Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1005

Risultati da 361 a 370 DI 1005

28/11/2013 15:15:37 L’ultima novità che viene dall’America

La dieta di Dio
Le vie del Signore sono proprio infinite, e a quanto pare riguardano anche la dietologia. Dagli Stati Uniti arriva l’ultima novità in tema di dimagrimento, la dieta di Dio, ribattezzata anche digiuno di Daniel, con allusione diretta all’episodio del nobile giudeo Daniele che aveva rifiutato il cibo offertogli dal re di Babilonia.
Si tratta di un regime alimentare che si contraddistingue per la sua frugalità e che si ispira ai dettami dell’Antico Testamento e alla tradizione ... (Continua)

27/11/2013 17:05:35 Partner meno propenso al tradimento grazie all’ormone

Sesso fedele, basta l’ossitocina
Uno spray all’ossitocina potrebbe inibire la tendenza al tradimento tipica degli uomini. È questa la soluzione proposta da uno studio dell’Università di Bonn pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences.
L’ormone dell’amicizia e delle coccole sarebbe anche la chiave di volta per garantire alle donne gelose la fedeltà dei propri uomini. La sostanza, naturalmente prodotta dall’organismo, grazie alla sua capacità di stimolare il centro di gratificazione del cervello ... (Continua)

27/11/2013 16:26:18 Rischio di patologie cardiovascolari a causa della presenza di sodio

Occhio al sale nei farmaci
Anche i farmaci fanno ammalare. Quel che sembra un paradosso viene evidenziato da una ricerca dell’Università di Dundee e dello University College of London, secondo cui i livelli elevati di sale nelle medicine utilizzate comunemente possono aumentare il pericolo di insorgenza delle patologie cardiovascolari. Si tratta in particolare dei farmaci di tipo effervescente o solubile che, stando agli esiti dello studio firmato da Jacob George, causavano un rischio cardiovascolare maggiore del 16 per ... (Continua)

22/11/2013 19:17:46 L'angioplastica giugulare normalizza la pressione arteriosa
Sclerosi multipla
La sclerosi multipla è una malattia infiammatoria cronica del sistema nervoso centrale. Negli ultimi anni è stata avanzata una teoria vascolare per spiegare l'origine della patologia: l'insufficienza venosa cerebrospinale cronica (CCSVI). Secondo questa teoria, proposta dall'italiano Zamboni, la CCSVI è causata da un'alterata dinamica del flusso del liquido cerebrospinale e da una minore perfusione cerebrale. Queste anomalie si accompagnerebbero a reflusso venoso e congestione, determinando a ... (Continua)
22/11/2013 17:25:51 Nuovo marcatore per identificare le donne a rischio
Preeclampsia
I disturbi ipertensivi in in gravidanza sono tra i principali fattori che possono determinare il decesso o disabilità nella donna o nel figlio. In particolare pre-eclampsia è il termine usato per indicare una condizione caratterizzata da ipertensione e proteinuria che può insorgere durante la gravidanza, mentre il termine eclampsia si riferisce solo a quei casi - per fortuna rari - in cui compaiono anche convulsioni. Potrebbe rivelarsi molto utile per identificare le donne a rischio di ... (Continua)
19/11/2013 19:43:24 Possibile una correlazione
Pressione arteriosa differenziale e rischio di Alzheimer
Fino ad oggi diversi studi hanno indagato la possibile relazione tra la pressione arteriosa (Bp), ma ben pochi hanno studiato i meccanismi potrebbero correlare la Bp con i processi cognitivi. Bisogna premettere che la pressione arteriosa differenziale o pressione pulsatoria (Pp) è data dalla differenza della pressione sistolica meno la diastolica. Questa Pp aumenta con l'età e rappresenta un indice di invecchiamento vascolare. D’altro canto, l’incremento di Pp aumenta le probabilità di ... (Continua)
18/11/2013 16:14:55 Evoluzione della ricerca per non tornare all'era pre-antibiotica

Sfida ai superbatteri, arriva la cefalosporina contro l'MRSA
Staphylococcus aureus, Escherichia coli, Klebsiella pneumoniae: hanno tutti il nome latino, sono piccoli esseri microscopici monocellulari e possono sviluppare resistenze ai principali antibiotici, diventando così pericolosi e di difficile gestione.
Meglio conosciuti come “superbatteri” o “batteri killer”, questi germi resistenti ai farmaci causano circa 400 mila infezioni e 25 mila morti ogni anno solo in Europa, con un impatto economico che si stima di 1,5 miliardi di euro tra spese ... (Continua)

18/11/2013 14:32:28 L'effetto è ininfluente secondo uno studio appena pubblicato

Inutile lo spray nasale in caso di endoscopia
Uno studio apparso su Jama Otolaryngology ha stabilito la completa inefficacia dello spray nasale per la riduzione del dolore nei bambini sottoposti a endoscopia al naso. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver sperimentato un placebo, un decongestionante e un decongestionante più anestetico locale.
“Anzi, il decongestionante è poco meno efficace del placebo e l’anestetico non offre benefici in più degli altri due”, spiega Neil Chadha, otorino dell'Ospedale pediatrico della ... (Continua)

15/11/2013 12:46:10 L'importanza della prevenzione e della memoria immunologica

Le infezioni respiratorie ricorrenti nei bambini
Le Infezioni Respiratorie Ricorrenti nei bambini si devono prevenire. È questo il monito lanciato dai pediatri questa mattina nel corso del dibattito su Le novità in tema di Prevenzione delle Infezioni Respiratorie Ricorrenti (IRR) durante il 32° Congresso di Antibioticoterapia in Età Pediatrica.
"Dalla fine del primo anno di vita fino all’inizio dell’età scolare il bambino sano va incontro ad almeno 5-6 episodi di infezione respiratoria per anno, con punte che possono arrivare anche ad 8-9 ... (Continua)

15/11/2013 12:23:54 Disturbi cognitivi ridotti grazie a un'assunzione migliore

Demenza correlata a diabete, meglio singola dose di insulina
Il rapporto intercorrente fra demenza, Alzheimer e diabete di tipo 2 è noto da tempo. Chi è malato ha maggiori possibilità di sviluppare il morbo di Alzheimer in età giovane e più probabilità che insorga la demenza vascolare rispetto alle persone che non hanno il diabete.
Uno studio pubblicato su Diabetes Care da parte degli scienziati del Beth Israel Deaconess Medical Center ha sperimentato l'utilizzo di una singola dose di insulina intranasale allo scopo di ridurre al minimo gli eventuali ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale