: ... (Continua)

27/08/2013 Come è fatto e come funziona
I misteri del cervello
Il cervello ha una struttura estremamente complessa, che è già praticamente pronta nei suoi quasi cento miliardi di cellule nervose, fin dalla nascita. Il cervello pesa circa un chilo e mezzo nei maschi e nelle femmine leggermente meno. Questa differenza però non significa nulla sotto il profilo funzionale e non influisce sulle capacità intellettive e razionali. Lo compongono tre parti principali: l’encefalo, che si trova nella parte superiore del cranio, il cervelletto e il tronco encefalico, ... (Continua)
26/06/2013 I quarantenni sono i più soddisfatti

Sesso, quando è maturo è meglio
A 45 anni si raggiunge il culmine del piacere sessuale. Almeno è quanto dice la stragrande maggioranza degli italiani (83%) intervistati dall'Institut Français d'opinion publique. Secondo i nostri connazionali, il benessere a letto si prolunga fino ai 65 anni, un limite oltre il quale cominciano a sentirsi gli acciacchi del tempo che passa.
I problemi principali sono il calo del desiderio, la disfunzione erettile e la difficoltà a raggiungere l'orgasmo.
Una ricerca dell'Università del ... (Continua)

29/05/2013 Nuovi metodi per una diagnosi più veloce e meno invasiva
Il test immunologico per il cancro al colon
L'invasività della colonscopia è uno dei motivi per i quali la diagnosi del cancro al colon subisce spesso ritardi fatali. D'altra parte, però, il test del sangue occulto nelle feci non sempre può essere considerato affidabile.
Uno studio del German Cancer Research Center ha analizzato l'efficacia dei test di natura immunologica, che sarebbero molto più affidabili di quelli enzimatici utilizzati di norma. I ricercatori, che hanno pubblicato i risultati sulla rivista European Journal of ... (Continua)
24/05/2013 Il glicopirronio bromuro aumenta la broncodilatazione
Nuovo farmaco per la Bpco
Diventerà a breve la terza causa di morte nel mondo, ma è spesso sottovalutata. Si tratta della Bpco, la Broncopneumopatia cronica ostruttiva, i cui primi sintomi quali tosse, mancanza di respiro, espettorato, dovrebbero mettere in allarme il paziente, soprattutto se fumatore.
Le nuove linee guida GOLD suggeriscono l'uso della spirometria nell'ambito della visita al paziente e la somministrazione di farmaci appropriati, come i broncodilatatori. Fra questi ultimi, la novità è rappresentata ... (Continua)
23/05/2013 La sostanza efficace contro un ceppo resistente ai farmaci

La vitamina C contro la tubercolosi
Un ceppo di tubercolosi particolarmente resistente ai farmaci potrebbe essere messo fuori gioco dalla vitamina C. A dirlo è una ricerca dell'Albert Einstein College of Medicine della Yeshiva University pubblicata su Nature Communications.
Stando ai risultati dello studio la vitamina C potrebbe essere aggiunta ai medicinali anti-tubercolotici per ridurre i sintomi e i giorni di terapia necessari. Secondo quanto affermato dagli scienziati, la vitamina C produrrebbe la cosiddetta reazione di ... (Continua)

08/05/2013 Il prodotto ostacola l'arrivo delle sostanze psicoattive nel cervello

Un vaccino per sconfiggere la dipendenza da eroina
Per liberarsi dalla dipendenza da eroina potrebbe essere d'aiuto una sorta di vaccino allo studio di un gruppo di ricercatori dell'Istituto Scripps, in California. Il prodotto sarebbe in grado di impedire alle sostanze psicoattive contenute nella droga di raggiungere il cervello attraverso il flusso sanguigno.
Il coordinatore dello studio George Koob spiega: “ratti affetti da dipendenza riprendono compulsivamente a utilizzare la droga se ne hanno la possibilità, ma il nostro vaccino blocca ... (Continua)

07/05/2013 Importante il contributo della sostanza, ma meglio non esagerare

La vitamina C aiuta in gravidanza
La vitamina C in gravidanza aiuta a migliorare la funzionalità polmonare del neonato e previene tosse e respiro affannoso. A dirlo è una ricerca presentata nel corso del convegno annuale del PAS – Pediatric Academic Societies.
Cynthia T. McEvoy, che lavora presso il Doernbecher Children's Hospital dell'Oregon Health & Science University, spiega: “la vitamina C è un trattamento semplice, sicuro e poco costoso che può diminuire l'impatto del fumo durante la gravidanza sulla salute respiratoria ... (Continua)

03/05/2013 Bambini a rischio anche nelle attività scolastiche

Occhio ai gessetti per gli allergici al latte
I bambini allergici al latte potrebbero accusare problemi anche a causa delle normali attività scolastiche per via dei gessetti delle lavagne. Il gesso infatti contiene spesso una percentuale di caseina, una proteina del latte le cui particelle potrebbero essere inalate dai bambini intolleranti ai prodotti caseari, con conseguenze fastidiose come tosse, dispnea, respiro sibilante, starnuti, congestione nasale e riniti.
A lanciare l'avvertimento è uno studio condotto da James Sublett ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale